Le fasi della rapina
Le fasi della rapina
Cronaca

Armato di coltello, rapina un supermercato: individuato in 24 ore

Fermato un 32enne: i Carabinieri sono piombati a casa dove hanno trovato gli indumenti indossati durante il colpo

Ci sono volute meno di 24 ore ai Carabinieri della locale Compagnia per individuare il rapinatore solitario che, mercoledì scorso, intorno alle ore 19.00, con il volto travisato, ha rapinato il Wmark. Gli uomini del capitano Francesco Iodice hanno fermato un 32enne censurato di Molfetta, riconosciuto come autore del colpo.

Nella tarda serata di mercoledì, i militari della Sezione Radiomobile e della Sezione Operativa sono stati allertati al numero 112 e quando sono giunti sul posto, in via Baccarini, hanno proceduto alle prime attività di indagine, ascoltando i presenti e riuscendo a ricostruire la dinamica del colpo. Nel frattempo hanno raccolto le immagini delle telecamere di videosorveglianza interne ed esterne del supermercato e grazie a queste sono riusciti a ricostruire quant'era appena avvenuto.

Intorno alle ore 19.00, gli investigatori hanno visto un giovane con il volto parzialmente travisato con il cappuccio del giubbotto che indossava e con una sciarpa, entrare nell'esercizio commerciale e, sotto la minaccia di un coltello da macellaio, costringere il cassiere ad aprire il registratore di cassa, dal quale egli stesso ha arraffato una manciata di banconote, dandosi ad una precipitosa fuga lungo le strade limitrofe e riuscendo, momentaneamente, a far perdere le sue tracce.
3 fotoIl 32enne incastrato dalle telecamere
Il 32enne incastrato dalle telecamereIl 32enne incastrato dalle telecamereIl 32enne incastrato dalle telecamere
Il rapinatore solitario, seppur con il volto parzialmente travisato, non aveva considerato che il supermercato dove si era introdotto fosse dotato di telecamere di videosorveglianza e che ogni sua mossa sarebbe stata così immortalata nei filmati. Da tutti gli elementi raccolti si è cominciato a delineare un possibile identikit del malvivente e proprio attraverso la visione dei video che i militari del sottotenente Domenico Mastromauro sono riusciti a risalire al presunto responsabile.

Sono bastate meno di 24 ore ai Carabinieri per riconoscere la sua fisionomia, individuarlo e successivamente mettersi sulle sue tracce. Senza mai interrompere le ricerche del sospettato, volto conosciuto alle forze dell'ordine, i militari sono riusciti a trovarlo nei pressi della propria abitazione. La perquisizione dell'uomo e dei locali nella sua disponibilità ha consentito di rinvenire gli indumenti utilizzati durante la rapina, confermando quello che subito era più che un sospetto.

Fermato e accompagnato presso gli uffici della Compagnia di via Vittime di Nassiriya, il 32enne rapinatore, che ha confessato, è stato sottoposto a fermo e poi condotto presso la casa circondariale dei Trani, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Il cerchio, dunque, si è chiuso a 24 ore dalla rapina.
  • Rapine Molfetta
  • Arresti Molfetta
  • Carabinieri Molfetta
  • Arresti Carabinieri
Altri contenuti a tema
2 Ladro tenta la fuga in mare, ma a riva lo aspettano i Carabinieri Ladro tenta la fuga in mare, ma a riva lo aspettano i Carabinieri Dopo il colpo alla Caritas un 49enne si è gettato in acqua. Arrestato, è stato subito rimesso in libertà
Arresti nell'Arma, il processo inizia con un rinvio Arresti nell'Arma, il processo inizia con un rinvio Slitta al 18 maggio l'udienza preliminare per consentire alle difese di avanzare richieste di riti alternativi
Furti nei negozi, arrestato un 47enne. Era l'incubo dei commercianti Furti nei negozi, arrestato un 47enne. Era l'incubo dei commercianti Tre gli episodi contestati dai Carabinieri: l'uomo, già arrestato lo scorso 19 marzo, è stato individuato dopo una serrata indagine
Carabinieri, il luogotenente Dante ad Andria. È stato per 13 anni a Molfetta Carabinieri, il luogotenente Dante ad Andria. È stato per 13 anni a Molfetta Di origini napoletane, dal 1995 al 2005 ha ricoperto l'incarico di comandante del Nucleo Comando
Si allontanano da una comunità: scomparse due minori di Molfetta Si allontanano da una comunità: scomparse due minori di Molfetta Le sorelle Melania e Simona Sigrisi dal 9 aprile non hanno fatto più ritorno nella struttura Legàmi e Talenti
Pirati-rapinatori a Molfetta. Assalto ad un motopeschereccio Pirati-rapinatori a Molfetta. Assalto ad un motopeschereccio L'episodio nel porto: rubate le attrezzature di bordo. Sul caso stanno indagando i Carabinieri
Ladri in trasferta a Trani: padre e figlio arrestati dalla Polizia Ladri in trasferta a Trani: padre e figlio arrestati dalla Polizia I due, di 47 e 18 anni, sono stati fermati dopo una serie di furti nei negozi: riconosciuti grazie alla videosorveglianza
Ai domiciliari, aveva 19 dosi di hashish in casa. Ed è di nuovo in arresto Ai domiciliari, aveva 19 dosi di hashish in casa. Ed è di nuovo in arresto Nei guai un 23enne di Molfetta. Controllo mirato dei Carabinieri e la scoperta su un mobile della cucina
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.