L'incendio in via Fondo Favale
L'incendio in via Fondo Favale
Cronaca

Vasto incendio in via Fondo Favale. Fiamme e fumo a Ponente

Sul posto i Vigili del Fuoco per domare le fiamme ed evacuare gli animali allevati nella stalle

Un vasto incendio si è sviluppato stamane in via Fondo Favale, a Ponente. Attorno alle ore 11.00, i residenti della zona hanno visto divampare le fiamme, mentre una coltre di fumo nera, causata dalla combustione di materiale plastico e rifiuti, ha avvolto l'intera zona, scatenando il panico e rendendo l'aria irrespirabile.

Un rogo dalle dimensioni importanti. La zona interessata è quella, nei pressi del cimitero, dove sono ubicati vari box, depositi e stalle, messi in ginocchio da varie lingue di fuoco che, complice il forte vento, hanno bruciato sterpaglie, attrezzature edili di una ditta del posto, depositi, plastica e rifiuti. Sono stati dispiegati subito i mezzi dei Vigili del Fuoco (6 i mezzi giunti da Molfetta, Bari e Corato), mentre l'immane coltre di fumo ha reso difficile il lavoro del personale del 115.

L'area è stata interdetta dalla Polizia Locale: la furia dell'incendio ha mandato in fumo vari box e depositi e falcidiato anche alcune stalle. Evacuati anche i ricoveri per animali, molti dei quali in disuso e fatiscenti, in cui sono allevati cavalli e pecore, oltre a cani e gatti randagi che popolano la zona. Gli animali, completamente terrorizzati, sono stati messi al sicuro. Sui social, il tam tam di informazioni prosegue ininterrottamente. Per fortuna, non si registrano feriti, solo danni a cose.

Spento l'incendio, è il momento delle indagini di rito. Vigili del Fuoco e Polizia Locale stanno vagliando le segnalazioni, verificandone l'attendibilità. Al momento, però, non è stato possibile accertare l'origine del rogo: gli inquirenti stanno ancora acquisendo le numerose testimonianze. L'attività investigativa è in corso.
2 fotoIncendio a Fondo Favale
incendio
incendio
incendio
incendio
  • Cronaca
Altri contenuti a tema
Era morto al Pronto Soccorso dell'ospedale di Molfetta: Asl Bari condannata a risarcire la famiglia Era morto al Pronto Soccorso dell'ospedale di Molfetta: Asl Bari condannata a risarcire la famiglia L'episodio risale al 2021: 150mila euro ai parenti di un 58enne
In arrivo vento forte su Molfetta: domani allerta meteo In arrivo vento forte su Molfetta: domani allerta meteo Previste precipitazioni tra sabato e domenica
Funerale di Dario De Gennaro, l'omelia di Don Vito Bufi: «Non lasciamo spazio all'odio» Funerale di Dario De Gennaro, l'omelia di Don Vito Bufi: «Non lasciamo spazio all'odio» Le parole del sacerdote: «Serve ricreare un tessuto sociale che sia aperto al prossimo»
L'ultimo saluto di Molfetta a Dario De Gennaro. Commossa partecipazione a Sant'Achille L'ultimo saluto di Molfetta a Dario De Gennaro. Commossa partecipazione a Sant'Achille Tantissime persone presenti al funerale del 23enne ucciso giovedì scorso
Gravissimo incidente sulla Trani-Corato. Tra i feriti una donna di Molfetta Gravissimo incidente sulla Trani-Corato. Tra i feriti una donna di Molfetta Il bilancio del sinistro vede anche una vittima e altre cinque persone in ospedale
Omicidio a Molfetta, il parroco dell'Immacolata: «Un fallimento di tutta la comunità» Omicidio a Molfetta, il parroco dell'Immacolata: «Un fallimento di tutta la comunità» Le parole di don Paolo Malerba: «In tragedie come questa siamo tutti responsabili»
Omicidio a Molfetta, le dichiarazioni del vescovo: «Sconcerto e dolore» Omicidio a Molfetta, le dichiarazioni del vescovo: «Sconcerto e dolore» Le sue parole: «Non è possibile che un diverbio possa annientare una vita umana»
«Dario è scomparso», ma il 23enne era stato ucciso. Disposta l'autopsia «Dario è scomparso», ma il 23enne era stato ucciso. Disposta l'autopsia Il giovane sarebbe stato ucciso a coltellate da Onofrio de Pasquale, 29enne di Bisceglie che si è costituito
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.