mercatino
mercatino
Vita di città

Ritorna il mercatino rurale “Le Carrare”

Appuntamento il 20 Settembre

Dopo la pausa estiva, riprende con settembre in località Le Carrare, dalle 9.30 alle 14, il mercatino rurale che sta sempre più sta ampliando il numero delle persone coinvolte, i produttori locali e aziende agricole partecipanti all'iniziativa. L'intento è quello di coinvolgere altri produttori locali; tutto questo con lo scopo di incentivare le produzioni a km. zero, inserendo nelle diete i prodotti della nostra terra. Da ciò nasce l'importanza di diffondere l'iniziativa e di farla conoscere per fare in modo che queste realtà non scompaiano.

In occasione poi del mercatino rurale del 20 settembre, i produttori faranno una infornata di pane,pasta fatta in casa con farina di semola allo zafferano,biscotti allo zafferano e tante altre specialità. L'autoproduzione "Le Carrare" nasce nel 2010 da persone sensibili ai temi ecologici che decidono di abbandonare il proprio lavoro da dipendenti e di cimentarsi in qualcosa di veramente innovativo: la produzione di zafferano e varie spezie da utilizzare sia essiccate che per la produzione di olї aromatizzati, il tutto, ovviamente, rigorosamente biologico.

I due pionieri sono quindi andati ad abitare in campagna in una casa in legno in parte realizzata da loro e mangiano le verdure che produce l'orto. Il pane viene cucinato nel forno a legna di cui è dotata la casetta utilizzando il lievito madre prodotto da loro. Vivono una vita semplice seguendo i ritmi della natura. La campagna è circondata da ulivi secolari con cui producono olio biologico. Si sono dotati di pannelli fotovoltaici per produrre energia elettrica, fanno la raccolta differenziata e il compost con gli scarti di cucina che poi utilizzano come concime dell'orticello, riciclano gran parte degli oggetti e dei materiali, dando loro una seconda e a volte anche una terza opportunità.

La scelta ecologista viene condivisa dai figli che insieme ai genitori cercano di abbellire con creazioni artistiche questo angolo di paradiso terrestre. Si curano poi, per quanto possibile con le erbe della loro campagna. Gli oli aromatizzati vengono ottenuti tenendo in infusione nell'olio extravergine di oliva prodotto da loro, le varie spezie precedentemente essiccate; il tutto viene tenuto al buio per un mese circa, dopo di che si filtra. Per chi volesse fare un salto nel passato, riappropriarsi della natura, vivere una mattinata slow a contatto con la gente e con i prodotti della terra, quello del 20 settembre è un appuntamento da non perdere e da consigliare ad amici e conoscenti.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • mercatino
  • autoproduzioni
Altri contenuti a tema
Mercatino di San Nicola 2021: il 30 ottobre scade il bando per la partecipazione Mercatino di San Nicola 2021: il 30 ottobre scade il bando per la partecipazione La richiesta dei posteggi avviene in via telematica
110 bancarelle per il mercatino di San Nicola a Molfetta 110 bancarelle per il mercatino di San Nicola a Molfetta L'iniziativa il 3,4 e 5 dicembre prossimi in Via Generale Amato e Via Don Minzoni,
Domenica Mercatini del gusto in Piazza Principe di Napoli Domenica Mercatini del gusto in Piazza Principe di Napoli Una selezione di prodotti a chilometro zero
E se San Nicola fosse un cantante neomelodico? E se San Nicola fosse un cantante neomelodico? Un mercatino sempre più simile al mercato settimanale
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.