I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Banchina San Domenico, aggressione con coltello: ferito un 19enne

I Carabinieri indagano su quanto accaduto ieri sera: il ragazzo è finito al pronto soccorso del don Tonino Bello

Aggredito in pieno centro da uno sconosciuto che l'ha ferito con un fendente ad un gluteo: la vittima è un 19enne di Molfetta. Indagini sono in corso da parte dei Carabinieri della locale Compagnia che hanno raccolto la testimonianza del ragazzo, medicato al pronto soccorso dell'ospedale don Tonino Bello.

L'episodio è avvenuto nella serata di ieri lungo la banchina San Domenico, dove il 19enne ha rimediato una ferita da arma da taglio ad un gluteo. Ad intervenire sul posto prima e ad avviare le indagini solo successivamente sono stati i Carabinieri. Malconcio e ancora sotto shock lo hanno, infatti, trovato i militari dell'Aliquota Radiomobile, allertati dalla centrale operativa del 112 a cui, alle ore 22.40, è giunta la richiesta di soccorso.

Il giovane, intanto, è finito al pronto soccorso dell'ospedale don Tonino Bello, dove i medici, dopo averlo sottoposto a tutti i controlli sanitari ritenuti necessari, gli hanno suturato la ferita che, a quanto pare, non sarebbe stata - e per sua fortuna - profonda. Il 19enne è stato già sentito, in primissima battuta, dagli investigatori a cui avrebbe riferito - appunto in primissima battuta - di non conoscere affatto il suo aggressore e di non sapere pertanto i motivi del gesto.

Le indagini dei militari, diretti dal capitano Francesco Iodice, si prefissano di chiarire la dinamica. L'obiettivo, naturalmente, è uno soltanto: raccogliere quante più indiscrezioni possibili per riuscire ad avere anche un identikit sommario dell'aggressore e cercare di fare chiarezza sui motivi del gesto.
  • Carabinieri Molfetta
  • Aggressioni Molfetta
Altri contenuti a tema
1 Stalking, la perseguita e danneggia la sua auto: preso grazie al "Codice Rosso" Stalking, la perseguita e danneggia la sua auto: preso grazie al "Codice Rosso" L'uomo, un noto professionista, è stato fermato dai Carabinieri: non potrà più avvicinarsi alla vittima. È il primo caso a Molfetta
Rubano cavi di rame da un'azienda della zona Asi: arrestati 4 rumeni Rubano cavi di rame da un'azienda della zona Asi: arrestati 4 rumeni I quattro sono stati intercettati perché stavano cambiando una ruota alla loro auto, dopo aver rubato quella di scorta da un altro veicolo
Il ministro Lamorgese ai Prefetti: «Più vigilanza nelle aree di spaccio» Il ministro Lamorgese ai Prefetti: «Più vigilanza nelle aree di spaccio» Il giro di vite disposto da una circolare del Viminale inviata alle 103 Prefetture italiane
Operazione "Ghostbusters", svolti gli interrogatori: presentate due istanze di scarcerazione Operazione "Ghostbusters", svolti gli interrogatori: presentate due istanze di scarcerazione Attesa la decisione del gip di Trani sul caso dei due molfettesi, zio e nipote, che provvedevano a ricettare sul mercato nero la merce rubata
«Erano i ricettatori della banda dei furti». In manette zio e nipote di Molfetta «Erano i ricettatori della banda dei furti». In manette zio e nipote di Molfetta 14 i fermati dai Carabinieri, fra cui Francesco Grosso e suo nipote Peter De Bari. 12 gli arrestati, i colpi anche a Molfetta
1 Banda dei furti in casa, 12 arresti. Anche uno zio e un nipote di Molfetta Banda dei furti in casa, 12 arresti. Anche uno zio e un nipote di Molfetta 9 ordinanze in carcere, 3 ai domiciliari: eseguiti anche 2 obblighi di dimora
Nuovo comandante per la Compagnia Carabinieri: è Francesco Iodice Nuovo comandante per la Compagnia Carabinieri: è Francesco Iodice 39 anni, originario di Capua, sposato e padre di tre figli, il capitano arriva dalla Tenenza di Melito di Napoli
Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Il giovane è stato trovato in possesso di 23 dosi di hashish e 590 euro. Arrestato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.