La tartaruga rinvenuta al lido Algamarina
La tartaruga rinvenuta al lido Algamarina
Cronaca

Ritrovamento a Molfetta: mare restituisce tartaruga priva della testa e degli arti

La carcassa spiaggiata nei pressi del lido Algamarina. Sono stati alcuni bagnanti a notare la presenza dell'esemplare

Una tartaruga spiaggiata sul litorale fra Molfetta e Giovinazzo. E proprio i particolari dell'animale, dal carapace in avanzato stato di decomposizione all'assenza della testa e degli arti, sono subito balzate agli occhi da chi ha avvistato ieri l'animale alla deriva nei pressi del lido Algamarina.

La carcassa, della specie caretta caretta (la tartaruga marina più comune del mar Mediterraneo, nda), ormai priva di vita, in decomposizione e priva della testa e degli arti, è stata recuperata e ispezionata dai volontari del centro di recupero tartarughe marine, diretti da Pasquale Salvemini, giunti in loco con i militari della Capitaneria di Porto, alla Polizia Locale e i funzionari del Servizio Veterinario dell'Azienda Sanitaria Locale di Bari.

Si tratta di un esemplare lungo 76 centimetri. Secondo i primi rilievi effettuati dal personale intervenuto sul posto, la tartaruga potrebbe essere morta annegata, oppure con un'embolia, perché questi animali finiscono accidentalmente nelle reti da pesca, oppure potrebbe essere stato fatale un impatto con qualche natante. I rischi principali sono costituiti dalla pesca con reti a strascico o da posta, dalle attività umane sulle spiagge, dalle parassitosi e dalle infezioni.

In Puglia ci sono cinque centri di recupero, tra cui quello di Molfetta, e tutti ospitano diversi esemplari feriti o ammalati, ma sono una goccia in un oceano rispetto a quelle che muoiono ogni anno. Ecco perché la collaborazione dei pescatori diventa determinante.
  • Tartarughe Molfetta
Altri contenuti a tema
Ancora una tartaruga spiaggiata sul litorale di Molfetta Ancora una tartaruga spiaggiata sul litorale di Molfetta La testuggine, in avanzato stato di decomposizione, è stata ritrovata nei pressi del lido Bahia
Ancora tartarughe spiaggiate sul litorale di Molfetta Ancora tartarughe spiaggiate sul litorale di Molfetta Due gli esemplari rinvenuti nei giorni scorsi: entrambi erano in avanzato stato di decomposizione
100 euro ai pescatori che salvano le tartarughe, i centri di recupero scrivono al Ministero 100 euro ai pescatori che salvano le tartarughe, i centri di recupero scrivono al Ministero «Un gravissimo errore pagare per il recupero delle tartarughe marine». Si vanificano decenni di buone pratiche
Altre due tartarughe morte spiaggiate a Molfetta Altre due tartarughe morte spiaggiate a Molfetta La prima in località San Giacomo, la seconda sul lungomare Colonna. È intervenuta la Guardia Costiera
Tartaruga trovata morta sulla spiaggia di Torre Calderina Tartaruga trovata morta sulla spiaggia di Torre Calderina Ennesimo spiaggiamento di un esemplare di caretta caretta: l'animale era in avanzato stato di decomposizione
La strage delle tartarughe: altre due ritrovate spiaggiate a Molfetta La strage delle tartarughe: altre due ritrovate spiaggiate a Molfetta La mareggiata ha spinto le due carcasse a riva, fra cui una femmina adulta. Numeri da brividi: 4 spiaggiamenti in 5 giorni
Una carcassa di tartaruga marina recuperata a Cola Olidda Una carcassa di tartaruga marina recuperata a Cola Olidda Sul posto Capitaneria di Porto, Asl e WWF. Stessa dinamica appena 24 ore prima nel porto di Molfetta
Tartaruga spiaggiata nel porto di Molfetta Tartaruga spiaggiata nel porto di Molfetta L'esemplare del genere caretta caretta, morto da poche ore, è stato segnalato alla Capitaneria di Porto
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.