chef
chef
Speciale

A Borgo Montegrosso tutto pronto per la festa del gusto "P-Assaggi" prevista per il 19 maggio

20 i cuochi e artigiani del gusto soci de La Puglia è Servita

Sale a 20 il numero dei cuochi e artigiani del gusto provenienti da tutta la Puglia per P-Assaggi, la grande festa del gusto che si terrà a Montegrosso di Andria, presso la Biomasseria Lama di Luna, il prossimo 19 maggio. Un vero e proprio "esercito del gusto", che proporrà un ricco menu di preparazioni di eccellenza, ricette di antiche tradizioni, tutte a partire da selezionatissime materie prime della nostra terra.
L'evento, organizzato da Tirsomedia in collaborazione con La Puglia è Servita, si pone come obiettivo quello di diffondere la cultura enogastronomica della regione, attraverso storie di tradizione ed innovazione, promuovendo il territorio affascinante e ancora inesplorato dell'Alta Murgia.

Un ventaglio di sapori tutti da scoprire nell'area Assaggi della manifestazione, con le innumerevoli proposte degli chef. Gioca in casa Pietro Zito di Antichi Sapori (Montegrosso, Andria) con il suo Orto di maggio a tavola, come pure Savino di Bartolomeo della Masseria Cimadomo (Corato), con il suo saporito Bruschettone con pesto murgiano. I profumi delle erbe spontanee la fanno da padroni nella Pasta al ferretto con finocchietto selvatico e mollica di pane di Cinzia Piccarreta de La Bottega dell'Allegria (Corato), mentre si presenta come un'esplosione di sapori murgiani il Fiore di zucchina dal cuore di grano duro, con ricotta di pecora e menta, su cremoso al datterino giallo e mandorle di Torre di Nebbia, ideato da Domenico Valente della Masseria Torre di Nebbia (Corato); chiude la delegazione murgiana Antonio di Nunno de La Locanda di Nunno (Canosa di Puglia), con un piatto in cui la terra incontra il mare, una gustosa Crema di piselli con polpo.
Non solo Murgia a Passaggi, ma tutta la Puglia: Patrizia Girardi di Amastuola Wines & Resort (Crispiano) propone due "street food" gourmet, un Paninetto di spinaci con capocollo di Martina e pesto di melanzana e un Paninetto di barbabietola con lonzino, formaggio fresco e rucola, mentre Pasquale Fatalino de L'Antica Locanda (Noci) porta i sapori della Valle d'Itria con i suoi Cavatelli Terra Madre con cipolla di Acquaviva e Capocollo di Martina Franca, adagiati su passata di fave. Maria Cicorella e Antonio Zaccardi del Pashà (Conversano) proporranno un originale connubio tra bietole e cozze. Un viaggio del gusto che arriva sulla costa, con la Seppia croccante, quinoa e piselli di Michele Matera e Alessio Di Micco del ristorante Corteinfiore (Trani), la Parmigiana Mediterranea Light di Nicola Scarpelli e Nicla Longo de Le Rune (Torre a Mare), il fresco Orzo risottato, cefalo, asparagi, polvere di pomodoro e caciocavallo podolico ideato da Alessandro Pizzuto della risto-bottega Stammibene (Bari) e lo Sgombro allo sponsale di Acquaviva con insalata di grano, patate e zucchine presentato da Beppe Schino di Perbacco (Bari). Rappresentate anche le punte estreme della regione: dal Gargano, nel Baccalà mantecato ai pistacchi di Domenico Cilenti di Porta di Basso (Peschici), al Salento di Matteo Romano del ristorante Lilith (Vernole), che assicura un tocco di dolcezza con la Torta di mandorle di Toritto con mousse di ricotta della Comunità Slow Food delle Cesine e gel di limone.

Protagonisti dell'area Assaggi non solo i piatti preparati al momento nelle Cucine de La Puglia è Servita, ma anche i prodotti degli artigiani del gusto: da non perdere i latticini dell'Alta Murgia e la Burrata di Andria IGP del Caseificio Olanda (Andria), il Capocollo di Martina Franca e i salumi della Valle d'Itria del Salumificio Santoro (Cisternino), l'uovo a bassa temperatura con caviale e salicornia di Tuorlo Biancofiore (S. Giovanni Rotondo). Ci saranno anche i gelati artigianali, con la gelateria Pinagel (Peschici), con tanti gusti tutti da assaggiare: Arancia e Zenzero, Amarena, Crema degli Angeli (con le uova di Tuorlo Biancofiore), Fior di Ceci, Limone IGP del Gargano, More selvatiche del Gargano, Stracciatella di Arance amare del Gargano, e la specialità della casa, il rinomato Gianduiotto.
In abbinamento, gli oli extravergine dei soci del consorzio Buonaterra, i vini da tutta la regione nell'Enoteca del Movimento del Turismo del Vino Puglia, e i Vini Doc di Castel del Monte nell'Enoteca del Consorzio di tutela DOC Castel del Monte, per rendere la serata un'esperienza gastronomica davvero unica.
Un tripudio di sapori, per raccontare l'incredibile varietà di prodotti che caratterizza la nostra Puglia e la profonda passione che da sempre muove ristoratori e produttori della nostra regione.

