Le due carcasse recuperate dalle Guardie Campestri
Le due carcasse recuperate dalle Guardie Campestri
Cronaca

Automobili nel mirino, continua la razzia di pezzi di ricambio

Continuano i furti, due le auto ritrovate cannibalizzate dalle Guardie Campestri

Sono rapidi ed esperti. In poche ore, forse nel corso di una notte, riescono a rubare un'auto, a smontarla e a ridurla ai minimi termini per farne pezzi ed alimentare così il dinamico e redditizio mercato clandestino della vendita dei ricambi. Sono i "cannibali" delle auto, scatenati nell'area metropolitana a nord del capoluogo.

Ai proprietari non resta che constatare il furto e presentare una regolare denuncia. Le Guardie Campestri di Giovinazzo, nel pomeriggio di giovedì scorso, di auto cannibalizzate ne hanno scoperte altre due, entrambe di marca Ford, occultate fra gli ulivi in un fondo agricolo in località Peragineto: una richiestissima EcoSport trafugata a Molfetta e una Puma risultata rubata a Giovinazzo. Tutte denunciate il giorno della Festa della Repubblica e ritrovate sventrate nello stesso modo.

Significa, per entrambe, niente più motori, volanti, navigatori satellitari, plance, pezzi di carrozzeria, fari e centraline, ripuliti nei circuiti dei demolitori compiacenti, utilizzando spesso pure documentazione apparentemente lecita. Sul posto è giunta la Polizia Locale, che indaga: si pensa che dietro agli episodi ci sia la stessa mano. Si diceva della rapidità: i furti sono stati denunciati il 2 giugno, mentre le due auto (o quel che ne rimane) sono state recuperate il 3, appena 24 ore dopo.

Per gli investigatori si tratta di una vera piaga del territorio. Solo lunedì scorso i Carabinieri hanno fermato 15 persone fra Andria e Corato: una squadra rubava le auto, mentre altre, di cosiddetti "tagliatori", le cannibalizzavano, abbandonando poi le scocche. I ricettatori, infine, consegnavano i pezzi nei depositi di Cerignola.
  • Furti auto Molfetta
Altri contenuti a tema
Rubano un'auto, ma finiscono fuori strada: ladri in fuga a Molfetta Rubano un'auto, ma finiscono fuori strada: ladri in fuga a Molfetta È successo sulla provinciale per Terlizzi. Prima di fuggire, i banditi hanno dato fuoco ad un'auto
Scoperto hub di mezzi rubati. Anche un escavatore da Molfetta Scoperto hub di mezzi rubati. Anche un escavatore da Molfetta A Modugno sequestrata dai Carabinieri un'intera carrozzeria. In due finiscono nei guai per ricettazione e riciclaggio
Banda di ladri intercettata, scatta l'inseguimento: furto sventato Banda di ladri intercettata, scatta l'inseguimento: furto sventato I malviventi sorpresi a rubare un'Alfa Romeo Giulia. Inseguiti dalle pattuglie della SicurItalia Ivri, abbandonano una Fiat Stilo
Criminalità, reati in aumento: +4,76%. Al primo posto i furti d'auto Criminalità, reati in aumento: +4,76%. Al primo posto i furti d'auto I dati sono stati diffusi in occasione della festa dei Carabinieri alla presenza del prefetto Bellomo e del generale Spagnolo
Rubano un'auto e si danno alla fuga sulla 16 bis, arrestati dai Carabinieri Rubano un'auto e si danno alla fuga sulla 16 bis, arrestati dai Carabinieri Due cerignolani di 30 e 26 anni sono stati bloccati su una piazzola di sosta. Si cerca il terzo complice
Un'auto in fiamme a Giovinazzo: era stata rubata a Molfetta Un'auto in fiamme a Giovinazzo: era stata rubata a Molfetta A ritrovare l'auto, in località Sagristo, le Guardie Campestri. Intensificati i controlli in zona
Folle inseguimento, catturato 23enne dopo il furto di una Fiat Punto Folle inseguimento, catturato 23enne dopo il furto di una Fiat Punto Il giovane, di Terlizzi, è stato bloccato dai Carabinieri. Dovrà rispondere di furto aggravato e resistenza
Auto rubata a Molfetta ritrovata incendiata a Ruvo Auto rubata a Molfetta ritrovata incendiata a Ruvo L'auto, una Fiat Punto, scoperta dagli uomini della Metronotte in un fondo in località Pozzo Sorgente
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.