Vaccino
Vaccino

La Regione Puglia cita il report ISS sull'efficacia dei vaccini

L'incidenza dei contagi è dieci volte più alta nei soggetti non immunizzati

Se le vaccinazioni nella popolazione raggiungono alti livelli di copertura si verifica l'effetto paradosso per cui il numero assoluto di infezioni, ospedalizzazioni e decessi può essere simile tra i vaccinati rispetto ai non vaccinati. In questi casi, l'incidenza, però, (intesa come il rapporto tra il numero dei casi e la popolazione), è circa dieci volte più bassa nei vaccinati rispetto ai non vaccinati. Questi numeri se letti correttamente, quindi, ribadiscono quanto la vaccinazione sia efficace.

La vaccinazione anti-COVID-19, come accade per tutte le vaccinazioni, non protegge il 100% degli individui vaccinati. Attualmente sappiamo che la vaccinazione anti-COVID-19, se si effettua il ciclo vaccinale completo, protegge all'88% dall'infezione, al 94% dal ricovero in ospedale, al 97% dal ricovero in terapia intensiva e al 96% da un esito fatale della malattia. È quindi possibile ed atteso un limitato numero di casi di infezione, di ricoveri ospedalieri, di ricoveri in terapia intensiva e di decessi anche tra i vaccinati, in numero estremamente più basso se confrontati a quelli che si verificano tra i soggetti non vaccinati.

Con l'aumentare della copertura vaccinale decresce il numero dei casi proprio per l'efficacia della vaccinazione: questo comporta che i pochi casi tra i vaccinati possano apparire proporzionalmente numerosi; in gruppi di popolazione con una copertura vaccinale altissima, la maggior parte dei casi segnalati si potrebbe così verificare in soggetti vaccinati, solo perché la numerosità della popolazione dei vaccinati è molto più elevata di quella dei soggetti non vaccinati.

Questo è un paradosso, atteso e ben conosciuto, che bisogna saper riconoscere per evitare preoccupazioni e perdita di fiducia nella vaccinazione. I sistemi di sorveglianza, inoltre, non rendono evidenti i casi di malattia evitati dalla vaccinazione ma fanno emergere solo quelli che si ammalano malgrado la vaccinazione.

Il vaccino, quando somministrato con l'intero ciclo, è efficace a proteggere la popolazione. Tuttavia, va ricordato che più il virus circola, ad esempio, per una copertura vaccinale non ottimale in tutte le fasce di età e/o per il non rispetto delle restrizioni, maggiore è il rischio che il virus venga trasmesso a soggetti a rischio di malattia severa anche se vaccinata e favorire il fenomeno della comparsa di nuove varianti.
  • Vaccino
Altri contenuti a tema
Vaccino anti-Covid, ora disponibile la nuova formula contro tutte le varianti Vaccino anti-Covid, ora disponibile la nuova formula contro tutte le varianti Non cambia la platea interessata dalle somministrazioni
Vaccinazioni anti-Covid: si prosegue con le quarte dosi a Molfetta Vaccinazioni anti-Covid: si prosegue con le quarte dosi a Molfetta Più di 3mila molfettesi hanno ricevuto anche il secondo booster
Vaccinazioni anti-Covid a Molfetta: comunicato il calendario per settembre Vaccinazioni anti-Covid a Molfetta: comunicato il calendario per settembre Nota della Asl Bari con gli orari dell'ufficio SISP
Vaccino, a Molfetta 3mila persone con la quarta dose Vaccino, a Molfetta 3mila persone con la quarta dose Non si ferma la campagna di somministrazioni in città
Vaccino anti-Covid, a Molfetta quasi 500 quarte dosi somministrate in settimana Vaccino anti-Covid, a Molfetta quasi 500 quarte dosi somministrate in settimana Procede la campagna di immunizzazione per over 60 e fragili
Vaccino anti-Covid a Molfetta: il calendario per agosto Vaccino anti-Covid a Molfetta: il calendario per agosto Somministrazioni su prenotazione all'ufficio SISP
Vaccino anti-Covid: a Molfetta oltre 2mila persone con la quarta dose Vaccino anti-Covid: a Molfetta oltre 2mila persone con la quarta dose Proseguono le somministrazioni a over 60 e fragili
Quarta dose di vaccino: a Molfetta l'hanno ricevuta 1.698 persone Quarta dose di vaccino: a Molfetta l'hanno ricevuta 1.698 persone Grande aumento di richieste negli ultimi quindici giorni
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.