Confronto Legambiente e Lup
Confronto Legambiente e Lup

Legambiente Molfetta: «Annullare il bando per l'adozione delle aree verdi del Comune»

L'associazione: «Si realizzi un Piano del Verde su tutto il territorio»

Elezioni Regionali 2020
A seguito dell'avviso pubblico del 3 agosto, avente come oggetto il ricevimento di proposte di adozione di aree verdi comunali, il circolo Legambiente di Molfetta ha presentato le proprie osservazioni, chiedendo l'annullamento dell'atto.
Le motivazioni sono legate a quanto scritto nel regolamento comunale per l'adozione di aree verdi per la gestione e tutela del verde pubblico e privato, citato più volte nell'avviso.

Nel regolamento in questione, viene precisato che tutte le procedure debbano essere svolte dall'Ufficio Ambiente, competente in materia (tra cui anche la gestione delle aree verdi), mentre questo avviso è stato redatto dall'Ufficio Patrimonio che si occupa di altro.
La gestione delle aree verdi (Pinetina Cala San Giacomo, parchetto via Baccarini – zona Filippetto, parti di Lama Martina e Lama Cupa) è stata affidata a privati, rispettivamente, al Centro sportivo – turistico San Giacomo, alla ditta Humanitas e alla società Francese Agricoltura s.r.l. .

Anche questa assegnazione va in senso opposto rispetto al regolamento che parla di cittadini (singoli ed associati), associazioni, scuole, istituzioni religiose del territorio.

Noi chiediamo che venga realizzato, prima di tutto, un Piano del Verde su tutto il territorio urbano ed extraurbano per la progettazione, cura e manutenzione dello stesso; che siano individuate le aree di verde pubblico con le loro specificità in relazione alla funzione svolta (naturalistica e/o ambientale); che si riapra il dibattito sulla loro gestione, non cedendo a logiche "private", ma coinvolgendo la collettività, sulla scia di esperienze vicine come il Parco Gargasole a Bari.
Va recuperata una prospettiva ambientale, naturalistica e storica di cui il regolamento per l'adozione di aree verdi è oggi mancante.
Confidiamo che prevalga il buon senso e venga annullato questo avviso, più simile alla cessione temporanea di un bene pubblico a privati, dettata dalla mancanza di risorse economiche per poterlo manutenere che ad una soluzione "illuminata" di collaborazione tra amministrazione ed imprese.
  • Legambiente Molfetta
Altri contenuti a tema
Pino abbattuto in Piazza Moro, interviene anche Legambiente Molfetta Pino abbattuto in Piazza Moro, interviene anche Legambiente Molfetta Ne parla il presidente del circolo locale Marco Di Stefano
Molfetta tra i "comuni ricicloni", esultano ASM e Comune Molfetta tra i "comuni ricicloni", esultano ASM e Comune Il sindaco elogia i cittadini virtuosi e il lavoro dell'Asm
Molfetta tra i "comuni ricicloni" premiati da Legambiente Molfetta tra i "comuni ricicloni" premiati da Legambiente Conferma per la città, 43esima in tutta la Regione
Dal Comune di Molfetta censimento delle aree verdi della città, interviene Legambiente Dal Comune di Molfetta censimento delle aree verdi della città, interviene Legambiente La nota a firma del presidente del circolo locale Marco Di Stefano
Legambiente conferma il no ai canaloni nella zona industriale di Molfetta Legambiente conferma il no ai canaloni nella zona industriale di Molfetta La nota del presidente del circolo cittadino che ribadisce le ragioni della scelta
Legambiente e le inondazioni nella zona industriale di Molfetta: «Aggressione al territorio» Legambiente e le inondazioni nella zona industriale di Molfetta: «Aggressione al territorio» La nota del presidente Marco Di Stefano
Legambiente e i dubbi sugli espropri nel Piano per gli Insediamenti Produttivi di Molfetta Legambiente e i dubbi sugli espropri nel Piano per gli Insediamenti Produttivi di Molfetta L'associazione: «Così si cancella la cultura contadina di Molfetta»
Rischio idraulico alla zona industriale di Molfetta, Legambiente: «L’attuale progetto non risolve il rischio inondazioni» Rischio idraulico alla zona industriale di Molfetta, Legambiente: «L’attuale progetto non risolve il rischio inondazioni» L'associazione: «Si alla rinaturalizzazione delle lame»
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.