Giro d'Italia 2017 - Michele Emiliano. <span>Foto Vincenzo Bisceglie</span>
Giro d'Italia 2017 - Michele Emiliano. Foto Vincenzo Bisceglie

Michele Emiliano incontra Minervini e la marineria di Molfetta in difficoltà

Si valuta un ricordo alla Corte Europea

Elezioni Regionali 2020
Il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha incontrato questo pomeriggio in Presidenza i rappresentanti delle tre marinerie di Mola, Molfetta e Monopoli con i rispettivi sindaci, Giuseppe Colonna, Tommaso Minervini e Angelo Annese.

I pescatori pugliesi sono in grande difficoltà e chiedono di cambiare le norme perché lala legge attualmente in vigore, la 154 del 2016, prevede sanzioni spropositate, dai 4mila ai 75mila euro, per chi, tra le altre cose, non rispetta la misura dei pesci e le dimensioni delle reti a strascico. Reti che secondo il regolamento europeo del Mediterraneo dovrebbero essere di 50 cm di larghezza, una misura oltremodo grande per i pesci dei nostri mari che hanno dimensioni decisamente più piccole.

Le norme sulle dimensioni delle reti a strascico quindi, previste dal regolamento europeo, penalizzerebbero, con sanzioni altissime previste dalla legge 154, soprattutto i pescatori mediterranei, dal momento che nei mari del Nord è più facile trovare, ad esempio, merluzzi, salmoni, tonni più grandi.

I pescatori chiedono quindi sia la modifica del regolamento europeo sia la modifica della legge italiana.

"Stiamo valutando insieme con l'assessore di Gioia e con l'Avvocatura regionale – ha detto Emiliano al termine dell'incontro con i rappresentanti delle tre marinerie – se ci sono i termini per poter presentare un ricorso alla Corte di Giustizia europea. Nel frattempo chiediamo a tutti i parlamentari già in carica di impegnarsi per la modifica della legge 154 del 2016, con riferimento alla parte delle sanzioni pecuniarie previste per l'uso non consentito dell'attrezzo (la rete a strascico di 40 cm anziché 50 cm).






Contemporaneamente vorremmo fare un appello a tutti i candidati al Parlamento europeo affinchè si impegnino a rivedere il regolamento mediterraneo per renderlo più compatibile con le caratteristiche del pescato dei nostri mari, laddove i pesci hanno dimensione decisamente più piccole. La certezza – ha concluso Emiliano - che l'utilizzo della rete inidonea (di 40 cm) avrà sicuramente una sanzione sta impedendo l'uscita in mare di oltre 500 pescherecci, danneggiando fortemente il bilancio di molte famiglie che ora sono in grave difficoltà".
  • Michele Emiliano
  • tommaso minervini
Altri contenuti a tema
Oggi e domani anche Molfetta celebra le Giornate del Lavoro Oggi e domani anche Molfetta celebra le Giornate del Lavoro Minervini: «Siamo chiamati a riflettere sui valori della nostra emigrazione»
Musica nei locali a Molfetta. Il sindaco ordina gli orari Musica nei locali a Molfetta. Il sindaco ordina gli orari Ordinanza firmata da Tommaso Minervini dopo le sollecitazioni di cittadini e Forze dell'Ordine
1 Il sindaco di Molfetta plaude all'ultima operazione della Guardia di Finanza Il sindaco di Molfetta plaude all'ultima operazione della Guardia di Finanza Le parole di Minervini sull'individuazione di un opificio che produceva capi contraffatti
Il caldo agosto che attende la politica di Molfetta Il caldo agosto che attende la politica di Molfetta La campagna elettorale nel vivo. Sullo sfondo (ma mica tanto) le sorti dell'amministrazione comunale
Tre anni di amministrazione a Molfetta, il sindaco: «Recuperata la nostra identità culturale» Tre anni di amministrazione a Molfetta, il sindaco: «Recuperata la nostra identità culturale» Il videomessaggio di Tommaso Minervini alla città
Tommaso Minervini plaude alle forze dell'ordine a servizio della cultura della legalità Tommaso Minervini plaude alle forze dell'ordine a servizio della cultura della legalità Il primo cittadino commenta l'esito dell'operazione sul traffico di stupefacenti tra Albania e Italia
Il sindaco di Molfetta ricorda Luigi Palombella Il sindaco di Molfetta ricorda Luigi Palombella Minervini: «Perso un punto di riferimento nel sistema scolastico della città»
Minervini: «Imu non posticipata? Con l'Anci chiediamo una soluzione al Governo» Minervini: «Imu non posticipata? Con l'Anci chiediamo una soluzione al Governo» Il primo cittadino di Molfetta si schiera a favore delle imprese
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.