La tartaruga rinvenuta a Barletta
La tartaruga rinvenuta a Barletta
Cronaca

Due tartarughe marine accomunate da un tragico destino

Liberate entrambe nel 2017, si sono spiaggiate fra Tel Aviv e Barletta. Salvemini: «Un grosso danno»

Due caretta caretta accomunate da un tragico destino. Sì, parliamo di due tartarughe marine liberate ambedue nel 2017. La prima, un esemplare femmina di circa 70 centimetri di lunghezza carapace, è stata gestita dal centro tartarughe marine di Molfetta, gestito dai soci del WWF, e liberata a Bisceglie nel novembre 2017.

Quest'animale, dopo aver navigato per oltre 4 anni e dopo avere macinato migliaia di chilometri, il mese scorso è stato trovato privo di vita su una spiaggia vicino Tel Aviv, una città israeliana situata sulla costa del mare Mediterraneo. Un gruppo di ricercatori locali ha provveduto a recuperare la carcassa prima di sottoporla ad un esame necroscopico. «Nei prossimi giorni - fa sapere Pasquale Salvemini, referente regionale del WWF - conosceremo le cause della sua dipartita».

La seconda, invece, un'altra femmina di 83 centimetri di lunghezza carapace, liberata da Archelon di Atene a settembre 2017 mentre la stessa tartaruga, sempre della specie caretta caretta, era intenta a deporre le uova lungo spiagge del golfo di Kyparissia, sulla costa occidentale del Peloponneso, nella Grecia meridionale, si è arenata sul litorale di Barletta, a Ponente. «Considerando la sua maturità - dice ancora l'animalista molfettese - speriamo sia riuscita a deporre le uova».

Per Salvemini «purtroppo, dal punto di vista della conservazione, il decesso di questi esemplari molto grandi è sempre un grosso danno. Guardando l'esemplare dall'esterno - termina - quasi certamente la morte è ascrivibile a fattori antropici», come la presenza di rifiuti plastici e la cattura accidentale nelle reti da pesca.
  • Tartarughe Molfetta
Altri contenuti a tema
Giornata Nazionale del Mare: a Molfetta l'evento conclusivo "Tarta-Free" Giornata Nazionale del Mare: a Molfetta l'evento conclusivo "Tarta-Free" L'iniziativa si svolgerà presso la Prima Cala: nel corso della mattinata diverse caretta caretta torneranno in mare
Violente mareggiate: due tartarughe spiaggiate a Molfetta Violente mareggiate: due tartarughe spiaggiate a Molfetta Sono state trovate a cala San Giacomo: entrambe si presentavano in avanzato stato di decomposizione
Un raro esemplare di tartaruga verde recuperato a Molfetta Un raro esemplare di tartaruga verde recuperato a Molfetta L'esemplare, appartenente alla specie Chelonia mydas, si è spiaggiato in località Prima Cala
Un'altra tartaruga morta a Molfetta, trovata al lungomare Colonna Un'altra tartaruga morta a Molfetta, trovata al lungomare Colonna Continuano i ritrovamenti lungo la costa. Nelle ultime 48 ore sono stati rinvenute circa 40 carcasse
Sequestrate 20 tartarughe d'acqua dolce e affidate al WWF Puglia Sequestrate 20 tartarughe d'acqua dolce e affidate al WWF Puglia Recuperate dai Carabinieri, sono state prese in carico dai volontari del centro di Molfetta. Salvemini: «Un problema dilagante»
Carcassa di tartaruga spiaggiata a cala San Giacomo Carcassa di tartaruga spiaggiata a cala San Giacomo L'esemplare, in avanzato stato di decomposizione, è stato recuperato dai volontari del WWF
Due tartarughe morte spiaggiate a Molfetta Due tartarughe morte spiaggiate a Molfetta Si tratta di altrettanti esemplari della specie caretta caretta. È intervenuta la Guardia Costiera
AdrioNet, recuperate vive 483 tartarughe marine AdrioNet, recuperate vive 483 tartarughe marine All'interno della Rete Adriatico-Ionica anche il centro di recupero tartarughe marine di Molfetta
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.