Ospedale Molfetta
Ospedale Molfetta
Sanità

Guardia medica pedriatica presto a Molfetta?

Trapela ottimismo. Decisive le prossime settimane.

Un servizio di pediatria attivo nel week end ventiquattro ore su ventiquattro, vicino al pronto soccorso.
E' questo lo Scap che presto potrebbe arrivare nell'ospedale "Mons. Bello" di Molfetta. Almeno stando alle indiscrezioni che trapelano da qualche giorno.

Tuttavia, occorre fare una precisazione: lo Scap è cosa diversa dall'ambulatorio pediatrico. Quest'ultimo, già attivo a Molfetta e funzionante, non è più contemplato nel Piano di riordino ospedaliero regionale e potrebbe essere debellato in caso di accoglimento dello stesso piano. Dunque, lo Scap sarebbe un servizio nuovo che potrebbe essere gestito a rotazione dai medici pediatri di famiglia.

"La delibera di accordo sul rafforzamento della rete Scap in Puglia ha superato la firma del direttore Giovanni Gorgoni ed è all'esame e all'approvazione della giunta regionale", spiega il sindaco Paola Natalicchio che ricostruisce i passaggi burocratici. "Dopo l'auspicata approvazione in giunta, speriamo presto, la palla passa alle Asl e ai direttori generali che decideranno dove aprire i nuovi Scap. Abbiamo già chiesto al Direttore Vito Montanaro e al presidente della Federazione Medici Pediatri Gigi Nigri che la Asl Ba parta dalla istituzione di uno Scap a Molfetta. I genitori di Molfetta, Giovinazzo e dintorni, soprattutto dopo le nuove regole di accesso a Bisceglie, ne hanno bisogno".

Infatti, da tempo tanti sono i bambini portati allo Scap di Bisceglie che "da alcune settimane non accetta i bambini e le bambine fuori Bat con grande difficoltà per tutti noi", spiega il primo cittadino.

Ulteriori conferme dovrebbero giungere a breve.
  • Ospedale
  • Scap
Altri contenuti a tema
Operazione "Quinto Piano". Altri 6 dipendenti sospesi dal servizio per 3 mesi Operazione "Quinto Piano". Altri 6 dipendenti sospesi dal servizio per 3 mesi Anche questi "furbetti" rispondono di truffa aggravata e continuata, false attestazioni e peculato
1 Ospedale, NOI ad Emiliano: «Suo intervento fuori luogo, strumentale e posticcio» Ospedale, NOI ad Emiliano: «Suo intervento fuori luogo, strumentale e posticcio» Nota dei consiglieri Binetti, de Candia, de Gioia, La Forgia, Mancini, Ragno, Salvemini, Secchi, Spadavecchia V., Tridente
Scandalo ospedale di Molfetta, OPI: «Rispetto per gli infermieri. Dileggio intollerabile» Scandalo ospedale di Molfetta, OPI: «Rispetto per gli infermieri. Dileggio intollerabile» Interviene l'ordine professionale dopo le notizie di cronaca delle ultime ore
Lo scandalo dell'Ospedale di Molfetta arriva in Parlamento (VIDEO) Lo scandalo dell'Ospedale di Molfetta arriva in Parlamento (VIDEO) L'intervento integrale di Francesca Galizia nell'Aula di Montecitorio
4 Bufera sull'ospedale di Molfetta, i nomi dei 12 arrestati Bufera sull'ospedale di Molfetta, i nomi dei 12 arrestati Le generalità diffuse questo pomeriggio dalla Gazzetta del Mezzogiorno
Movimento 5 Stelle e Rifondazione comunista in coro: «Il destino dell'ospedale di Molfetta è segnato» Movimento 5 Stelle e Rifondazione comunista in coro: «Il destino dell'ospedale di Molfetta è segnato» Arriva una nota in merito al possibile futuro della struttura
1 Assenteismo all'ospedale, parla Minervini: «Sacche di illegalità da estirpare» Assenteismo all'ospedale, parla Minervini: «Sacche di illegalità da estirpare» Il direttore generale dell'Asl di Bari Sanguedolce: «Collaboriamo con le Autorità Giudiziarie»
Infermieri, caposala, dottori, impiegati: tutti i coinvolti nella bufera sull'ospedale di Molfetta Infermieri, caposala, dottori, impiegati: tutti i coinvolti nella bufera sull'ospedale di Molfetta 2 anni di indagini, ben 300 gli episodi accertati, 30 gli indagati. I dettagli dell'operazione condotta dalla Guardia di Finanza
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.