trivellazioni
trivellazioni
Cronaca

Il Ministero non risponde, i «No triv» alzano il tiro

Annunciate nuove forme di protesta contro le trivellazioni in Adriatico per il 4 settembre

Dal Ministero ancora nessuna risposta alle osservazioni inviate dagli attivisti «No triv» di Molfetta e Giovinazzo. Nonostante le loro posizioni, redatte alla luce di dati oggettivi ed inviate per tempo al Ministero, la data ultima era il 4 agosto, abbiano posto l'accento sulla pericolosità di attività estrattive nel basso Adriatico. La denuncia, perché di questo si tratta, arriva direttamente dai comitati ambientalisti attraverso un comunicato stampa.

«Abbiamo inviato al Ministero – scrivono - le nostre osservazioni sulle richieste di prospezioni petrolifere formulate dalla "Global petroleum", la multinazionale australiana con una sua sede anche a Londra. Ma ad oggi non abbiamo ottenuto ancora nessuna risposta». Con lo stesso documento i «No triv» puntano il dito contro le istituzioni locali. «Prendiamo anche atto – si legge nel documento - che ai proclami della Regione, che pure si era schierata contro le trivellazioni nei mari pugliesi, non siano seguiti atti concreti ed istituzionali, in opposizione alle quattro diverse richieste della multinazionale. Anche dai sindaci dei comuni interessati dalle operazioni di prospezione nessun riscontro oggettivo». Le richieste di indagini per la ricerca di petrolio riguardano il tratto di costa che si estende tra Molfetta e il brindisino.

«Solo Molfetta, Giovinazzo e Mola – affermano dai comitati - si sono espresse attraverso delibere di consiglio comunale o di giunta. Ma i loro atti assomigliano più a dichiarazioni d'intenti che a vere osservazioni verso un'attività che sicuramente metterà a rischio un ecosistema delicato come il mar Adriatico». Il dito è puntato contro l'uso di una tecnologia l'«airgun», un sistema che sparerebbe sui fondali aria compressa a tale potenza che potrebbe creare reazioni a catena verso le migliaia di bombe, residui della II guerra mondiale e del più recente conflitto in Jugoslavia, affondate al largo tra Molfetta e Giovinazzo. E potrebbe compromettere anche la crescita delle praterie di posidonia, alghe che fermerebbero l'erosione marina e che rappresentano un importante ecosistema per la fauna acquatica. Quello che adesso i comitati «No triv» auspicano è che tutte le istituzioni, dalla Regione ai Comuni, si siedano intorno ad un tavolo per concertare insieme ai movimenti ambientalisti, una strategia comune che porti a scongiurare l'entrata in azione delle trivelle. Chiedono un impegno in tal senso anche a tutti quei candidati che si apprestano a concorrere per la poltrona di Governatore della Regione. Intanto a Monopoli nei giorni scorsi quale forma di protesta contro le trivellazioni in Adriatico una lunga catena umana ha pacificamente «occupato» le spiagge e i bagnasciuga. Tra Molfetta e Giovinazzo i comitati si apprestano a lanciare una «seconda fase» della protesta «coinvolgendo – come è nel loro stile – le popolazioni dal basso».

L'appuntamento è già fissato per il 4 settembre, le modalità e i luoghi della protesta dovranno essere ancora comunicati.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • petrolio
  • trivellazioni
Altri contenuti a tema
Trivellazioni, il Comune con la Regione davanti al TAR Lazio Trivellazioni, il Comune con la Regione davanti al TAR Lazio Minervini firma il provvedimento: richiesto l'annullamento dei decreti ministeriali che consentono le operazioni alla Global Petroleum
Comitato bonifica: «L'amministrazione ribadisca il no alle ricerche» Comitato bonifica: «L'amministrazione ribadisca il no alle ricerche» La nota integrale del Comitato Bonifica Molfetta
1 Trivellazioni, la Commissione ambiente del Comune dà parere favorevole al tavolo con le altre città costiere Trivellazioni, la Commissione ambiente del Comune dà parere favorevole al tavolo con le altre città costiere Il provvedimento sarà votato nella prossima seduta del Consiglio Comunale
1 Il sindaco di Polignano scrive a Minervini per fare ricorso contro le trivellazioni Il sindaco di Polignano scrive a Minervini per fare ricorso contro le trivellazioni Intanto oggi l'argomento verrà affrontato in Consiglio comunale
«Il Comune impugni dinnanzi al TAR l’autorizzazione ministeriale alle trivellazioni in mare dinnanzi alle nostre coste» «Il Comune impugni dinnanzi al TAR l’autorizzazione ministeriale alle trivellazioni in mare dinnanzi alle nostre coste» La nota dei "Democratici e Progressisti"
Referendum, alle ore 19 hanno votato il 22,63% dei molfettesi Referendum, alle ore 19 hanno votato il 22,63% dei molfettesi Seggi aperti fino alle 23. Subito dopo lo spoglio.
Pd "Difendiamo il nostro mare, Sì al Refendum" Pd "Difendiamo il nostro mare, Sì al Refendum" Mercoledì manifestazione con Ubaldo Pagano e Gianni Giannini.
Italiani alle urne: è il giorno del referendum. Italiani alle urne: è il giorno del referendum. Ecco cosa comporterebbe la vittoria del "sì" o quella del "no".
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.