Regione Puglia
Regione Puglia

La Regione Puglia cerca personale: bando per oltre 700 unità

Termine per presentare la domanda il 27 gennaio

In rampa di lancio 52 bandi di concorso pubblico, per titoli ed esame, per l'assunzione a tempo pieno e indeterminato di 721 unità a copertura di vari profili professionali in Regione Puglia.

Dopo il concorso relativo ai 126 Operatori telefonici specializzati da assegnare alla CUR – Centrale Unica di Risposta, del servizio NUE 112 della Regione Puglia, arrivano anche i concorsi per rinforzare gli uffici regionali. L'assessorato al Personale ha ultimato le procedure concorsuali a tempo di record e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, dove ci saranno anche le procedure da seguire per l'iscrizione, dei diversi bandi di concorso si avrà oggi 28 dicembre 2021. Il bando resterà aperto fino al 27 gennaio 2022.

"Come promesso abbiamo accelerato i tempi per sostituire il personale dipendente in uscita e favorire i giovani pugliesi magari dando loro la possibilità di rientrare dall'estero e dalle Regioni del Nord Italia - afferma l'Assessore regionale al Personale, Gianni Stea che assicura tempi brevissimi per l'espletamento dei concorsi offrendo opportunità significative ai nostri giovani più bravi - Come da me promesso, siamo riusciti ad approntare tutto entro il 31 dicembre".

"Il mio impegno è di arrivare alle assunzioni entro il 31 marzo prossimo, sperando che non ci siano disagi causati dalla pandemia. Ringrazio comunque i dirigenti e tutto il personale dell'Assessorato per il lavoro profuso in queste settimane. Era da anni che non si facevano concorsi in Regione con questi numeri e con profili professionali moderni in ruoli anche particolarmente delicati. Abbiamo così confermato il piano generale di turn over negli Uffici dell'Ente, necessario per rendere la macchina amministrativa al passo con i tempi e sempre più efficiente".
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • regione Puglia
Altri contenuti a tema
Eurostat: la Puglia tra le 5 regioni europee con minor tasso di occupazione Eurostat: la Puglia tra le 5 regioni europee con minor tasso di occupazione Il dato regionale è pari al 46,7% mentre la media UE è del 68,4%
Covid@casa, il progetto della Regione Puglia per assistere i positivi in casa Covid@casa, il progetto della Regione Puglia per assistere i positivi in casa Lopalco: «Importante garantire sostegno anche nel periodo post guarigione»
La Regione Puglia stanzia 2,7 milioni di euro per i centri diurni La Regione Puglia stanzia 2,7 milioni di euro per i centri diurni Indetto l'avviso pubblico per enti gestori pubblici e privati
La Regione Puglia approva l'Agenda di Genere per la lotta alle disparità La Regione Puglia approva l'Agenda di Genere per la lotta alle disparità Emiliano: «Questo documento è un punto di partenza»
Regione Puglia, il molfettese Paolo Francesco Garofoli direttore del dipartimento Ambiente Regione Puglia, il molfettese Paolo Francesco Garofoli direttore del dipartimento Ambiente I nuovi incarichi sono stati sanciti ieri dalla Giunta regionale
Da marzo SPID e PagoPa obbligatori per l'accesso ai servizi digitali Da marzo SPID e PagoPa obbligatori per l'accesso ai servizi digitali Le novità in vigore da questo mese
Prorogato al 2021 il bando della Regione Puglia per le imprese culturali e turistiche Prorogato al 2021 il bando della Regione Puglia per le imprese culturali e turistiche Le istanze si potranno presentare entro il 15 febbraio 2021
«La Puglia è pronta per diventare un brand a livello mondiale» «La Puglia è pronta per diventare un brand a livello mondiale» Intervista al manager giovinazzese Luigi Morva. «Il Covid ha cambiato il mondo, ma l’internazionalizzazione resta la strada di maggiore crescita per le aziende pugliesi»
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.