La tartaruga rinvenuta a Torre Calderina
La tartaruga rinvenuta a Torre Calderina
Cronaca

Tartaruga trovata morta sulla spiaggia di Torre Calderina

Ennesimo spiaggiamento di un esemplare di caretta caretta: l'animale era in avanzato stato di decomposizione

Un esemplare di tartaruga marina, della specie caretta caretta, è stato rinvenuto senza vita a Molfetta, lungo la spiaggia libera di Torre Calderina. Si tratta dell'ennesimo ritrovamento di tartarughe spiaggiate a causa delle mareggiate che in questi giorni hanno battuto il litorale a nord di Bari.

La segnalazione è arrivata da un passante che ha notato la tartaruga marina lungo la battigia: sul posto sono intervenuti gli uomini della Capitaneria di Porto di Molfetta e il veterinario dell'Azienda Sanitaria Locale nonché i volontari del centro di recupero tartarughe marine di Molfetta, coordinati da Pasquale Salvemini. L'animale spiaggiatosi, un esemplare maschio sub adulto, apparteneva alla specie caretta caretta, la tartaruga marina più comune del Mediterraneo.

La tartaruga, che non presentava evidenti lesioni esterne, era in un avanzato stato di decomposizione, motivo per cui la carcassa, dopo la stesura degli atti di legge, sarà smaltita dall'apposita ditta. «Sulle cause della morte - riferisce Salvemini - è difficile giungere ad una definizione precisa. In ogni caso, la tartaruga risulta essere morta da oltre 20 giorni, quindi le correnti di maestrale di questi giorni avranno di fatto spinto la carcassa sulla battigia, sino a spiaggiarsi».

Non è chiaro, dunque, quali siano le ragioni del decesso della tartaruga. A mettere a rischio la vita degli animali, oltre all'inquinamento, anche le catture accidentali da parte degli operatori della pesca. Spesso, infatti, le tartarughe restano impigliate nelle reti, non riuscendo a tornare in superficie per respirare.
  • Tartarughe Molfetta
Altri contenuti a tema
Altre due tartarughe morte spiaggiate a Molfetta Altre due tartarughe morte spiaggiate a Molfetta La prima in località San Giacomo, la seconda sul lungomare Colonna. È intervenuta la Guardia Costiera
La strage delle tartarughe: altre due ritrovate spiaggiate a Molfetta La strage delle tartarughe: altre due ritrovate spiaggiate a Molfetta La mareggiata ha spinto le due carcasse a riva, fra cui una femmina adulta. Numeri da brividi: 4 spiaggiamenti in 5 giorni
Una carcassa di tartaruga marina recuperata a Cola Olidda Una carcassa di tartaruga marina recuperata a Cola Olidda Sul posto Capitaneria di Porto, Asl e WWF. Stessa dinamica appena 24 ore prima nel porto di Molfetta
Tartaruga spiaggiata nel porto di Molfetta Tartaruga spiaggiata nel porto di Molfetta L'esemplare del genere caretta caretta, morto da poche ore, è stato segnalato alla Capitaneria di Porto
Tartaruga morta e decomposta: ​trovata sul lungomare Colonna Tartaruga morta e decomposta: ​trovata sul lungomare Colonna Un esemplare di caretta caretta è stato rinvenuto ieri sulla spiaggia detta La Bussola
Ritrovamento a Molfetta: mare restituisce tartaruga priva della testa e degli arti Ritrovamento a Molfetta: mare restituisce tartaruga priva della testa e degli arti La carcassa spiaggiata nei pressi del lido Algamarina. Sono stati alcuni bagnanti a notare la presenza dell'esemplare
Tartarughe, è di nuovo emergenza: una spiaggiata anche a Molfetta Tartarughe, è di nuovo emergenza: una spiaggiata anche a Molfetta Il centro di recupero diretto da Pasquale Salvemini ne ha recuperate addirittura 7 nelle ultime 48 ore
Sequestrata al porto di Bari una tartaruga viva. Affidata al WWF di Molfetta Sequestrata al porto di Bari una tartaruga viva. Affidata al WWF di Molfetta La testuggine, nascosta in una scatola di scarpe, è stata trasportata da un cittadino italiano proveniente dalla Grecia, denunciato all'Autorità Giudiziaria
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.