I COSTI Una grande manifestazione a un costo piccolo piccolo: soli 15 € per l'ingresso alla giornata di domenica 19 maggio (gratuito per i bambini fino a 14 anni), comprendente la partecipazione al talk e al concerto di Matthew Lee. Prevendita su http://bit.ly/Passaggi_Prevendita.
In più, per assaggiare le proposte cibo-vino della serata, la comoda formula del kit degustazione: 15 € comprendenti 1 ticket food, 3 ticket vino, un calice in vetro e tasca portacalice. In omaggio con il primo kit degustazione anche i tarallini di Agricola del Sole e il salvagoccia, realizzato da Megamark per "Goccia a Goccia", il progetto dei supermercati Supermercati DOK e Famila Sud Italia che accompagnerà le iniziative di MTV Puglia, Buonaterra, La Puglia è Servita per tutto il 2019.

L'alta cucina la fa da padrona anche nel Charity Lunch di lunedì 20 maggio, organizzato per sostenere l'importante causa della Fondazione Slow Food per la Biodiversità "10.000 orti in Africa", a cui l'incasso sarà interamente devoluto. Obiettivo del progetto è realizzare orti buoni, puliti e giusti nelle scuole e nei villaggi africani, per garantire alle comunità cibo fresco e sano e formare una rete di operatori consapevoli del valore della propria terra e della propria cultura.
Un richiamo alla solidarietà che non è rimasto inascoltato, facendo registrare il tutto esaurito in pochi giorni. Merito anche del menù d'eccezione, curato dallo chef due stelle Michelin Gennaro Esposito e da 5 cuochi de La Puglia è Servita. Cucineranno Domenico Cilenti (ristorante Porta di Basso, Peschici), Pietro Zito (Antichi Sapori, Montegrosso di Andria), Maria Cicorella e Antonio Zaccardi (Ristorante Pashà - una stella Michelin, Conversano), Patrizia Gilardi (Masseria Amastuola), Matteo Romano (ristorante Lilith, Vernole). In abbinamento, i vini del Movimento Turismo del Vino Puglia e gli extravergine di Buonaterra con la buvette curata dai sommelier della Fondazione Italiana Sommelier Puglia. Il servizio in sala sarà curato da una speciale Brigata degli Osti de La Puglia è Servita.

Passaggi fa parte della programmazione progettuale dal titolo "La Puglia è Servita" presentata da Tirsomedia a valere sul fondo di sviluppo e coesione - FSC -2014-2020 "Patto per la Puglia", finanziata dall'Assessorato all'Industria turistica e culturale.

La Puglia è Servita è un consorzio di professionisti pugliesi dell'ospitalità che nasce sulle orme della storica guida della casa editrice Tirsomedia. Ne fanno parte ristoratori e imprenditori del turismo, masserie e operatori dell'ospitalità legati alla terra e alle sue materie prime.
  • cucina
Altri contenuti a tema
Ekaterina Sitnikova racconta la cucina di Molfetta in Russia: «Fantastica» Ekaterina Sitnikova racconta la cucina di Molfetta in Russia: «Fantastica» La volontaria è stata per un anno nella nostra città
3 Apre "Memorie", lo chef stellato Felice Lo Basso si racconta al network Viva Apre "Memorie", lo chef stellato Felice Lo Basso si racconta al network Viva Dopo Milano, il ritorno in Puglia per un'avventura tutta da scoprire
Chef Felice La Forgia alle Olimpiadi di Cucina per rappresentare l'Italia Chef Felice La Forgia alle Olimpiadi di Cucina per rappresentare l'Italia Il 22 e 24 ottobre la Nazionale Italiana Cuochi realizzerà 2 menù per sfidare altri 35 Paesi
Lo chef molfettese Fabio Abbattista in tv Lo chef molfettese Fabio Abbattista in tv Incontro- scontro fra cucine e culture
Tre ricette per un pranzo a base di "Favetta" Tre ricette per un pranzo a base di "Favetta" Ingrediente regina. la fava bianca decorticata
Imprenditori stranieri in visita a Molfetta Imprenditori stranieri in visita a Molfetta Uno show cooking e poi… chissà
Lo chef molfettese Abbattista alla guida dell’Albereta, sul lago d'Iseo Lo chef molfettese Abbattista alla guida dell’Albereta, sul lago d'Iseo Prende il posto che è stato di Gualtiero Marchesi
Piatto unico o antipasto? La proposta dello chef Sergio Cantatore Piatto unico o antipasto? La proposta dello chef Sergio Cantatore Cucina a chilometro zero anche per le feste
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.