Prodigi
Prodigi

Da Molfetta alla Rai: la storia di Maria Serena Salvemini, promessa del violino

La giovanissima artista è andata in onda nella trasmissione "Prodigi"

Nascere in una famiglia di musicisti significa avere, in qualche modo, un rapporto viscerale con la musica. Se a questo si aggiunge una naturale predisposizione verso una delle arti più antiche e affascinanti della storia, ecco che luminose vie si aprono lungo il proprio cammino. Si potrebbe riassumere così, fino a questo momento, la storia di Maria Serena Salvemini, giovanissima violinista molfettese che già fa parlare tanto di sé nel panorama regionale e nazionale. Perché nulla avviene per caso e, se a 14 anni hai già alle spalle un percorso ricco di risultati, il futuro non può che essere radioso. A ulteriore conferma di questo preambolo, si segnala questa sera la sua partecipazione alla trasmissione "Prodigi" in onda su Rai 1 con la conduzione di Flavio Insinna e Serena Autieri, in un format che vede sfidarsi diversi giovani artisti di età compresa tra gli 8 e i 15 anni e con la passione per il canto, il ballo e la musica. Grande obiettivo della serata è quello di sostenere la campagna di raccolta fondi dell'Unicef, promossa dalla Rai dall'11 al 17 novembre, per combattere la malnutrizione infantile e proteggere bambini e adolescenti delle nazioni più povere del mondo.

Maria Serena, per tutti semplicemente Molly, è nata nel 2005 e presto viene avviata allo studio del violino dalla madre. La sua si manifesta da subito come una personalità eclettica, visto che tra le sue passioni si possono annoverare anche il pianoforte, la ginnastica, la fotografia e la mountan bike. L'anagrafe non deve ingannare, perché la giovane musicista è già vincitrice di numerosi primi premi assoluti in concorsi internazionali in qualità di violinista solista e ha concluso il percorso pre-accademico presso il conservatorio N. Piccinni di Bari, sotto la guida del Maestro Corrado Roselli, con il massimo dei voti e la lode. Subito dopo è stata ammessa, in via del tutto eccezionale, a sostenere l'esame di ammissione al triennio Accademico di primo livello presso il Conservatorio Piccinni risultando prima in graduatoria con il punteggio di 100/100. Tale circostanza si è potuta realizzare sulla base di una norma di legge che consente l'accesso anticipato a detti corsi esclusivamente ai talenti precoci benché giovanissimi. Ha seguito masterclass e corsi di alto perfezionamento con i Maestri Francesco Manara (primo violino del teatro Alla Scala) Giovanni Angeleri (premio Paganini), Felix Ayo, Roberto Noferini, Alessandro Milani (primo violino dell'Orchestra Sinfonica della Rai) Stefano Pagliani, Gabriele Ceci (primo violino del teatro Petruzzelli). Per non farsi mancare nulla è stata selezionata come eccellenza del Conservatorio di Bari per gli anni accademici 2017/18 e 2018/19 ed invitata a tenere recital solistici presso l'auditorium dello stesso Conservatorio.

Ha tenuto numerosi concerti solistici e si è inoltre recentemente esibita, in qualità di primo violino di spalla, con l'Orchestra "Keep in Touch", composta da 150 elementi, presso il teatro Petruzzelli di Bari, per il festival "Anima Mea" 2018. Nel 2019 ha debuttato come solista con l'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari eseguendo "Introduzione e Rondò Capriccioso" di S. Saens, in un memorabile concerto che ha visto la presenza, nella Cattedrale di Bari, di 600 spettatori che le hanno tributato ripetute standing ovation. Maria Serena ha concesso ben due bis di violino solo. Un percorso dunque già ricco di soddisfazioni e che si auspica possa proseguire con altrettanti successi per una molfettese ancora giovanissima ma già pronta a conquistare tutti con il suo arco di violino.
  • Musica
Altri contenuti a tema
Il Teatro Piccinni di Bari pronto alla riapertura: ci sarà anche Maria Serena Salvemini Il Teatro Piccinni di Bari pronto alla riapertura: ci sarà anche Maria Serena Salvemini La giovane violinista molfettese suonerà come solista all'inaugurazione
1 Il trombettista di Vasco Rossi produce il giovane talento di Molfetta Deca Il trombettista di Vasco Rossi produce il giovane talento di Molfetta Deca Il singolo "Peic", già disponibile, avrà presto anche un video ufficiale
Il Divinæ Follie di Bisceglie all'imprenditore molfettese Roberto Maggialetti Il Divinæ Follie di Bisceglie all'imprenditore molfettese Roberto Maggialetti La struttura è stata aggiudicata all'asta. Il nuovo proprietario a VivaNetwork: «Ci metterò tutta la forza e grande volontà»
Jacopo Pesce produce la nuova hit di Tommaso Paradiso Jacopo Pesce produce la nuova hit di Tommaso Paradiso Il discografico di Molfetta collabora con l'ex leader dei Thegiornalisti
Rumba De Bodas, è tempo di funk al Barbayanne Rumba De Bodas, è tempo di funk al Barbayanne Musica ed avventura uniscono i giovani ragazzi bolognesi della band
Festival in...Porto: tre giorni di grande musica in piazza nel prossimo weekend Festival in...Porto: tre giorni di grande musica in piazza nel prossimo weekend Viva Network ancora una volta media partner della manifestazione organizzata dagli Amici della Musica
La cumbia di Cacao Mental conquista Barbayanne La cumbia di Cacao Mental conquista Barbayanne Un progetto musicale unico che fonde ritmi latinoamericani e contaminazioni variopinte
Da Molfetta alla conquista di New York, la parabola musicale di Enrico de Trizio Da Molfetta alla conquista di New York, la parabola musicale di Enrico de Trizio Il compositore e musicista continua a ricevere riconoscimenti oltre oceano
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.