Pavone
Pavone

Si avvicina la primavera e c'è il ritorno dei pavoni tra le strade del Villaggio Belgiovine

L'ultimo avvistamento risaliva a qualche mese fa

Era da tempo che non si vedevano i pavoni tra le strade di Villaggio Belgiovine: l'avviamento da parte dei residenti mancava da un po' ed è probabile che l'avvicinamento della primavera sia un fattore per il loro ritorno.

Mentre incrociare cani e gatti randagi per strada è una cosa normalissima, meno comune è trovarsi di fronte dei pavoni. Questo accade ormai da diversi anni, più precisamente dal 2014, per le contorte stradine del Villaggio Belgiovine.

È altamente probabile che il verde abbondante del quartiere ne abbia favorito l'adattamento: tra ulivi, villette e prati all'inglese (ma anche tra le automobili), i variopinti uccelli sembrano trovarsi a proprio agio seppur con comparsate stagionali.

Inizialmente erano cinque esemplari, adesso ne resterebbero due, comunque in buone condizioni di salute. Dotati di un collo dal colore blu intenso, sono docili, si fanno avvicinare e soprattutto al momento opportuno esibiscono l'affascinante ruota del loro piumaggio.
Carico il lettore video...
  • IReport
Altri contenuti a tema
Rifiuti sospesi, nuova decorazione natalizia? Rifiuti sospesi, nuova decorazione natalizia? In via Isonzo, nei pressi del lungomare, una sacchetto dei rifiuti agganciato all'illuminazione pubblica
Via Corrado Salvemini, il campetto distrutto e fatiscente Via Corrado Salvemini, il campetto distrutto e fatiscente
Il 25 aprile a Molfetta succede anche questo... Il 25 aprile a Molfetta succede anche questo... Imbrattato il manifesto sul convegno riguardante la vicenda dei Marò sequestrati dal governo indiano
Via Olivetti: una strada o un fiume? Dipende... Via Olivetti: una strada o un fiume? Dipende... La strada che … quando piove è meglio non percorrere
Strada sommersa dell'acqua: serve un canotto Strada sommersa dell'acqua: serve un canotto I residenti protestano
Abbattuta edicola votiva alla zona industriale Abbattuta edicola votiva alla zona industriale Molfetta perde un altro piccolo tassello della sua storia
Pericolo in Basilica: dal muretto ferri arrugginiti e taglienti Pericolo in Basilica: dal muretto ferri arrugginiti e taglienti Necessaria una gettata di cemento
Agro di Molfetta, una pattumiera a cielo aperto Agro di Molfetta, una pattumiera a cielo aperto Eternit e rifiuti ingombrati ai bordi delle strade e sotto i ponti
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.