La liberazione di una tartaruga
La liberazione di una tartaruga
Cronaca

GenerAzioneMare: Natalina, la tartaruga caretta caretta torna in libertà

Era stata recuperata a Barletta e curata presso il centro di Molfetta. Domani sarà liberata al largo di Bisceglie

Elezioni Regionali 2020
La Giornata mondiale degli Oceani è alle porte e il WWF la celebra anticipando in questo weekend alcune delle attività che vedranno in azione per tutta l'estate la comunità di GenerAzioneMare nata grazie alla campagna in difesa del Capitale Blu.

Per il terzo anno il WWF coinvolgerà volontari, cittadini, ricercatori, aziende, pescatori, aree marine protette, tutti uniti per difendere la bellezza, le risorse e il valore economico delle risorse del mar Mediterraneo.

L'economia blu può, infatti, mettersi in moto solo con un'efficace protezione del mare e uno sviluppo sostenibile delle attività umane: a questo proposito lunedì, nella Giornata Mondiale Oceani, il WWF lancerà al livello regionale il suo piano per il Mediterraneo, una proposta per superare la fase Post-Covid e che al suo interno vede scenari di sviluppo economico da condividere con tutti i paesi e comunità costiere del bacino.

Il WWF ha già stimato come l'economia legata agli oceani nel Mediterraneo possa generare un valore annuo di quasi 400 milioni di euro, l'equivalente di oltre la metà del Fondo di recupero annuale dell'Unione Europea.

Da questa mattina i volontari sono già al lavoro sulla spiaggia che costeggia l'Oasi di Burano in Toscana: nel rispetto del regole sanitarie gli attivisti, armati di guanti, sacconi e..mascherine stanno liberando da rifiuti di plastica e altri inquinanti i 12 km di litorale ancora intatto e tipico della costa maremmana.

Nel corso dell'estate il Tour Plastic Free sarà proposto anche in chiave self tour, per conciliare le necessarie regole di distanziamento con una delle azioni più significative di attivismo contro la contaminazione da plastica dei nostri mari.

Domani è la volta di uno dei simboli della biodiversità, le tartarughe marine, al centro di molte attività di ricerca e recupero del WWF: appuntamento alle ore 10.00 presso Bisceglie Approdi. Il WWF ha organizzato la liberazione di Natalina, una caretta caretta di circa 30 centimetri segnalata il 5 gennaio scorso da alcuni cittadini sulla spiaggia di Barletta, dopo una mareggiata, alla Capitaneria di Porto locale.

Natalina è stata poi trasferita al centro di recupero tartarughe marine di Molfetta. L'animale, in stato ipotermico, è stato esaminato con RX presso il Dipartimento di medicina veterinaria di Bari per verificare eventuali patologie. Dopo il periodo di degenza al centro WWF è finalmente arrivato il momento di tornare in libertà.

La liberazione avverrà in collaborazione con la Bisceglie Approdi, il Circolo della Vela di Bisceglie e la Capitaneria di Porto di Bisceglie.
  • Tartarughe Molfetta
Altri contenuti a tema
Tartaruga morta e decomposta: trovata a Torre Gavetone Tartaruga morta e decomposta: trovata a Torre Gavetone L'esemplare era morto da tempo e presentava i classici sintomi legati alla patologia di gas embolico
Ennesima tartaruga spiaggiata, è strage di esemplari lungo la costa Ennesima tartaruga spiaggiata, è strage di esemplari lungo la costa 6 esemplari di caretta caretta sono stati rinvenuti negli ultimi 2 giorni fra Trani e Giovinazzo
Un'altra tartaruga marina trovata in spiaggia senza vita Un'altra tartaruga marina trovata in spiaggia senza vita La carcassa dell'animale, lungo 80 centimetri, è stato ritrovato nei pressi del Mikki Beach
Ancora una tartaruga spiaggiata sul litorale di Molfetta Ancora una tartaruga spiaggiata sul litorale di Molfetta La testuggine, in avanzato stato di decomposizione, è stata ritrovata nei pressi del lido Bahia
Ancora tartarughe spiaggiate sul litorale di Molfetta Ancora tartarughe spiaggiate sul litorale di Molfetta Due gli esemplari rinvenuti nei giorni scorsi: entrambi erano in avanzato stato di decomposizione
100 euro ai pescatori che salvano le tartarughe, i centri di recupero scrivono al Ministero 100 euro ai pescatori che salvano le tartarughe, i centri di recupero scrivono al Ministero «Un gravissimo errore pagare per il recupero delle tartarughe marine». Si vanificano decenni di buone pratiche
Altre due tartarughe morte spiaggiate a Molfetta Altre due tartarughe morte spiaggiate a Molfetta La prima in località San Giacomo, la seconda sul lungomare Colonna. È intervenuta la Guardia Costiera
Tartaruga trovata morta sulla spiaggia di Torre Calderina Tartaruga trovata morta sulla spiaggia di Torre Calderina Ennesimo spiaggiamento di un esemplare di caretta caretta: l'animale era in avanzato stato di decomposizione
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.