Negli ultimi anni, dilaga il consumo di marijuana tra i più giovani
Negli ultimi anni, dilaga il consumo di marijuana tra i più giovani
Cronaca

Fumare lo spinello fa male

Può provocare manie di persecuzione e infertilità

Aumenta in maniera esponenziale, in città, l'uso di "fumo". E, purtroppo non solo di quello. Dove c'è gruppo, ormai è una costante, c'è fumo. E, se è vero che ognuno è libero di fare quello che vuole della propria vita, lo è altrettanto il fatto che nessuno deve minare, alla base, la libertà degli altri, persone costrette ad inalare odori fastidiosi solo perché hanno la sventura di passare accanto a gruppi variopinti. Ma c'è di più. Perché qualcuno dovrebbe spiegare agli amanti del "fumo", l'età a Molfetta si è abbassata notevolmente, che quelle porcherie non aiutano solo a socializzare. No, hanno effetti deleteri , a volte. Che si pagano da adulti. Effetti che, forse, neppure i loro genitori conoscono. Il fumo, quel fumo, può provocare manie di persecuzione e infertilità.

Eppure la marijuana attira perché è un modo di trasgredire, di mettersi contro qualcuno, di sballare, di infrangere il codice sociale e familiare. Per alcuni ragazzi iniziare a fumare le "canne" significa rompere gli schemi di vita programmati dagli adulti, immaginando di essere diversi, capaci di infrangere regole ritenute limitative e inutili.

E' giusto informare i giovani e i genitori che le sostanze cannabinoidi in circolazione, risultano davvero pericolose alla salute fisica e psichica. Gli spinelli producono momentanee sensazioni di benessere psico-fisico, ma riducono la capacità di concentrarsi, di apprendere e di ricordare, così da compromettere sensibilmente la maturità e il rendimento scolastico; illudono i contatti relazionali che sembrano immediati e facili sotto l'effetto della sostanza, ma che poi vengono meno favorendo uno stato di depressione reattiva; determinano l'incapacità di controllare e di regolare gli impulsi con il pericolo di rendersi responsabili di gesti violenti.

Di fronte a tutte le droghe occorre essere intolleranti, bisogna finirla con il dire che bisogna distinguere tra droga e droga; è necessario rendere chiaro a tutti che qualsiasi tipo di droga fa male. Che ci sia un rapporto fra consumo di cannabis e certi disturbi psichici - difficoltà di concentrazione, ansia, attacchi di panico, mania di persecuzione, insomma quello che i medici chiamano psicosi - è abbastanza ben documentato.

Fumare lo spinello, per periodi prolungati, modifica le relazioni sentimentali, cambia il carattere, secondo certe ricerche. Vengono rilevati disturbi dell'attenzione e della memoria che possono talvolta perdurare anche quando l'effetto della sostanza è finito. In alcuni casi, anche se non frequenti, ci possono essere danni psichici, come la slatentizzazione di psicosi, vuol dire emergere da ciò che è latente, per esempio, un antidepressivo assunto per uno stato ansioso, può far emergere o slatentizzare, una depressione latente. Ci potrebbero inoltre essere delle difficoltà a smettere a causa della cosiddetta dipendenza "psichica": in genere questa dipendenza viene descritta da chi ha fatto uso prolungato di cannabis con frasi del tipo: "il thc mi calma"; "non riesco a dormire se non lo uso"; "non riesco a fare le cose che devo fare se non mi faccio una canna"...

Un lavoro di neurologi tedeschi ha dimostrato che: lo spinello non è una risposta alla psicosi; l'ansia e depressione sono tanto più frequenti quanti più spinelli si fumano. Un altro studio, fatto in Nuova Zelanda, dimostra che la frequenza di schizofrenia è più bassa in chi non ha mai fumato, rispetto a coetanei che fumano. La dimostrazione più convincente dei rapporti fra consumo di marijuana e alterazioni delle funzioni del cervello viene da un lavoro di alcuni ricercatori di Baltimora che hanno studiato i movimenti del sangue che irrora il cervello di 54 ragazzi che «fumavano» e 18 che non avevano mai fumato, utilizzando una particolare ecografia. I ricercatori hanno notato che la velocità di flusso del sangue nelle piccole arterie del cervello aumenta con l' uso di cannabis. Cosa vuol dire? Che c' è un restringimento del calibro di queste arterie. Non solo. A distanza di un mese dall'ultima assunzione di cannabis il calibro delle arterie resta comunque ridotto rispetto a quello che si misura in chi non fuma.

Ma vi è di più. Il restringimento del calibro delle arterie di chi fuma spinelli è ancora più marcato di quello che si misura in chi ha la pressione alta o il diabete. E i danni al cervello della pressione alta e del diabete sono ben conosciuti. Chi ha esperienza di lavoro tra i tossicodipendenti dice che quasi il 100% di coloro che hanno fatto uso di eroina e cocaina, hanno iniziato usando e abusando di marijuana o hascisc. E poi c'è la questione legata alla infertilità, alla difficoltà, da adulti, per gli uomini, di produrre spermatozoi in grado di riprodurre. E se questo accade è troppo tardi per ripensarci, il fumo, per dirla con una parole più forte, ti ha reso impotente.
  • Criminalità
  • spaccio
  • Cronaca
  • droga
Altri contenuti a tema
Grave incidente sulla SS16 bis: auto ribaltata e già lunghe code Grave incidente sulla SS16 bis: auto ribaltata e già lunghe code Il sinistro è avvenuto in direzione Bari tra gli svincoli di zona industriale e via Ruvo
In arrivo una nuova ondata di caldo su Molfetta e nel resto della Puglia In arrivo una nuova ondata di caldo su Molfetta e nel resto della Puglia L'anticiclone africano "Caronte" porterà la temperatura verso i 40°C
Vaiolo delle scimmie, accertato il primo caso in Puglia Vaiolo delle scimmie, accertato il primo caso in Puglia Rilevato su un uomo di 36 anni della provincia di Bari
Incidente stradale sulla SS16 verso Molfetta: auto ribaltata Incidente stradale sulla SS16 verso Molfetta: auto ribaltata Il sinistro in direzione Foggia. Ci sono già lunghe code
Il defibrillatore in Villa Comunale ancora vittima di vandalismo: la segnalazione Il defibrillatore in Villa Comunale ancora vittima di vandalismo: la segnalazione Non è la prima volta che si registrano episodi di questo tipo
Sbanda con la moto e finisce fuori strada: centauro in codice rosso Sbanda con la moto e finisce fuori strada: centauro in codice rosso Il sinistro è avvenuto sulla 16 bis all'altezza della zona industriale. Sul posto la Polizia Locale
Fumo da un Frecciarossa a Trani. Ritardi anche a Molfetta Fumo da un Frecciarossa a Trani. Ritardi anche a Molfetta Ancora da capire la causa del guasto
5 Carrozza, cavalli e fuochi d'artificio, la Polizia Locale: «Nessuna autorizzazione» Carrozza, cavalli e fuochi d'artificio, la Polizia Locale: «Nessuna autorizzazione» La sfilata dopo la funzione religiosa. Al vaglio degli inquirenti le immagini della videosorveglianza
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.