isola ecologica Levante
isola ecologica Levante

Raccolta differenziata, a Molfetta dato in lieve calo nel 2022

La percentuale di riciclo resta comunque nella fascia più alta

La XIV edizione di Comuni Ricicloni Puglia si svolge ad un anno dall'approvazione del nuovo Piano Regionale dei Rifiuti ed è l'occasione per fare il punto della situazione sullo stato dell'Economia Circolare in Puglia sia per il raggiungimento degli obiettivi minimi di legge del 65% di Raccolta Differenziata da parte dei Comuni, sia per quanto concerne l'impiantistica regionale vero elemento cruciale per uscire dal modello di economia lineare che ha tenuto in ostaggio la Regione Puglia per ormai troppi anni.

In Puglia la media percentuale regionale di raccolta differenziata nel 2021 è stabile al 56,5%, mentre nei primi mesi del 2022 si attesta al 60,04%. Quest'anno il rapporto Comuni Ricicloni Puglia 2022 da un cambio radicale nella valutazione dei Comuni Ricicloni, perché la soglia del 65% di RD rappresenta la linea di sbarramento che consente ai Comuni di poter essere valutati e non più il premio in sé. Da qui sono scaturiti i sette comuni Rifiuti Free, premio per quelle amministrazioni la cui produzione pro-capite di rifiuto secco avviato a smaltimento è inferiore dei 75 kg/anno/abitante, ovvero: Poggiorsini (BA), Bitritto (BA), Volturino (FG), Avetrana (TA), Montemesola (TA), Monteparano (TA) e Fragagnano (TA).

È stata definita, inoltre, la Menzione Speciale Teniamoli d'Occhio, ai 20 Comuni che seppur non avendo raggiunto l'obiettivo dei 75 kg/anno/abitante di secco residuo, si sono mantenuti sotto la soglia dei 100 Kg/anno/abitante. Che la menzione possa essere da stimolo a ridurre sempre di più e rientrare nella prossima edizione nel Premio Comuni Rifiuti Free. Il tasto dolente per la Puglia però restano i capoluoghi di provincia. Nel 2021 Trani (76,5%) è il Capoluogo di Provincia più Riciclone, a seguire resta stabile Barletta (69,3%), mentre si mantiene per poco sotto la soglia del 65% la città di Lecce, che si ferma al 64,3 % di raccolta differenziata. Andria invece è ferma al 60%.

Ben il 20% della popolazione dell'intera Regione Puglia è lontana dal raggiungere la soglia minima prevista dalla legge, continuando ad alimentare le discariche e così impedendo la reale spinta verso la chiusura del ciclo dei rifiuti secondo un modello virtuoso di economia circolare. Infatti la città di Brindisi è fissa a 47,6%. Bari perde ancora percentuali calando al 38,3%, mentre Foggia recupera qualcosa arrivando al 28,2%. Taranto chiude la classifica con il 25%

A Molfetta il dato è in lieve calo dal 71% calcolato lo scorso anno al 69,8% dell'ultimo report. La nostra città si piazza comunque nella fascia più alta cioè quella dei comuni con differenziata superiore al 65%.
  • gestione rifiuti
Altri contenuti a tema
L'ASM invita i cittadini al rispetto degli orari di conferimento dei rifiuti L'ASM invita i cittadini al rispetto degli orari di conferimento dei rifiuti Importante seguire le regole anche per via dell'ondata di calore
Pulizia delle strade dai rifiuti: siglata l'intesa Pulizia delle strade dai rifiuti: siglata l'intesa Accordo tra Anci, Regione Puglia, Anas e Upi
Servizi di raccolta rifiuti, ARO commissariato Servizi di raccolta rifiuti, ARO commissariato Alle due diffide dell'assessore Santorsola è seguito il commissariamento
In ritardo per l'affidamento di spazzamento e raccolta: ennesima diffida dalla Regione In ritardo per l'affidamento di spazzamento e raccolta: ennesima diffida dalla Regione Coinvolto l'Aro Ba 1 di cui fanno parte Molfetta, Terlizzi e Corato
Molfettesi 5 Stelle: installiamo eco-compattatori Molfettesi 5 Stelle: installiamo eco-compattatori Presentata un’istanza per proporre l’installazione di eco-compattatori sul territorio comunale.
Rifiuti, la gestione ancora all'Asm. La Sanb non in grado di avviare l'attività Rifiuti, la gestione ancora all'Asm. La Sanb non in grado di avviare l'attività Affidamento per altri 24 mesi. La Sanb non ancora in condizioni di operatività
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.