Discoteca
Discoteca

Discoteche, la proposta del Cts: «Capienza al 35% con Green pass». Ma è polemica

Se ne discuterà nel prossimo Consiglio dei ministri

Dopo tanti mesi di stop causa Covid, anche il settore delle discoteche è pronto a muovere i suoi primi passi di ripartenza. Il tutto, ovviamente, avverrà con un lungo lavoro diplomatico tra imprese e Governo: intanto è arrivata la prima proposta concreta di riapertura da parte del Comitato tecnico-scientifico.

Il Cts ritiene che le attività delle sale da ballo possano essere consentite in zona bianca garantendo una presenza, compreso il personale dipendente, pari al 35% della capienza massima al chiuso e al 50% all'aperto, oltre all'utilizzo del Green pass e l'utilizzo della mascherina chirurgica nei vari momenti ad eccezione del ballo, paragonabile alle attività fisiche al chiuso: questo è quanto fa sapere in sintesi il Cts al termine della seduta odierna che ha analizzato la richiesta di parere sulle attività che hanno luogo in sale da ballo, discoteche e locali similari.

"Le condizioni poste dal Cts per la riapertura delle discoteche la rendono di fatto impossibile, e suonano surreali le dichiarazioni entusiaste sul 'primo passo', dato che nella sostanza non c'è nessun passo - dice in una nota la SIAE - I costi di gestione di un locale sono troppo ingenti per poter riaprire con gli introiti di un 35% di capienza. In alternativa, i gestori sarebbero obbligati a praticare prezzi inaccessibili ai più. Sarebbe stato più onesto dire 'non ci sono le condizioni, non si può riaprire', ma con i dati sule vaccinazioni sarebbe stato difficile da motivare. È riscontrabile sul sito del governo: l'84,23% della popolazione ha fatto almeno una dose di vaccino; il 79,47% ha completato il ciclo vaccinale".

Il nuovo pronunciamento degli esperti potrebbe essere ora recepito dalla cabina di regia del Governo in vista di un probabile Consiglio dei ministri nella prossima settimana e quindi di un nuovo decreto che conterrà anche l'aumento - già annunciato - sulla capienza di cinema, teatri, sale da concerto e anche impianti sportivi all'aperto e al chiuso. Nonostante l'ok alla ripartenza delle discoteche, il Cts ha sottolineato come "tali attività si configurano tra quelle che presentano i rischi più elevati per la diffusione del virus". E restano i punti fermi sulla registrazione obbligatoria degli utenti, che consenta un eventuale tracciamento: indispensabile dunque il Green pass valido.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Discoteche Molfetta
Altri contenuti a tema
L'11 febbraio si torna a ballare in Puglia con la riapertura delle discoteche L'11 febbraio si torna a ballare in Puglia con la riapertura delle discoteche Pronto a ripartire l'intero comparto, salvo ulteriori proroghe dell'ultimo minuto
Ferimento in discoteca, Maggialetti: «Sollevati nel sapere che il giovane è in via di guarigione» Ferimento in discoteca, Maggialetti: «Sollevati nel sapere che il giovane è in via di guarigione» Il titolare del DF Disco si riserva la costituzione in parte civile nei confronti del responsabile
Ripartenza delle discoteche: c'è il protocollo per un test in Puglia Ripartenza delle discoteche: c'è il protocollo per un test in Puglia Il molfettese Maggialetti: «Linee guida già approvate dagli esperti»
4 Aggressione in discoteca. Una delle vittime: «Sono stati i buttafuori» Aggressione in discoteca. Una delle vittime: «Sono stati i buttafuori» Due molfettesi sono ricoverati al Policlinico. Uno dei gestori: «Condanniamo ogni forma di violenza, non ci appartiene»
Più controlli e telecamere nelle discoteche: intesa in Prefettura Più controlli e telecamere nelle discoteche: intesa in Prefettura Ogni gestore dovrà individuare anche un responsabile della sicurezza del locale da ballo
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.