L'Alfa Romeo Giulietta recuperata dai Carabinieri
L'Alfa Romeo Giulietta recuperata dai Carabinieri
Cronaca

Controllo di vicinato, sventato un furto d'auto. Giulietta, fine della corsa

L'Alfa Romeo abbandonata dopo un inseguimento con i Carabinieri. Nessuna traccia dei banditi, fuggiti nelle campagne

La rete è scattata puntuale e ha permesso, con l'intervento dell'Aliquota Radiomobile dei Carabinieri, di sventare il furto di un'auto. Grazie al controllo di vicinato, il progetto del comitato di quartiere Madonna della Rosa, s'è riusciti a contrastare i ladri, fuggiti sulla fino a stamane imprendibile Giulietta bianca.

Una delle automobili più ricercate dalle forze dell'ordine, molto probabilmente la stessa immortalata ad Altamura, dove la banda in quel caso è stata messa in fuga dalle urla del vicinato, in un video subito diventato virale su Facebook, questo pomeriggio, ha finito la propria corsa: l'auto - poi risultata rubata - che da giorni imperversava sulle strade dell'area metropolitana di Bari, intercettata in viale della Libertà, è stata recuperata. Fine dell'inseguimento, dunque. La sua corsa sfrenata si è fermata a Molfetta.

Nessuna traccia, però, dei banditi che usando l'Alfa Romeo Giulietta hanno tentato il furto di una Ford Kuga parcheggiata in via Spadolini. Ad un solerte cittadino è bastato poco per segnalare l'episodio. Il susseguirsi di messaggi ha attivato numerosi altri residenti che aderiscono al progetto di controllo di vicinato, sorto da un protocollo d'intesa tra Comune, Prefettura e Polizia Locale, e l'Arma: la centrale operativa della Compagnia di Molfetta ha inviato la nota ad una gazzella in movimento sul territorio.

Cosi, nel giro di pochi istanti, si è attivato un meccanismo di difesa passiva e con l'informazione via etere e l'intervento dei Carabinieri, i ladri si sono dileguati a piedi - le ricerche sono in corso - e il furto è stato sventato. L'auto è stata posta sotto sequestro: all'interno sono stati rinvenuti arnesi da scasso e centraline elettroniche. Risposte si attendono dal lavoro degli investigatori. Dei banditi, però, tre, forse quattro, nessuna traccia: probabilmente sono già a bordo di un'altra auto, che nessuno conosce.

Il merito dell'operazione spetta ai cittadini ed ai militari della locale Compagnia, che fanno un ottimo lavoro. Ma, soprattutto è il senso di comunità che si respira nel rione della Madonna della Rosa, dove, grazie al comitato del presidente Damiano Favuzzi, è possibile vivere un'esperienza fatta di sinergie e di sostegno reciproco fra i vari abitanti. Il controllo di vicinato ha infatti aggiunto un tassello importante all'interno del mosaico del territorio di una fetta di Molfetta, per essere più sicuro e vivibile.

«Dopo il video virale del tentativo di furto di un'auto ad Altamura - si legge su un post del comitato di quartiere Madonna della Rosa - i ladri si sono scontrati con la realtà del CDV del quartiere. Un grande plauso ai Carabinieri sempre presenti. Grazie a nome dei residenti del quartiere».
  • Comitato di quartiere madonna della rosa
  • Carabinieri Molfetta
  • Furti auto Molfetta
Altri contenuti a tema
Tenta approccio sessuale a Molfetta. Incubo per una 42enne Tenta approccio sessuale a Molfetta. Incubo per una 42enne L'episodio in un ambulatorio medico: la pronta reazione della donna, ha costretto l'uomo a desistere
Frode nelle mense scolastiche in Friuli: coinvolto un 53enne di Molfetta Frode nelle mense scolastiche in Friuli: coinvolto un 53enne di Molfetta Nel mirino dei Carabinieri del Nas una società di catering. L'indagine per frode è partita nel 2020
A Molfetta la droga si acquista su WhatsApp A Molfetta la droga si acquista su WhatsApp I servizi di messaggistica sotto osservazione da parte dei Carabinieri. Già 5 arresti
Armi e munizioni nascoste in cantina, blitz di Carabinieri e Polizia Armi e munizioni nascoste in cantina, blitz di Carabinieri e Polizia I controlli fra via Bolivar e via VIII Marzo: sequestrata anche una pistola lanciarazzi e proiettili di vario calibro
Traffico di droga dall'Albania alla Puglia: 16 condanne Traffico di droga dall'Albania alla Puglia: 16 condanne Gli inquirenti hanno documentato che la Puglia costituiva la base per smerciare droga in Italia
Al mercato con un panetto di hashish "marchiato" Escobar Al mercato con un panetto di hashish "marchiato" Escobar Arrestato dai Carabinieri un 58enne del posto: la droga era nascosta in un secchio. Rinvenuti anche 2.800 euro
Sorpreso a rubare limoni, inseguito e denunciato un 49enne Sorpreso a rubare limoni, inseguito e denunciato un 49enne L'uomo, di Bitonto, è stato fermato dopo un furto in un fondo a Torre Gavetone. Recuperata la refurtiva
Grave incidente in Via Spadolini, il Comitato: «Pronti a esposto in Procura per la sicurezza» Grave incidente in Via Spadolini, il Comitato: «Pronti a esposto in Procura per la sicurezza» I residenti: «Gravissima negligenza della pubblica amministrazione»
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.