Nuova Sede Avis3
Nuova Sede Avis3
Mondo del Sociale

Da qualche ora l'Avis abita in Via Cairoli

La nuova sede intitolata a Nicola Campo

Cambio di ubicazione e nuova intitolazione per la sezione molfettese dell'AVIS che si trasferisce in via Adele Cairoli numero 48. In occasione della giornata mondiale del donatore, che cade il 14 giugno, la nuova sede è stata intitolata al professor Nicola Campo, figura storica del panorama molfettese, persona speciale scomparsa qualche mese fa. Ed è stato come se lui, per una manciata di minuti, fosse ancora insieme con i suoi compagni di sempre.

L'attuale presidente della sezione di Molfetta, Giovanni Ciccolella, ha ricordato, nel suo discorso rievocativo, i prestigiosi incarichi ricoperti dal professore:per lungo tempo è stato presidente della locale sede, in seguito consigliere provinciale e poi regionale.
Ad introdurre questo momento di festa per l'intera città la banda Route 99 che ha allietato i numerosi presenti con divertenti pezzi su cui sono state create simpatiche coreografie eseguite sul marciapiede della nuova sede. Nicola Campo è stato impegnato nell'AVIS per circa 40 anni, una vita al servizio di questa nobile causa, raggiungendo 115 donazioni e piazzandosi fra i primi cento donatori di Molfetta, ha ancora ricordato il presidente Ciccolella.

Alla cerimonia ha preso parte il Vescovo della diocesi Mons. Luigi Martella che ha tagliato il nastro e impartito la benedizione, la vedova di Nicola, i suoi figli con i nipotini oltre ad altri parenti, amici e volontari AVIS. In rappresentanza della sezione regionale è intervenuto il presidente Ruggero Fiore che ha ricordato il legame con l'indimenticato Nicola e il fatto che si fosse dimostrato infaticabile divulgatore dell'idea di esprimere solidarietà e senso civico attraverso la donazione di sangue. La sua capacità comunicativa e persuasiva l'ha portato a sensibilizzare anche i più giovani attraverso ricorrenti incontri nelle scuole.

Un segno indelebile quello lasciato da Nicola Campo attraverso il suo esempio sul territorio, promotore di un approccio discreto e sobrio, concentrato sulla finalità più pura che contraddistingue il volontariato. Per quanti lo hanno conosciuto è stata una figura di riferimento, anche grazie al suo carattere allegro e gioioso.
Alla cerimonia mancavano i rappresentanti dell'amministrazione, assenza fatta notare dal presidente, dispiaciuto per l'assenza. Il presidente regionale ha poi donato alla nuova sede un gagliardetto con il simbolo dell'AVIS in cui erano apposte parole di augurio. Ha poi auspicato che i volontari seguano il solco tracciato da Campo, divenuto esempio per tutti.

Mons. Martella ha riportato alla mente alcuni episodi legati a don Tonino e l'ospedale Panico mettendo in evidenza come donare sangue sia un po' come donare una parte di se stessi. In passato la Chiesa si chiedeva se donare sangue od organi fosse in linea con i suoi principi, poi è stato appurato che la donazione è un grande atto di amore.
La cerimonia si è conclusa con lo scoprimento di una foto che raffigura il professor Nicola Campo a cui è seguito un caloroso applauso.
nicola camponuova sede avisnuova sede avis1nuova sede avis2nuova sede avis3nuova sede avis4nuova sede avis5
  • avis
  • donazione sangue
  • nicola campo
Altri contenuti a tema
1 Emergenza sangue, l'Avis rilancia l'appello alle donazioni Emergenza sangue, l'Avis rilancia l'appello alle donazioni Donazione di sangue e plasma possibile anche domenica 27 agosto
1 Cosimo Damiano Gadaleta: confermato come presidente dell’Avis Cosimo Damiano Gadaleta: confermato come presidente dell’Avis Obiettivi dei prossimi quattro anni aumentare la base dei donatori. Favorevole alla scelta dell’Ospedale unico del Nord Barese
50 anni dell’Avis: logo creato dagli alunni dell’Istituto “Mons. Bello” 50 anni dell’Avis: logo creato dagli alunni dell’Istituto “Mons. Bello” Il presidente Gadaleta: «emergenza rientrata, ma non dimentichiamo di donare sangue»
Donazione di sangue promossa dall'Arciconfraternita di Santo Stefano Donazione di sangue promossa dall'Arciconfraternita di Santo Stefano Domenica 11 dicembre un'autoemoteca sosterà dinanzi alla chiesa
Concerto di Capodanno con il complesso bandistico Santa Cecilia Concerto di Capodanno con il complesso bandistico Santa Cecilia L’Avis di Molfetta fa gli auguri in musica
Concerto AVIS il prossimo 2 gennaio Concerto AVIS il prossimo 2 gennaio La sezione molfettese fra musica e solidarietà
Emergenza sangue a Molfetta Emergenza sangue a Molfetta Organizzata donazione straordinaria
Novità positive per il centro trasfusionale di Molfetta Novità positive per il centro trasfusionale di Molfetta Invito alla donazione da parte del presidente
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.