Croce
Croce

Un anno fa a Molfetta la benedizione della Croce e dell’Ulivo in ricordo di don Tonino

La città riparte proprio da quei messaggi di speranza del 7 aprile 2019

Era il 7 aprile del 2019 quando Molfetta partecipava alla benedizione di un simbolo, una croce ed un ulivo secolare che, a perenne memoria, testimonierà l'amore per un Vescovo scomodo, don Tonino Bello, e di un Pontefice, Papa Francesco, che fece sosta nella nostra città il 20 aprile del 2018.

Oggi, in quella Croce scomoda, posizionata nel cuore della città, a guardare la finestra da cui don Tonino amava affacciarsi, Molfetta riscopre la speranza e a quella Croce si affida per superare, insieme, alcuni tra i giorni più tristi della sua storia a causa dell'emergenza epidemiologica legata al Coronavirus.

Un anno fa sul palchetto, posizionato dall'aiuola spartitraffico di piazza Garibaldi, c'erano il sindaco, Tommaso Minervini, il vescovo della Diocesi, monsignor Domenico Cornacchia, l'arcivescovo metropolita, monsignor Francesco Cacucci. E c'era pure il popolo di don Tonino, quello che neppure la pioggia era riuscito a fermare.

«Con la benedizione di oggi – disse allora il sindaco Minervini - devono tornare in primo piano i molti volti autentici ad incrociare il messaggio di don Tonino ben piantato nel centro della nostra città. Così quando noi non ci saremo più, e le nostri opinioni ed i cavilli burocratici non li ricorderà più nessuno per i laici resterà la tensione etico morale, per i credenti la tensione evangelica. Infatti questi segni vanno oltre di noi e i loro valori cammineranno su altre gambe ed in altri cuori».
  • chiesa locale
Altri contenuti a tema
1 Earth Day: la Gioventù Francescana pianta un albero in piazza Vittorio Emanuele Earth Day: la Gioventù Francescana pianta un albero in piazza Vittorio Emanuele Giandomenico Altamura: «Come Gioventù Francescana sentiamo l'impegno di preservare il creato»
Parrocchia Immacolata: dopo gli atti di violenza riapre “Casa Emmanuel” Parrocchia Immacolata: dopo gli atti di violenza riapre “Casa Emmanuel” Don Nicolò Tempesta: «siamo pronti nuovamente a riaprire nella speranza che questi episodi non si verifichino mai più».
Don Raffaele Tatulli nuovo Vicario Generale della Diocesi Don Raffaele Tatulli nuovo Vicario Generale della Diocesi Aiuterà il Vescovo nella gestione della Diocesi
Premio Turris Magna alla memoria di Monsignor Luigi Martella Premio Turris Magna alla memoria di Monsignor Luigi Martella A Villa Baglivo la consegna del premio riservato alle personalità  simbolo del Salento 
Don Ignazio de Gioia, 56 anni al servizio della Chiesa Don Ignazio de Gioia, 56 anni al servizio della Chiesa Amministratore diocesano, missionario e testimone senza tempo
Giubileo dei ragazzi, i giorni della festa per gli adolescenti della Diocesi Giubileo dei ragazzi, i giorni della festa per gli adolescenti della Diocesi Il Papa ai ragazzi: «La felicità non è un’app da scaricare»
Sacro Cuore: “Cabaret night”, intrattenimento dai mille volti Sacro Cuore: “Cabaret night”, intrattenimento dai mille volti Il ricavato servirà a finanziare la partecipazione dei giovani della parrocchia alla Giornata mondiale della Gioventù
Don Mimmo Amato sottoposto a intervento neurochirurgico urgente Don Mimmo Amato sottoposto a intervento neurochirurgico urgente Diagnosticata una ischemia cerebrale con conseguente ematoma subdorale
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.