Tommaso Minervini
Tommaso Minervini

Tommaso Minervini sull'Ospedale di Molfetta: «La struttura verrà potenziata»

Confermati gli accordi presi con la Regione Puglia

L'Ospedale di Molfetta è da giorni al centro di numerosi dibattiti, legati sia al piano di riordino ospedaliero presentato dalla regione Puglia e approvato dal ministero della salute che ai casi di assenteismo emersi con l'inchiesta della Guardia di Finanza. Mettendo da parte le questioni giudiziarie, lasciare gli organi preposti a questo tipo di incarico, il Sindaco di Molfetta Tommaso Minervini ha parlato oggi in conferenza stampa per fare chiarezza sul futuro della struttura sanitaria.

Presso la sede comunale di Lama Scotella, il primo cittadino molfettese ha voluto ribadire il piano di potenziamento sanitario previsto per l'ospedale: «Il presidente della Regione Puglia Emiliano, in seguito agli accordi istituzionali che sono stati trovati negli ultimi due anni, ha confermato i finanziamenti che permetteranno di migliorare l'offerta sanitaria. Nel frattempo, sono anche confermati i reparti di urologia, cardiologia, radiologia e pediatria territoriale, oltre ai quattro posti di terapia intensiva chirurgica. Purtroppo troppe strutture ospedaliere della zona risultano incomplete e il mio compito come sindaco è quello di occuparmi del potenziamento di questo servizio, con i lavori per le tre nuove sale operatorie e nella palazzina per la Medicina Territoriale. Nei prossimi giorni verrà pubblicata sul sito del Comune la lettera del Sindaco al Presidente della Regione Puglia con la sua risposta, in modo che tutto possa essere alla portata dei cittadini».

Un riferimento, inevitabile, agli attacchi sui social riguardanti l'incertezza sul destino dell'ospedale: «Le polemiche su Facebook non fanno altro che alimentare le paure della comunità ma io faccio appello alla razionalità perché poi i sindaci passano ma gli ospedali rimangono quindi a noi interessa che queste strutture funzionino bene, programmando l'offerta sanitaria per il futuro. Stiamo lavorando in questa direzione e mi auguro che sempre più persone possano capirlo. L'autorità giudiziaria fa nel frattempo il suo lavoro nelle aule di Tribunale e noi nel frattempo dobbiamo pensare a fare il nostro dovere. Le istituzioni pubbliche non devono rischiare di mescolare i due campi perché ne deriverebbe uno sterile immobilismo. Verrà organizzata una riunione con i rappresentanti dell'ordine dei medici per dimostrare la nostra vicinanza alla loro professionalità e andare oltre la bufera che si è scatenata nei giorni scorsi».

In chiusura, un commento sui sindacati e le loro recenti prese di posizione: «I sindacati devono fare il loro lavoro, essendo sempre attenti e vigili ma restando accanto alle istituzioni che hanno come unico fine quello di operare sul territorio per un miglioramento della sua condizione».
  • Ospedale
Altri contenuti a tema
Nell'ospedale di Molfetta una nuova macchina per la TAC Nell'ospedale di Molfetta una nuova macchina per la TAC Le urgenze spostate all'ospedale di Terlizzi o al "San Paolo" di Bari
L'ospedale di Molfetta ancora operativo. Rassicurazioni dall'amministrazione L'ospedale di Molfetta ancora operativo. Rassicurazioni dall'amministrazione A settembre novità sull'ospedale del nord barese
Scandalo ospedale di Molfetta, revocati gli arresti domiciliari anche a Filomena Squeo Scandalo ospedale di Molfetta, revocati gli arresti domiciliari anche a Filomena Squeo Lo ha deciso il gip del Tribunale Trani, accogliendo l'istanza dell'avvocato Maurizio Masellis
2 In libertà altri due arrestati nell'operazione "Quinto Piano" all'ospedale di Molfetta In libertà altri due arrestati nell'operazione "Quinto Piano" all'ospedale di Molfetta Si tratta di Vincenza Farinola e Luigi la Forgia. Accolte le richieste dell'avvocato Felice Petruzzella
Operazione "Quinto Piano", revocata un'altra misura cautelare Operazione "Quinto Piano", revocata un'altra misura cautelare Lucrezia Ribera era stata interdetta dal servizio per 3 mesi. Ritenute idonee le argomentazioni dell'avvocato Michele Salvemini
2 Scandalo ospedale di Molfetta, in settimana gli arrestati ancora davanti al Riesame Scandalo ospedale di Molfetta, in settimana gli arrestati ancora davanti al Riesame Già diverse le revoche per altrettanti agli arresti domiciliari. Le altre posizioni, invece, dovrebbero essere discusse tra lunedì e giovedì
Il Riesame revoca i domiciliari, in libertà alcuni arrestati nello scandalo dell'ospedale di Molfetta Il Riesame revoca i domiciliari, in libertà alcuni arrestati nello scandalo dell'ospedale di Molfetta Tornano in libertà Demetrio Losciale, Raffaele Croce e Salvatore Boccanegra. Accolto il ricorso delle difese degli avvocati Andrea Calò e Michele Calaprice
Cgil, Cisl e Uil uniti in difesa dell’Ospedale di Molfetta: «Non è una battaglia di campanile» Cgil, Cisl e Uil uniti in difesa dell’Ospedale di Molfetta: «Non è una battaglia di campanile» Propongono convocazione di consiglio comunale straordinario, incontro con il presidente della commissione regionale e stanziamento dei fondi per il Nord Barese
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.