Il sottotenente Domenico Mastromauro
Il sottotenente Domenico Mastromauro
Cronaca

Domenico Mastromauro nuovo comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile

Il sottotenente arriva dalla Compagnia di Trani: 50 anni, Cavaliere della Repubblica, ha operato anche all'estero

Elezioni Regionali 2020
Il sottotenente Domenico Mastromauro è il nuovo comandante della Sezione Operativa dei Carabinieri della Compagnia di Molfetta, dove, contestualmente, ha assunto anche il comando in sede vacante del Nucleo Operativo e Radiomobile della medesima Compagnia.

Promosso ufficiale al termine di un corso frequentato presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma, il sottotenente Domenico Mastromauro, di 50 anni, proviene dalla Compagnia di Trani, dove ha prestato servizio per ben 25 anni. Arruolatosi nell'Arma dei Carabinieri nel 1988, ha prestato servizio nei Reparti Investigativi in provincia di Reggio Calabria, notoriamente cuore pulsante della 'ndrangheta calabrese, e di Cosenza, in Calabria.

Tornato in Puglia, ha lavorato a Bari, dove si è sempre occupato di attività investigative di contrasto alla criminalità organizzata del capoluogo e della vasta area metropolitana. Nel 1995 è stato trasferito al Nucleo Operativo della Compagnia di Trani, dove dal 2009 ha assunto il comando della Sezione Radiomobile di Trani operando, per competenza, non solo a Trani, ma anche nei territori di Bisceglie, Ruvo di Puglia e Corato.

Nel contempo, per periodi brevi, è stato impiegato anche all'estero, in Afghanistan, in Bosnia Erzegovina e in Kosovo. Infine, dal 1 gennaio, ha assunto il comando della Sezione Operativa della Compagnia di Molfetta, che si arricchisce dunque di un nuovo ufficiale nell'ambito di altri tre cambi al vertice avvenuti alle Tenenze di Bisceglie (Giuseppe Remini), Terlizzi (Carmine Guerriero) e alla Sezione Radiomobile di Trani (Gaetano Cassano).

Il nuovo comandante, laureato in Scienze dell'Amministrazione - Curriculum Operatore Giudiziario e già in possesso della prestigiosa onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, comanderà lo speciale reparto dell'Arma che svolge attività di polizia giudiziaria, ovvero attività info-investigativa, e che garantisce il pronto intervento, nonché l'attività di controllo del territorio su tutta l'area di competenza.

Il raggio d'azione del sottotenente Domenico Mastromauro, infatti, non sarà limitato al territorio comunale di Molfetta, ma si estenderà anche a quelli di Bitonto, Giovinazzo, Palo del Colle e Terlizzi. Una nuova sfida per un valido ufficiale che ha una notevole esperienza di servizio.
  • Carabinieri Molfetta
  • Domenico Mastromauro
Altri contenuti a tema
Omicidio Parisi: rinviato a giudizio Farinola. La difesa chiede il rito abbreviato Omicidio Parisi: rinviato a giudizio Farinola. La difesa chiede il rito abbreviato I familiari della vittima si sono costituiti parte civile, i legali dell'omicida hanno chiesto l'abbreviato: la nuova legge lo impedisce
2 Traffico di droga. Coinvolto anche un carabiniere: era in servizio a Molfetta Traffico di droga. Coinvolto anche un carabiniere: era in servizio a Molfetta Giuliano Pasquale, di 54 anni, è finito ai domiciliari: è accusato di aver fornito informazioni riservate a un narcotrafficante albanese
"Ghost Wine": chiuse le indagini, 61 indagati. C'è un 56enne di Molfetta "Ghost Wine": chiuse le indagini, 61 indagati. C'è un 56enne di Molfetta Si tratta dell’operazione per l'adulterazione del vino che ha portato all'arresto di imprenditori, dipendenti ed enologi
Soldi per pilotare le indagini. In silenzio davanti al Gip: restano in carcere Soldi per pilotare le indagini. In silenzio davanti al Gip: restano in carcere Ieri gli interrogatori: si sono tutti avvalsi della facoltà di non rispondere, nessuna istanza di attenuazione della misura cautelare
1 Denaro e regali per i due Carabinieri al soldo del clan Di Cosola Denaro e regali per i due Carabinieri al soldo del clan Di Cosola Dal 2012, in cambio di informazioni riservate, avrebbero ottenuto favori e beni per circa 400mila euro
Arrestati due Carabinieri, uno è di Molfetta: «Favorivano il clan Di Cosola» Arrestati due Carabinieri, uno è di Molfetta: «Favorivano il clan Di Cosola» Terremoto a Giovinazzo, il blitz è scattato all'alba. In manette anche un elemento di spicco del gruppo e un commerciante
Rubava auto per commettere scippi. "Game over" per un 45enne Rubava auto per commettere scippi. "Game over" per un 45enne Fatale l'ultimo colpo, avvenuto a Bisceglie. Individuato dai Carabinieri, ha tentato la fuga: rinchiuso in carcere
Lo spaccio in città, Carabinieri a caccia di pusher: già 8 arresti Lo spaccio in città, Carabinieri a caccia di pusher: già 8 arresti Negli anni '90 era il market della droga. Il duro lavoro dell'Arma ha portato frutti, ma il problema non è ancora risolto
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.