Cosmo Antonio Giancaspro
Cosmo Antonio Giancaspro
Cronaca

Giancaspro interrogato per sei ore in carcere, chiesta la revoca della misura cautelare

Il legale dell'imprenditore, il professore Vito Mormando, ha parlato ai microfoni della Rai

«Ha risposto a tutte le domande chiarendo alcuni passaggi delle intercettazioni che meritavano un chiarimento e spiegando punto per punto le operazioni ritenute illecite».

È con queste parole che il professore Vito Mormando, legale di fiducia di Cosmo Giancaspro, ha spiegato quanto avvenuto nella mattinata odierna quando l'imprenditore di Molfetta è stato interrogato per circa sei ore nel carcere di Trani dove si trova, in stato di detenzione, da venerdì quando ai suoi polsi sono scattate le manette con l'accusa di riciclaggio, autoriciclaggio e bancarotta fraudolenta in riferimento all'affidamento di appalti pubblici nel Comune di Trani in cambio di fondi alla squadra di calcio locale.

Il professor Mormando ha parlato alla stampa, tra cui "La Gazzetta del Mezzogiorno" e "La Repubblica Bari", affermando anche che l'ex numero uno del Bari Calcio è tranquillo dopo aver dato «la sua versione dei fatti».

La difesa ha chiesto la revoca della misura cautelare e, secondo quanto si apprende, avrebbe prodotto altra documentazione probatoria ad argomentazione della propria tesi, ribadita dallo stesso avvocato sabato ma anche nelle scorse ore alle telecamere della Rai quando Mormando ha ribadito la propria fiducia nel poter dimostrare la liceità dei fatti che, secondo l'accusa, sarebbero illeciti.

Adesso spetterà al giudice per le indagini preliminari di Trani, sentito il parere della Procura della Repubblica, decidere se continuare o meno a far restare in carcere l'imprenditore o concedergli gli arresti domiciliari.
  • Cosmo Antonio Giancaspro
Altri contenuti a tema
Cosmo Giancaspro torna in libertà Cosmo Giancaspro torna in libertà Accolta l'istanza della difesa: cessate le esigenze cautelari
Bancarotta e riciclaggio, Giancaspro passa dal carcere ai domiciliari Bancarotta e riciclaggio, Giancaspro passa dal carcere ai domiciliari Numerosi capi d'accusa per l'ex patron del Bari
Nuovo interrogatorio per Giancaspro, chiesto il Riesame per la scarcerazione Nuovo interrogatorio per Giancaspro, chiesto il Riesame per la scarcerazione Venerdì l'imprenditore ha risposto alle domande dei magistrati di Trani
Giancaspro resta in carcere, domani termine per il Riesame Giancaspro resta in carcere, domani termine per il Riesame Possibile anche un nuovo interrogatorio per l'ex patron del Bari Calcio
Cosmo Giancaspro resta in carcere, no del giudice alla richiesta della difesa Cosmo Giancaspro resta in carcere, no del giudice alla richiesta della difesa L'imprenditore è attualmente detenuto a Trani
Amato chiarisce la propria posizione, Giancaspro ancora in carcere Amato chiarisce la propria posizione, Giancaspro ancora in carcere Ieri l'interrogatorio di Amato. Attesa per la decisione sulla misura cautelare all'ex numero uno del Bari Calcio
1 Oggi l'interrogatorio di Michele Amato, coinvolto nell'operazione "Chiavi della città", con Cosmo Giancaspro Oggi l'interrogatorio di Michele Amato, coinvolto nell'operazione "Chiavi della città", con Cosmo Giancaspro Il dirigente di Molfetta è stato presidente della Vigor Trani
La difesa di Giancaspro: «Spiegheremo che non si tratta di illeciti» La difesa di Giancaspro: «Spiegheremo che non si tratta di illeciti» Per l'imprenditore di Molfetta, difeso dall'avvocato Vito Mormando, lunedì interrogatorio nel carcere di Trani
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.