Lama Martina in zona rossa
Lama Martina in zona rossa

Lama Martina al centro delle violazioni anti-Covid. Lo sfogo di una residente

Claudia Gadaleta, da sempre abitante nella zona, parla di cosa sta accadendo nel parco

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera, scritta da Claudia Gadaleta, da sempre abitante nei pressi di Lama Martina.

"Si è commesso un grande peccato d'ingenuità quando si è pensato che aprire la lama alla frequentazione non avrebbe intaccato la quiete e la purezza dell'ambiente. Provo un enorme dispiacere a vedere che quella che in passato era una radura rigogliosa e piena, adesso è stata ridotta a una terra battuta e calpestata in cui i fili d'erba hanno ormai desistito al tentativo di ricrescere.

Il biancospino è tormentato dalle pallonate, gli insetti hanno perso le loro case a causa delle pesanti ruote di biciclette, monopattini e ciclomotori che, andando fuori sentiero, hanno distrutto la flora. Neanche la memoria dei contadini è stata risparmiata dal passaggio di questi mezzi sui muretti a secco. Il canto degli uccelli e il ronzio delle api sono continuamente oscurati dagli schiamazzi.

Come si può notare dalle foto allegate, la terra pullula di rifiuti, tra cui mascherine, bottiglie di plastica, bottiglie di vetro, carte di caramelle e, gran finale, mozziconi di sigarette. Una delle pochissime zone verdi di Molfetta, a cui sono affettivamente molto legata, maltrattata e calpestata senza rispetto. A questo punto, guardo all'idea di rendere possibile l'accesso alla lama come un fatale errore, dal quale sono consapevole non si potrà più tornare indietro, almeno finché l'ignoranza continuerà a regnare sovrana nella comunità e soprattutto, mi dispiace dirlo, tra i miei coetanei.

Alla parte sana della società: se vi capita di fare delle passeggiate nella lama, potreste portare con voi delle buste e dei guanti e, all'occorrenza, raccogliere i rifiuti che incontrate. Non è tanto, ma pur sempre un tentativo di tenere pulito l'ambiente".
8 fotoSegnalazioni a Lama Martina
Segnalazioni Lama MartinaSegnalazioni Lama MartinaSegnalazioni Lama MartinaSegnalazioni Lama MartinaSegnalazioni Lama MartinaSegnalazioni Lama MartinaSegnalazioni Lama MartinaSegnalazioni Lama Martina
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Covid, in Puglia calano ancora i ricoveri. Anche oggi sotto i mille casi Covid, in Puglia calano ancora i ricoveri. Anche oggi sotto i mille casi Nelle ultime 24 ore 979 positivi e 21 decessi
Ristorazione, cinema, sport e non solo: cosa cambia in Puglia da lunedì Ristorazione, cinema, sport e non solo: cosa cambia in Puglia da lunedì Riepilogo delle nuove regole vigenti per la zona gialla
I positivi al Covid in Puglia scendono sotto quota 45mila. Oggi 870 casi I positivi al Covid in Puglia scendono sotto quota 45mila. Oggi 870 casi Nell'ultimo bollettino anche 20 decessi
Covid, a Molfetta contagi e guarigioni alla pari in settimana. Ci sono due decessi Covid, a Molfetta contagi e guarigioni alla pari in settimana. Ci sono due decessi Gli attualmente positivi in città passano da 345 a 347
Covid, la Puglia in zona gialla da lunedì 10 maggio Covid, la Puglia in zona gialla da lunedì 10 maggio La decisione dell'Istituto Superiore di Sanità dopo l'analisi dei dati
Tamponi e ticket online per la ripartenza degli eventi: in Puglia il test pilota Tamponi e ticket online per la ripartenza degli eventi: in Puglia il test pilota Si è tenuta oggi la riunione tra Lopalco e i rappresentanti del comparto
Covid, a Molfetta 115 contagi nell'ultima settimana Covid, a Molfetta 115 contagi nell'ultima settimana L'incidenza torna a scendere dopo tre settimane
Covid, in Italia calo generale di contagi ma aumentano i casi tra i bambini Covid, in Italia calo generale di contagi ma aumentano i casi tra i bambini Il virus sta circolando maggiormente nelle fasce d'età 3-5 e 6-10 anni
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.