I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Coronavirus: con il nuovo decreto, sanzioni depenalizzate

Il nuovo dl ha valore retroattivo: non c'è più la sanzione penale, ma solo amministrativa

Elezioni Regionali 2020
Finiranno con un'archiviazione o un proscioglimento tutte quelle denunce per l'articolo 650 del codice penale, cioè la violazione del decreto del Governo sui divieti di assembramento per l'emergenza Coronavirus, «perché il fatto non è più previsto dalla legge come reato».

Il decreto sulle «misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19», pubblicato il 25 marzo e che ha valore retroattivo, ha depenalizzato il reato. E quindi tutte le denunce trasmesse alla Procure dall'11 marzo costituiranno non più sanzione penale ma amministrativa, che prevede però il pagamento di una somma da 400 a 3mila euro al posto dei 3 mesi di arresto oblabili e l'ammenda di 206 euro previsti dall'articolo 650.

Non ci saranno però conseguenze dal punto di vista penale. Questo non significa misure meno severe, anzi, il Governo ha ordinato l'incremento dei controlli da parte delle forze dell'ordine, chiamando in campo anche l'Esercito. Peccato che le Procure nel frattempo siano state ingolfate da denunce. Per queste il giudice emetterà sentenza di proscioglimento, perché il fatto non è più reato, con trasmissione degli atti all'Autorità Amministrativa competente.

Per quelle non trasmesse sarà chiesta dalla Procura al giudice per le indagini preliminari l'archiviazione con l'applicazione della formula di depenalizzazione e, anche in quel caso, ci sarà la successiva trasmissione all'Autorità Amministrativa perché emetta le sanzioni.
  • Carabinieri Molfetta
  • Polizia Locale Molfetta
Altri contenuti a tema
«Nessuna bambina sottratta, il provvedimento sarà impugnato» «Nessuna bambina sottratta, il provvedimento sarà impugnato» Lo scrive l'avvocato Tedeschi, legale del padre della minore: «L'atto del Tribunale non è fondato su quanto realmente accaduto»
Auto rubate e cannibalizzate nascoste tra gli uliveti di Molfetta Auto rubate e cannibalizzate nascoste tra gli uliveti di Molfetta Si tratta di una Volkswagen e di una BMW ritrovate dai Carabinieri in contrada Maiorana
1 Covid-19, anche a Molfetta controlli con le forze dell'ordine Covid-19, anche a Molfetta controlli con le forze dell'ordine Un protocollo d'intesa è stato sottoscritto tra la Regione Puglia e la Prefettura di Bari
Capre sulla litoranea: disagi al traffico tra Giovinazzo e Molfetta Capre sulla litoranea: disagi al traffico tra Giovinazzo e Molfetta Momenti concitati questa mattina, pronto l'intervento della Polizia Locale
Nuovi cinque agenti di Polizia Locale presto assunti a Molfetta Nuovi cinque agenti di Polizia Locale presto assunti a Molfetta La selezione dalla graduatoria del concorso svolto a Ferrandina
2 Presentato il Comandante della Polizia Locale di Molfetta Cosimo Aloia Presentato il Comandante della Polizia Locale di Molfetta Cosimo Aloia Incontro questa mattina con il sindaco Minervini, l'assessore Ancona e i dirigenti comunali
Colpi d'arma da fuoco in via Cormio, individuato il "pistolero": è un 47enne Colpi d'arma da fuoco in via Cormio, individuato il "pistolero": è un 47enne L'uomo, un pregiudicato, è stato denunciato dai Carabinieri. Ma non era solo: gli spari al culmine di una lite
Segnalati colpi di pistola: nessun bossolo trovato, è mistero Segnalati colpi di pistola: nessun bossolo trovato, è mistero L'episodio in via Cormio. Sono in corso i rilievi dei Carabinieri per ricostruire quanto denunciato al 112
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.