Una delle tartarughe rinvenute a Molfetta
Una delle tartarughe rinvenute a Molfetta
Cronaca

Altre due tartarughe morte spiaggiate a Molfetta

La prima in località San Giacomo, la seconda sul lungomare Colonna. È intervenuta la Guardia Costiera

Elezioni Regionali 2020
Due esemplari di tartarughe marine della specie caretta caretta, la specie fortemente minacciata in tutto il bacino del mar Mediterraneo, sono state ritrovate a Molfetta: il doppio spiaggiamento è stato presumibilmente causato delle mareggiate che hanno investito la costa a nord di Bari nelle ultime settimane.

A segnalare la loro presenza sulla battigia sono state diverse persone che si sono rivolte alla Capitaneria di Porto di Molfetta. Il primo giovane esemplare è stato ritrovato in località cala San Giacomo (l'esemplare di caretta caretta, specie ormai al limite dell'estinzione nelle acque italiane, era già morto, nda), il secondo sul lungomare Colonna, nei pressi della sede dell'Inps: anche in questo caso si tratta di una tartaruga giovane, purtroppo priva di vita.

La segnalazione del doppio ritrovamento è stata girata anche ai veterinari dell'Azienda Sanitaria Locale e ai volontari del centro di recupero tartarughe marine, la struttura di Molfetta sempre pronti ad accogliere le tartarughe in difficoltà, una specie protetta dalla convenzione di Washington. I suoi nemici principali non sono soltanto il freddo e l'inquinamento marino, ma anche le reti da pesca in cui spesso finiscono impigliate senza più riuscire ad emergere.Ogni anno, infatti, decine di migliaia di tartarughe marine nel mondo finiscono nelle reti a strascico usate per la pesca: «L'esemplare più giovane - dice Pasquale Salvemini - si è spiaggiato a cala San Giacomo, morto da una decina di giorni, presentava lesioni da costrizione sul collo, quindi è probabilmente finito in una rete da posta. Per l'altra carcassa, invece, in avanzato stato di decomposizione, è difficile, da una ricostruzione visiva, risalire alle cause della morte».

Per il responsabile regionale del WWF, «il rischio esiste anche per quelle catturate dalle reti a strascico, dagli ami dei palangari e dalle reti fisse. Per fortuna negli ultimi anni i sistemi di prevenzione e le attività di sensibilizzazione rivolte ai pescatori con vari progetti hanno ridotto queste catture». Ma «il rischio rimane alto: per questo 5 centri di recupero gestiti dal WWF (tra cui quello di Molfetta, l'unico - con quello di Torre Guaceto - in Puglia) sono sempre in allerta».

Il centro di Molfetta soccorre e salva la vita a centinaia di tartarughe ogni anno. Ma gli Stati dell'Unione Europea devono attuare misure che eliminino la cattura delle tartarughe, mentre nel mar Mediterraneo bisogna applicare misure di contenimento dell'inquinamento se vogliamo davvero proteggere le tartarughe.
  • Tartarughe Molfetta
Altri contenuti a tema
Tartaruga morta e decomposta: trovata a Torre Gavetone Tartaruga morta e decomposta: trovata a Torre Gavetone L'esemplare era morto da tempo e presentava i classici sintomi legati alla patologia di gas embolico
Ennesima tartaruga spiaggiata, è strage di esemplari lungo la costa Ennesima tartaruga spiaggiata, è strage di esemplari lungo la costa 6 esemplari di caretta caretta sono stati rinvenuti negli ultimi 2 giorni fra Trani e Giovinazzo
Un'altra tartaruga marina trovata in spiaggia senza vita Un'altra tartaruga marina trovata in spiaggia senza vita La carcassa dell'animale, lungo 80 centimetri, è stato ritrovato nei pressi del Mikki Beach
GenerAzioneMare: Natalina, la tartaruga caretta caretta torna in libertà GenerAzioneMare: Natalina, la tartaruga caretta caretta torna in libertà Era stata recuperata a Barletta e curata presso il centro di Molfetta. Domani sarà liberata al largo di Bisceglie
Ancora una tartaruga spiaggiata sul litorale di Molfetta Ancora una tartaruga spiaggiata sul litorale di Molfetta La testuggine, in avanzato stato di decomposizione, è stata ritrovata nei pressi del lido Bahia
Ancora tartarughe spiaggiate sul litorale di Molfetta Ancora tartarughe spiaggiate sul litorale di Molfetta Due gli esemplari rinvenuti nei giorni scorsi: entrambi erano in avanzato stato di decomposizione
100 euro ai pescatori che salvano le tartarughe, i centri di recupero scrivono al Ministero 100 euro ai pescatori che salvano le tartarughe, i centri di recupero scrivono al Ministero «Un gravissimo errore pagare per il recupero delle tartarughe marine». Si vanificano decenni di buone pratiche
Tartaruga trovata morta sulla spiaggia di Torre Calderina Tartaruga trovata morta sulla spiaggia di Torre Calderina Ennesimo spiaggiamento di un esemplare di caretta caretta: l'animale era in avanzato stato di decomposizione
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.