I resti del fuoco pirotecnico in via Marconi
I resti del fuoco pirotecnico in via Marconi
Cronaca

Allarme bombe carta. Ma erano soltanto petardi

Due gli episodi segnalati: in via Marconi e a cala Sant'Andrea

Paura ieri sera a Molfetta per due forti boati, sentiti dai residenti che abitano nei palazzi che si affacciano su via Marconi e a cala Sant'Andrea. Si scoprirà più tardi che erano stati fatti esplodere due grossi petardi. I segni trovati dai Carabinieri non lascerebbero dubbi.

Sono passate da pochissimo le ore 19.20, quando un violento scoppio desta allarme tra chi abita nei palazzi di via Marconi, nelle immediate vicinanze di piazza Cappuccini. I Carabinieri della locale Compagnia arrivano celermente sul posto (le segnalazioni dei possibili autori - due giovani in sella ad una bicicletta? - sono molto vaghe, ndr) e si occupano di repertare i resti del fuoco pirotecnico che ha causato la deflagrazione (nella foto del Liberatorio Politico).

Dopo arriva un'altra chiamata al 112, un'altra segnalazione, stavolta da cala Sant'Andrea, alle spalle della Capitaneria di Porto. Dai rilievi dei militari dell'Arma si scopre che a scoppiare non era stato altro che un botto, il secondo in pochissimo tempo, ma stavolta non emerge nulla che possa ricondurre all'esplosione. ​Il responsabile del doppio allarme sarebbe quindi da ricercare in un buontempone in vena di scherzi.

Il doppio boato, avvertito in due punti distinti di Molfetta, è stato prodotto da due petardi, frutto di una "ragazzata": sicuramente di una certa potenza, ma nessuna bomba carta o ordigni rudimentali come in un primo momento si era ipotizzato, a causa di voci incontrollate attraverso Facebook.
  • Carabinieri Molfetta
  • Petardi Molfetta
Altri contenuti a tema
Sequestro a scopo di estorsione: minacciati per 40 euro. Preso un 33enne Sequestro a scopo di estorsione: minacciati per 40 euro. Preso un 33enne L'uomo è finito in carcere: avrebbe chiesto soldi a tre ragazzi «imponendo» ad uno di loro di «rimanere insieme a lui»
Rubano un'auto e la trainano: intercettata dai Carabinieri, finisce sul guard rail Rubano un'auto e la trainano: intercettata dai Carabinieri, finisce sul guard rail Nottata movimentata sul cavalcavia di Cola Olidda, dove si è conclusa la folle corsa di una Volkswagen Golf rubata a Molfetta
Maltrattamenti in casa, braccialetto elettronico al marito violento Maltrattamenti in casa, braccialetto elettronico al marito violento Il provvedimento d'urgenza del Tribunale di Bari applicato dopo la denuncia della donna. Applicata la misura cautelare
Ai domiciliari, viola gli obblighi: insegnante 57enne finisce in carcere Ai domiciliari, viola gli obblighi: insegnante 57enne finisce in carcere L'uomo, residente a Molfetta e accusato del reato di maltrattamenti in famiglia, è stato arrestato dai Carabinieri
Trovate in casa con la cocaina: 48enne passa dal carcere ai domiciliari Trovate in casa con la cocaina: 48enne passa dal carcere ai domiciliari La donna, arrestata lo scorso 6 marzo, su istanza del proprio legale, ha ottenuto l'alleggerimento della misura cautelare
Maxi-confisca: le indagini iniziate nel 2016. La difesa: «Diremo la nostra» Maxi-confisca: le indagini iniziate nel 2016. La difesa: «Diremo la nostra» Nel mirino Giuseppe Manganelli: l'attività avviata dopo alcuni controlli stradali. L'avvocato Poli: «A breve le nostre precisazioni»
Maxi confisca all'imprenditore Manganelli: sigilli all'impero da 50 milioni Maxi confisca all'imprenditore Manganelli: sigilli all'impero da 50 milioni Operazione dei Carabinieri: tra i beni confiscati 15 fabbricati, tra i quali la villa, con vista mare, dove vive il 55enne
Controlli in città dopo l'omicidio De Gennaro: sette arresti, sequestrata droga Controlli in città dopo l'omicidio De Gennaro: sette arresti, sequestrata droga Sei le persone arrestate per detenzione di cocaina, hashish e marijuana, un settimo per evasione dai domiciliari
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.