Cosmo Antonio Giancaspro
Cosmo Antonio Giancaspro
Cronaca

Fallimento dell'Fc Bari 1908, a processo l'ex presidente Giancaspro

Con lui, accusato di bancarotta fraudolenta, è stato rinviato a giudizio anche la commercialista Giuliani. Stralciata la posizione di Paparesta

Il giudice dell'udienza preliminare del Tribunale di Bari, Francesco Mattiace, ha rinviato a giudizio l'ex presidente dell'Fc Bari 1908, Cosmo Antonio Giancaspro, e la commercialista Anna Ilaria Giuliani. Per Gianluca Paparesta, invece, la decisione rinviata per ulteriori approfondimenti all'udienza del 17 febbraio 2023.

Giancaspro, di Molfetta, è accusato di bancarotta fraudolenta della società e false comunicazioni sociali, mentre Giuliani di falso in attestazioni e relazioni, reato previsto dalla legge fallimentare. Il processo inizierà il 6 aprile prossimo dinanzi alla seconda sezione del Tribunale. Per l'altro ex presidente dell'Fc Bari 1908, invece, Paparesta, accusato di bancarotta, il giudice ha deciso lo stralcio e il rinvio dell'udienza per approfondimenti al 17 febbraio 2023 dinanzi ad un altro gup.

I due ex presidenti del Bari, assistiti dagli avvocati Gaetano Sassanelli, Felice Petruzzella e Gianluca Ursitti, secondo le indagini della Guardia di Finanza di Bari, dal 2014 al 2018 rispondono di aver alterato i bilanci della società provocandone il fallimento dopo la mancata iscrizione al campionato di serie B nel 2018.
  • Felice Petruzzella
  • Gianluca Paparesta
  • Cosmo Antonio Giancaspro
Altri contenuti a tema
Inchiesta porto, revocata la misura interdittiva per il dirigente Binetti Inchiesta porto, revocata la misura interdittiva per il dirigente Binetti Il giudice Zeno ha anche rideterminato la durata della misura per l'ingegnere Loliva. Resta ai domicliari l'imprenditore Dell'Erba
Bonifica delle ex Acciaierie, in 13 a processo: tutti assolti, anche un molfettese Bonifica delle ex Acciaierie, in 13 a processo: tutti assolti, anche un molfettese Ieri la sentenza: il giudice ha scagionato l'ex sindaco Depalma e altre 12 persone «per non aver commesso il fatto»
Tamponamento a «150 orari», morì 24enne. Chiesta condanna per una 22enne Tamponamento a «150 orari», morì 24enne. Chiesta condanna per una 22enne Lucrezia Manzoni, che «guidava sotto l'influenza di alcool», è accusata di omicidio stradale: rischia 5 anni e 4 mesi
Crac Fc Bari, prima udienza del processo al molfettese Giancaspro Crac Fc Bari, prima udienza del processo al molfettese Giancaspro L'ex patron biancorosso risponde di bancarotta fraudolenta documentale e falso in bilancio. Oggi la prima udienza
Area mercatale, l'avvocato Petruzzella: «Proporremo istanza di riesame» Area mercatale, l'avvocato Petruzzella: «Proporremo istanza di riesame» Parla il legale difensore dell'ex assessore comunale Caputo, indagato con altre dieci persone. Tra questi il sindaco Minervini
Arrestato e assolto dopo 17 anni. Il calvario di Pasquale Salvemini Arrestato e assolto dopo 17 anni. Il calvario di Pasquale Salvemini L'ambientalista, indagato dal 2005, era finito ai domiciliari nel 2008. La Corte d'Appello lo ha scagionato da ogni accusa
Avvocato assolto dall'accusa di stalking: «Il fatto non sussiste» Avvocato assolto dall'accusa di stalking: «Il fatto non sussiste» L'uomo, di 59 anni, era accusato di aver commesso alcuni reati nei confronti di quattro militari dell'Arma
Neonata morì dopo una lite tra medici: condannati per omicidio colposo Neonata morì dopo una lite tra medici: condannati per omicidio colposo I fatti all’ospedale Di Venere nel 2016. Il parto subì un rallentamento di oltre un’ora e la piccola morì
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.