Petrone
Petrone

Affidata la gestione del campo sportivo "Petrone" alla Virtus e Fulgor Molfetta

Minervini: «Confidiamo sul buon uso degli impianti nel rispetto delle regole»

Il Comune di Molfetta annuncia l'affidamento della gestione del campo sportivo "Benedetto Petrone": sono le società ASD Virtus Molfetta (capofila) e ASD Fulgor Molfetta 2009 i gestori del campo sportivo. La convenzione è stata sottoscritta in queste ore e la concessione avrà la durata di tre anni rinnovabili di altri due.

Come è noto il campo sportivo Petrone è dotato di campo di calcio in erba sintetica omologato per lo svolgimento di gare di calcio. L'impianto è recintato, dispone di una tribuna coperta, di sottotribuna, due corpi di fabbrica con spogliatoi, servizi igienici, docce e locali di deposito.

«Continuiamo a dare una risposte concrete – sottolinea il sindaco, Tommaso Minervini - alle istanze delle associazioni e delle società della città. Confidiamo nel fatto che tutti sapranno fare buon uso degli impianti preservandoli e rispettando tutte le regole del vivere civile».

La gara per l'affidamento dell'impianto era stata lanciata nei mesi scorsi a conclusione di importanti lavori di riqualificazione dell'impianto. Sulla base della convenzione i gestori, tra le altre cose, dovranno mettere a disposizione del Comune, in forma gratuita, l'impianto per iniziative organizzate dall'Ente e dovranno garantire tariffe agevolate per i residenti in relazione a casi segnalati dal Comune.
  • campo sportivo
Altri contenuti a tema
3 Via Corrado Salvemini, il campetto distrutto e fatiscente - IL VIDEO Via Corrado Salvemini, il campetto distrutto e fatiscente - IL VIDEO Struttura al collasso. Già deliberati i lavori di riqulificazione
Quattro defibrillatori al Comune di Molfetta Quattro defibrillatori al Comune di Molfetta Destinazione stadio Paolo Poli, campo sportivo Petrone e i palazzetti dello sport Poli e Fiorentini
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.