I sigilli dei Carabinieri
I sigilli dei Carabinieri
Cronaca

Coronavirus e controlli: chiuso un bar di Molfetta per 5 giorni

I Carabinieri hanno sorpreso la titolare di un esercizio a ridosso del centro a fornire caffè d'asporto

Elezioni Regionali 2020
Controlli serrati, in città, a seguito dell'emanazione del decreto "#io resto a casa" contro la diffusione del Coronavirus. E proprio nell'ambito di tali accertamenti, nei giorni scorsi, i Carabinieri della locale Compagnia hanno sorpreso la titolare di un bar a servire caffè d'asporto.

I militari del Nucleo Radiomobile, infatti, insospettiti da un anomalo via vai nei pressi di un bar a ridosso del centro, nei pressi della zona di Levante, hanno svolto un'attività di osservazione: l'esercizio, hanno scoperto, forniva bevande d'asporto. I Carabinieri, infatti, hanno sorpreso la titolare che - in spregio alle misure anti-contagio - stava consegnando un caffè a un avventore, contravvenendo alle limitazioni imposte dal decreto per il contenimento del Covid-19.

Un comportamento deplorevole che mortifica tutti quegli operatori del settore che oramai da giorni rispettano le regole. La donna, infatti, ha contravvenuto alle disposizioni impartite dal decreto legge numero 19 del 25 marzo 2020 tendenti al contenimento dell'emergenza da Codiv-19, per avere somministrato bevande (caffè, nda) d'asporto. La titolare è stata sanzionata, mentre il bar - ai sensi dell'articolo 4, commi 2 e 4 - è stato chiuso per 5 giorni.

I controlli dei Carabinieri della Compagnia di Molfetta proseguiranno senza sosta anche nei prossimi giorni proprio per verificare se i cittadini rispettino o meno il divieto imposto dal Governo per ridurre il diffondersi dell'epidemia da Coronavirus.
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Auto rubate e cannibalizzate nascoste tra gli uliveti di Molfetta Auto rubate e cannibalizzate nascoste tra gli uliveti di Molfetta Si tratta di una Volkswagen e di una BMW ritrovate dai Carabinieri in contrada Maiorana
1 Covid-19, anche a Molfetta controlli con le forze dell'ordine Covid-19, anche a Molfetta controlli con le forze dell'ordine Un protocollo d'intesa è stato sottoscritto tra la Regione Puglia e la Prefettura di Bari
Colpi d'arma da fuoco in via Cormio, individuato il "pistolero": è un 47enne Colpi d'arma da fuoco in via Cormio, individuato il "pistolero": è un 47enne L'uomo, un pregiudicato, è stato denunciato dai Carabinieri. Ma non era solo: gli spari al culmine di una lite
Segnalati colpi di pistola: nessun bossolo trovato, è mistero Segnalati colpi di pistola: nessun bossolo trovato, è mistero L'episodio in via Cormio. Sono in corso i rilievi dei Carabinieri per ricostruire quanto denunciato al 112
"Halloween", Cassazione annulla sentenza di condanna: 32enne torna in libertà "Halloween", Cassazione annulla sentenza di condanna: 32enne torna in libertà Accolto il ricorso presentato dall'avvocato Michele Salvemini. Inammissibili i ricorsi presentati per altre 8 persone
Omicidio Parisi: rinviato a giudizio Farinola. La difesa chiede il rito abbreviato Omicidio Parisi: rinviato a giudizio Farinola. La difesa chiede il rito abbreviato I familiari della vittima si sono costituiti parte civile, i legali dell'omicida hanno chiesto l'abbreviato: la nuova legge lo impedisce
2 Traffico di droga. Coinvolto anche un carabiniere: era in servizio a Molfetta Traffico di droga. Coinvolto anche un carabiniere: era in servizio a Molfetta Giuliano Pasquale, di 54 anni, è finito ai domiciliari: è accusato di aver fornito informazioni riservate a un narcotrafficante albanese
"Ghost Wine": chiuse le indagini, 61 indagati. C'è un 56enne di Molfetta "Ghost Wine": chiuse le indagini, 61 indagati. C'è un 56enne di Molfetta Si tratta dell’operazione per l'adulterazione del vino che ha portato all'arresto di imprenditori, dipendenti ed enologi
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.