La Guardia di Finanza
La Guardia di Finanza
Cronaca

"Appaltopoli" a Molfetta: in carcere Caputo, Castriotta e Lisena. I NOMI

41 gli indagati, 34 persone fisiche e 7 società: c'è Minervini. 10 le persone in carcere, 6 agli arresti domiciliari

Appalti pilotati, amministratori pubblici accomunati da particolari interessi, funzionari compiacenti. E ancora: imprenditori senza scrupoli, soldi, regalie e favori, in cambio di appalti, un mediatore. C'è tutto questo nell'inchiesta della Procura della Repubblica di Trani che oggi si è abbattuta come un terremoto su Molfetta.

Complessivamente gli indagati sono 41, di cui 34 persone fisiche e 7 società. 16, invece, le misure cautelari (10 in carcere e 6 agli arresti domiciliari) disposte dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani, Rossella Volpe. Il nome di spicco è quello del sindaco, Tommaso Minervini, indagato per il reato di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente: il primo cittadino non è tra i destinatari delle 16 misure cautelari eseguite dalla Guardia di Finanza.

I reati contestati, a vario titolo, sono di turbativa d'asta, corruzione, falso, depistaggio e peculato. In carcere sono finiti l'ex assessore comunale ai Lavori Pubblici Mariano Caputo e l'ex consigliera comunale Anna Sara Castriotta, il funzionario comunale Orazio Lisena e sette tra imprenditori e progettisti: Riccardo Di Santo, Andrea Ladogana, Valerio Di Gregorio, Domenico Tancredi, Paolo Conforti, Francesco e Pasquale Ieva. In manette, posto ai domiciliari, anche Vincenzo Manzi.

Con il presidente della commissione di gara di uno degli appalti pilotati, ai domiciliari, stamane, sono finiti altri cinque tra imprenditori e dipendenti delle aziende coinvolte: Francesco Sancilio, Mauro Giancaspro, Michele Palmiotti, Maurizio Bonafede, Vito De Robertis. I fatti contestati agli indagati - l'inchiesta è coordinata dai pm Francesco Tosto e Francesco Paolo Aiello - risalgono al periodo tra il 2018 e il 2020 e i 16 sono ritenuti responsabili di «molteplici ipotesi di corruzione».

L'inchiesta riguarda gli appalti per i lavori di riqualificazione di piazza Moro, proprio davanti alla stazione ferroviaria, i lavori di messa in sicurezza delle ciminiere dell'ex cementificio de Gennaro, i lavori di bitumazione di alcune strade cittadine, la pubblica illuminazione, i lavori di riqualificazione della biblioteca comunale e l'incarico del piano di monitoraggio dell'ambiente marino per il nuovo porto commerciale. 23, in totale, i capi d'imputazione contestati dai due pubblici ministeri.

Secondo la Procura della Repubblica di Trani il Comune di Molfetta avrebbe proceduto indebitamente agli affidamenti diretti senza fare le regolari gare d'appalto, favorendo imprenditori "amici", in cambio di denaro e favori. I dettagli dell'operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà a Barletta.
I NOMI DEI 16 ARRESTATI
  1. Bonafede Maurizio, nato a Lavagna il 11/11/1970, residente a Barletta;
  2. Caputo Mariano, njato a Molfetta il 20/04/1969, ivi residente;
  3. Castriotta Anna Sara, nata a Molfetta il 12/10/1986, ivi residente;
  4. Conforti Paolo, nato a Putignano il 30/12/1984, residente a Noci;
  5. De Robertis Vito, nato a Molfetta il 02/09/1957, ivi residente;
  6. Di Gregorio Valerio, nato a Trani il 21/09/1970, ivi residente;
  7. Di Santo Riccardo, nato ad Andria il 11/04/1982, ivi residente;
  8. Giancaspro Mauro, nato a Molfetta il 24/08/1978, residente a Bisceglie;
  9. Ieva Francesco Giovanni, nato ad Andria il 20/03/1987, ivi residente;
  10. Ieva Pasquale, nato ad Andria il 01/11/1975, residente a Corato;
  11. Ladogana Andrea, nato a Cerignola il 05/11/1987, ivi residente;
  12. Lisena Orazio, nato a Molfetta 14/11/1965, ivi residente;
  13. Palmiotti Michele, nato a Molfetta il 13/08/1950, ivi residente;
  14. Sancilio Francesco, nato a Molfetta il 06/01/1959, ivi residente;
  15. Tancredi Domenico detto Mimmo nato ad Altamura il 05/03/1982, ivi residente;
  16. Manzi Vincenzo, nato a Biccari il 30/12/1965, ivi residente.
  • Cronaca
  • Mariano Caputo
  • Arresti Molfetta
  • Orazio Lisena
  • Anna Sara Castriotta
  • Mauro Giancaspro
  • Vito De Robertis
  • Maurizio Bonafede
  • Michele Palmiotti
  • Francesco Sancilio
  • Riccardo Di Santo
  • Vincenzo Manzi
  • Andrea Ladogana
  • Valerio Di Gregorio
  • Domenico Tancredi
  • Paolo Conforti
  • Francesco Ieva
  • Pasquale Ieva
Altri contenuti a tema
Assenteismo all'ospedale di Molfetta: a processo 30 furbetti del cartellino Assenteismo all'ospedale di Molfetta: a processo 30 furbetti del cartellino I dipendenti dell'Asl timbravano il cartellino, ma in realtà erano assenti durante l'orario di lavoro. Oggi la prima udienza
In auto per la città con 50 grammi di hashish: in manette un 22enne In auto per la città con 50 grammi di hashish: in manette un 22enne L'arresto eseguito dai Carabinieri. Nei guai un incensurato del posto: confinato ai domiciliari, è tornato in libertà
Il bollettino Covid della Puglia: 112 casi su 7.650 tamponi Il bollettino Covid della Puglia: 112 casi su 7.650 tamponi Nelle ultime 24 ore anche 3 decessi
Scende in strada e spara con una pistola a salve. Bloccato un 36enne Scende in strada e spara con una pistola a salve. Bloccato un 36enne L'uomo ha impugnato una scacciacani esplodendo alcuni colpi. Fermato dai Carabinieri, è stato denunciato
Il Gip ha deciso: Caputo, Castriotta e Lisena restano in carcere Il Gip ha deciso: Caputo, Castriotta e Lisena restano in carcere Respinte le richieste dei legali, resta in cella anche Tancredi. L'ex assessore non ha risposto al giudice Volpe
Appalti e tangenti: l'ex consigliere Castriotta nega le accuse Appalti e tangenti: l'ex consigliere Castriotta nega le accuse I suoi legali, Laforgia e Petruzzella, hanno chiesto l'attenuazione della misura. Scena muta di Lisena davanti al Gip
Appalti e tangenti: l'ex assessore Caputo non risponde al Gip Appalti e tangenti: l'ex assessore Caputo non risponde al Gip Il politico molfettese, in carcere a Trani, si è avvalso della facoltà di non rispondere
Covid, gli attualmente positivi in Puglia sotto quota 15mila: non accadeva da novembre Covid, gli attualmente positivi in Puglia sotto quota 15mila: non accadeva da novembre Oggi 123 casi nel bollettino e ancora 0 decessi in provincia di Bari
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.