Topi da biblioteca

Nicola Lagioia vince il premio Strega 2015

Il suo libro, edito da Einaudi, offre uno specchio della Puglia

C'è chi pensava fosse un vincitore annunciato e chi non avrebbe mai scommesso su di lui ma alla fine, è proprio Nicola Lagioia ad aggiudicarsi il Premio Strega 2015. L'ambito riconoscimento, dopo oltre sessant'anni dalla sua fondazione, è stato assegnato allo scrittore barese con 145 voti. Il corpo elettorale di quattrocento fra uomini e donne di cultura, hanno riconosciuto in Nicola Lagioia, il degno vincitore del premio annuale. Il suo libro, edito da Einaudi, offre uno specchio della nostra Puglia, una terra splendida e allo stesso tempo feroce.

Merito della natura che fa da sfondo alla vicenda o forse del realismo della famiglia protagonista, il romanzo è riuscito a sbaragliare tutta la concorrenza. A salire sul podio tra la cinquina di finalisti è stato lui, Lagioia, classe '73 e una carriera da scrittore. E' stato autore di Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj(2001) e Occidente per principianti (Einaudi, Supercoralli 2004), Riportando tutto a casa (Supercoralli 2009, Super ET 2011); oltre che vincitore di altri riconoscimenti: Premio Viareggio-Rèpaci, Premio Vittorini, Premio Volponi. E' anche editor della collana di letteratura italiana minimum fax. Nell'opera del 2014 che gli ha permesso di ottenere il Premio Strega, accompagna il protagonista nella scoperta del malaffare, evocando un classico topos letterario, quello dell'amore tra fratello e sorella, un legame inscindibile che induce il primo a far luce sulla vicenda della morte di lei.
  • nicola lagioia
Altri contenuti a tema
La ferocia, il libro candidato al premio Strega 2015, di Nicola Lagioia La ferocia, il libro candidato al premio Strega 2015, di Nicola Lagioia L'autore pugliese in lizza per il prestigioso riconoscimento
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.