Discoteca
Discoteca

Ferimento in discoteca, Maggialetti: «Sollevati nel sapere che il giovane è in via di guarigione»

Il titolare del DF Disco si riserva la costituzione in parte civile nei confronti del responsabile

Roberto Maggialetti, titolare del DF Disco di Bisceglie, ha affidato a una nota ufficiale le sue sensazioni personali e le intenzioni dell'azienda che rappresenta a margine del ferimento di un 26enne barese, A. F., colpito con sei fendenti da un individuo che nei concitati momenti successivi ha fatto perdere le sue tracce.

«Si esprime profondo sconforto per lo sconvolgente episodio accaduto domenica. Ci si sente sollevati dall'apprendere che le condizioni di salute di A. sono migliorate ed è in via di guarigione. Non vi è come non esprimere profonda amarezza ed incredulità, soprattutto per la contingenza con un analogo episodio accaduto a Barletta pochi giorni prima e che ha portato, purtroppo, ad un più tragico epilogo. Fortunatamente, la tempestività dell'intervento degli steward e degli stessi amici di A., hanno evitato ben più gravi conseguenze» ha sottolineato l'imprenditore.

«Bisogna, tuttavia, prendere atto della recrudescenza degli episodi di violenza sempre più diffusi ed intervenire con una più massiccia prevenzione, e che le istituzioni prevedano, anche al di fuori delle strutture delegate all'incontro di numerose persone, una più massiccia e costante presenza di forze di Polizia» ha aggiunto.

«Le discoteche, al pari degli stadi e dei concerti, costituiscono un polo di attrazione di una moltitudine di gente e devono, pertanto, considerarsi luoghi sensibili.
La nostra struttura, a livello organizzativo, ha posto in essere sempre tutte le misure di sicurezza previste dalla legge e dalle recenti disposizioni in materia di contenimento della diffusione della pandemia, anche e soprattutto con riguardo alla capienza delle persone che possono avere accesso al locale» ha puntualizzato.

«Non è giusto che centinaia di dipendenti e di brave persone che frequentano il DF, soprattutto dopo la prolungata chiusura, debbano subire le conseguenze di un insensato e spregevole gesto posto in essere da un folle» la sua posizione.

«Ci si è attivati, immediatamente, per dare supporto alle indagini in corso, fornendo tutte le notizie in nostro possesso, affinché il responsabile del grave episodio venga individuato il prima possibile e punito in maniera esemplare perché non possa più essere messo in grado di nuocere a nessuno, magari mediante l'emissione nei suoi confronti di un Daspo urbano a vita, che non gli consenta di partecipare ad alcuna manifestazione sia essa in locali, concerti e manifestazioni in genere» ha aggiunto Maggialetti riservandosi la possibilità di «costituirci parte civile nei confronti del responsabile che verrà individuato a seguito delle indagini condotte dalla magistratura e dalla Polizia Giudiziaria, certi dell'ottimo lavoro che le autorità competenti stanno svolgendo».
  • Discoteche Molfetta
Altri contenuti a tema
Discoteche, la proposta del Cts: «Capienza al 35% con Green pass». Ma è polemica Discoteche, la proposta del Cts: «Capienza al 35% con Green pass». Ma è polemica Se ne discuterà nel prossimo Consiglio dei ministri
Ripartenza delle discoteche: c'è il protocollo per un test in Puglia Ripartenza delle discoteche: c'è il protocollo per un test in Puglia Il molfettese Maggialetti: «Linee guida già approvate dagli esperti»
4 Aggressione in discoteca. Una delle vittime: «Sono stati i buttafuori» Aggressione in discoteca. Una delle vittime: «Sono stati i buttafuori» Due molfettesi sono ricoverati al Policlinico. Uno dei gestori: «Condanniamo ogni forma di violenza, non ci appartiene»
Più controlli e telecamere nelle discoteche: intesa in Prefettura Più controlli e telecamere nelle discoteche: intesa in Prefettura Ogni gestore dovrà individuare anche un responsabile della sicurezza del locale da ballo
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.