Il Centro Antiviolenza
Il Centro Antiviolenza
Mondo del Sociale

Al via il programma antiviolenza

L'intesa coinvolgerà i comuni di Giovinazzo e Molfetta

Martedì scorso, 25 ottobre, si è tenuto il primo incontro operativo per avviare la convenzione con il Centro Antiviolenza "Riscoprirs...i" e per far partire il programma antiviolenza "George Sand" finanziato dalla Regione Puglia per un totale di 79.816,20 euro.

L'incontro, voluto dall'assessore alle Pari Opportunità, Antonia Pansini, ha visto la presenza delle due assistenti sociali responsabili del progetto, Mariantonietta Lezzi ed Elisabetta Carlucci, e della referente del Centro Antiviolenza, Giovanna Pisani.

Con la convenzione, il Centro Antiviolenza si impegna a garantire ai residenti dei comuni di Giovinazzo e di Molfetta l'accesso ad una serie di servizi. Tra questi ci sono l'apertura di uno sportello di ascolto nelle due città, la presa in carico, il sostegno e l'avvio d'aiuto con il raccordo tra i servizi territoriali, gli organi giudiziari e gli altri attori sociali, la consulenza legale gratuita, la consulenza psicologica, percorsi di orientamento e di accompagnamento al mondo del lavoro delle donne vittime, percorsi di prevenzione e di sensibilizzazione nelle scuole, percorsi di formazione agli operatori dei servizi sociali territoriali.

«Il programma antiviolenza - spiegano da Palazzo di Città -, che implementa il servizio fornito in convenzione, è presentato in partnership con la Consigliera regionale di parità che rappresenta il presidio del mercato del lavoro ai fini del rispetto della non discriminazione e della parità di genere, con la garante dell'infanzia e dell'adolescenza per il controllo dei diritti dei minori e con le case rifugio "Donne Libere" "Giraffa Onlus" "Coop. Soc.F. Aporti" per l'eventuale accoglienza delle vittime in luoghi protetti e sicuri».

«È un obiettivo cercato e fortemente voluto da entrambe le Amministrazioni dei Comuni di Giovinazzo e di Molfetta - ha dichiarato l'Assessore Antonia Pansini -. È di oltre due anni fa il primo incontro in cui io e l'ex sindaco di Molfetta, Paola Natalicchio, abbiamo delineato la bozza del nostro progetto che vede insieme a questo programma anche l'istituzione del "Binario Rosa" presso l'ospedale "Monsignor Bello" di Molfetta e la nascita del nostro Centro Antiviolenza d'ambito, possibile grazie ad un finanziamento di circa 600.000 euro, ottenuto per la ristrutturazione di un immobile comunale molfettese. Ritengo - ha poi chiosato la Pansini - sia il progetto che segnerà il più importante obiettivo raggiunto nel mio personale impegno sul nostro territorio nell'ambito delle Pari Opportunità».

I due Assessorati al ramo, l'ambito territoriale che comprende Molfetta e Giovinazzo e lo stesso Centro Antiviolenza «convocheranno tutti i referenti istituzionali sociali, sanitari e delle forze dell'ordine, le consulte, le associazioni e la cittadinanza per illustrare i servizi della convenzione proposta e il programma antiviolenza in una conferenza cittadina».
  • centro antiviolenza
Altri contenuti a tema
L’avv. Scardigno dell’Associazione Pandora: «Il Cav sarà un polo di innovazione culturale» L’avv. Scardigno dell’Associazione Pandora: «Il Cav sarà un polo di innovazione culturale» Presto l’inaugurazione del centro antiviolenza di Molfetta
Il 13 dicembre la chiusura del cantiere del centro antiviolenza di Molfetta? Il 13 dicembre la chiusura del cantiere del centro antiviolenza di Molfetta? Lavori in ritardo di oltre un anno. Secchi: «Apertura vittoria di tutti»
36 L’opposizione di sinistra chiede chiarimenti all’Amministrazione con cinque interpellanze L’opposizione di sinistra chiede chiarimenti all’Amministrazione con cinque interpellanze Si riprendono alcuni temi caldi come la “Muraglia” e la piscina
12 Paola Natalicchio: sportello di ascolto per le famiglie arcobaleno a Molfetta Paola Natalicchio: sportello di ascolto per le famiglie arcobaleno a Molfetta L’ex sindaco chiede conto del servizio previsto dal bando e ricorda la paternità del centro antiviolenza presentato ieri dal Commissario
6 Giovane marocchina subisce violenze dalla sua famiglia perché non rispetta le “regole” dell’Islam Giovane marocchina subisce violenze dalla sua famiglia perché non rispetta le “regole” dell’Islam Al lavoro gli uomini della Questura e di un centro antiviolenza di Bari
Centro Antiviolenza, firmato l'accordo con la Regione Puglia Centro Antiviolenza, firmato l'accordo con la Regione Puglia Finanziamento da 600 mila euro. Sorgerà in Piazza Luxemburg.
Nasce il centro antiviolenza territoriale Nasce il centro antiviolenza territoriale Per la sua costruzione accreditati dalla Regione 580mila euro
Approvato il progetto esecutivo per il Centro Civico Antiviolenza Approvato il progetto esecutivo per il Centro Civico Antiviolenza Il centro servirà per fornire attività di assistenza, aiuto, tutela e protezione rivolte a donne vittime di violenza
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.