Piarulli e Galizia a Corso Umberto
Piarulli e Galizia a Corso Umberto
Politica

Bruna Piarulli e Francesca Galizia a Molfetta dopo l'exploit dei Cinque stelle

I due parlamentari: «A lavoro sulle vostre istanze»

A poco più di un mese dall'exploit elettorale ottenuto anche nella nostra Città, il Movimento 5 Stelle torna a far parlare di sé riunendo proprio a Molfetta i vertici regionali del partito di Beppe Grillo insieme alle due neo parlamentari elette Barbara Piarulli al Senato e Francesca Galizia alla Camera.

Nella mattinata di ieri, a Corso Umberto, si è tenuto quello che in molti avevano definito come il classico comizio di ringraziamento, rivelatosi poi essere la prosecuzione di un percorso avviato a Molfetta già da tempo, grazie all'impegno degli Attivisti Uniti, in grado di riunire le diverse anime pentastellate cittadine, spesso in conflitto tra loro e che hanno impedito al Movimento 5 Stelle di presentare una lista alle passate consultazioni amministrative. Negli ultimi mesi, grazie anche al successo delle elezioni politiche, gli Attivisti Uniti, ai quali va riconosciuto senza dubbio anche una capacità di mediazione, sembrano aver trovato la quadra tra tutte le diverse correnti. Ed infatti, come ribadito all'inizio dell'incontro di ieri mattina, sono in molti nell'ultimo periodo ad essersi avvicinati anche a Molfetta al gruppo del Movimento 5 Stelle, un partito in grado di captare in modo trasversale formazioni politiche di destra e di sinistra.

E' toccato a Antonella Laricchia, consigliera regionale del M5S fare il punto della situazione su quanto sta accadendo a livello regionale e sull'impegno dello stesso movimento nello scardinare vecchie e dannose consuetudini.
«Il giorno successivo alla nostra vittoria – ha esordito la sfidante di Michele Emiliano alle consultazioni regionali del 2015 – tutte le testate hanno battuto la falsa notizia di Caf assaltati da cittadini alla ricerca del reddito di cittadinanza. Una delle bufale peggiori della storia del nostro paese, atta a dipingere i meridionali come un popolo di fannulloni. Ebbene – ha proseguito – per noi non è stato difficile dimostrare la non veridicità di quella notizia, continuando imperterriti a puntare seriamente sul reddito di cittadinanza, in grado di garantire, ad esempio, ad un 50 enne che ha perso un lavoro di continuare a vivere dignitosamente e con la serenità di poter proseguire nella formazione capace di assicurargli un altro impiego».

E' sulla questione vitalizi che il Movimento 5 Stelle incentrerà la prima parte di questa legislatura, proponendo la loro abolizione o quanto meno la netta riduzione già con il Presidente della Camera Roberto Fico e a seguire con il Presidente del Senato Elisabetta Casellati. «Nel 2016 – ha proseguito Laricchia – avevamo proposto al Consiglio Regionale l'abolizione dei vitalizi per gli ex consiglieri regionali, puntando su un ricalcolo basato sul metodo contributivo. Il risultato? Bocciato all'unanimità dai partiti di centrodestra e di centrosinistra e soprattutto dal Governatore Emiliano. Questa è la spiegazione della nostra vittoria in Puglia e in molte altre regioni d'Italia: la gente ha finalmente inteso quello che questi partiti sono riusciti a combinare».

Sulla stessa linea di Laricchia si è espresso Vincenzo Garruti, portavoce del Movimento 5 Stelle.
«Oggi siamo dinanzi ad un'altra fase della nostra storia – ha commentato – ovvero quella del dialogo per superare una fase di stallo voluta ed ottenuta da questa legge elettorale. Noi a questo dialogo non ci siamo sottratti e addirittura abbiamo dato mandato ad un docente universitario di trovare un metodo scientifico atto ad individuare affinità tra il nostro programma e quello degli altri partiti, in modo da inchiodarli su quelli che sono i nostri propositi per un'Italia diversa e migliore».

Entrambe determinate, come mostrato in campagna elettorale, Francesca Galizia e Bruna Piarulli, fresche di elezione in Parlamento.
«Ringraziamo Molfetta per la fiducia riposta in noi - hanno commentato – consapevoli di sedere in un Parlamento capace ed in grado di portare cambiamento nel nostro Paese. Sappiamo benissimo che anche su Molfetta c'è tanto da fare ed è per questo che siamo disponibili ad accogliere tutte le vostre istanze su cui lavorare sempre in chiave nazionale. Vogliamo che i valori di solidarietà, democrazia e libertà – hanno concluso – possano finalmente concretizzarsi».
  • Movimento cinque stelle
Altri contenuti a tema
Barriere architettoniche in Via Spadolini? La denuncia degli Attivisti 5 Stelle di Molfetta Barriere architettoniche in Via Spadolini? La denuncia degli Attivisti 5 Stelle di Molfetta Attenzione sollevata anche sul verde e sulla viabilità di tutto il quartiere Madonna della Rosa
Il Movimento 5 Stelle torna in piazza a Molfetta Il Movimento 5 Stelle torna in piazza a Molfetta Gli esponenti ieri tra i cittadini a Corso Umberto
Nasce “Attivisti 5 Stelle Molfetta”: i grillini della città si uniscono Nasce “Attivisti 5 Stelle Molfetta”: i grillini della città si uniscono «Attività all'insegna dell'inclusione e della condivisione»
1 Cinque Stelle e la sicurezza a Molfetta: «Potenziare i presidi delle forze dell'ordine» Cinque Stelle e la sicurezza a Molfetta: «Potenziare i presidi delle forze dell'ordine» Le parlamentari Piarulli e Galizia intervengono sull'ordine pubblico
Il Movimento 5 Stelle in piazza a Molfetta per presentare il contratto di Governo Il Movimento 5 Stelle in piazza a Molfetta per presentare il contratto di Governo Domenica tra i molfettesi per illustrare il patto con Matteo Salvini
I parlamentari "5 stelle" Galizia e Piarulli domenica incontrano Molfetta I parlamentari "5 stelle" Galizia e Piarulli domenica incontrano Molfetta Con loro anche il consigliere regionale Antonella Laricchia
Movimento attivisti uniti: «Oltraggio a di Vittorio non tollerabile» Movimento attivisti uniti: «Oltraggio a di Vittorio non tollerabile» I "grillini" locali intervengono sull'episodio dei giorni scorsi
Movimento 5 stelle, una vittoria annunciata Movimento 5 stelle, una vittoria annunciata I dati definitivi li attestano a Molfetta al 41,84% alla Camera e al 42,53% al Senato
© 2001-2018 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.