Le indagini della Guardia di Finanza
Le indagini della Guardia di Finanza
Cronaca

Tangenti al Comune di Molfetta: al via gli interrogatori di garanzia

Il primo a comparire davanti alla gip che ha firmato l'ordinanza, Volpe, sarà l'ex assessore Caputo

Sono stati fissati per domani e venerdì gli interrogatori di garanzia delle 16 persone arrestate nell'ambito dell'inchiesta della Procura della Repubblica di Trani su presunti episodi corruttivi al Comune di Molfetta nella quale è indagato (ma non raggiunto da alcuna misura cautelare) il primo cittadino Tommaso Minervini.

Il primo a comparire davanti alla gip che ha firmato l'ordinanza, Rossella Volpe, sarà l'ex assessore Mariano Caputo, difeso dall'avvocato Felice Petruzzella. Dopo di lui saranno interrogati il funzionario comunale Orazio Lisena, l'ex consigliera comunale Anna Sara Castriotta e gli altri sette arrestati, tutti rinchiusi in carcere, tra imprenditori e progettisti: Riccardo Di Santo, Andrea Ladogana, Valerio Di Gregorio, Domenico Tancredi, Paolo Conforti, Francesco e Pasquale Ieva.

Poi toccherà ai sei indagati finiti agli arresti domiciliari (il presidente della commissione di gara di uno degli appalti pilotati, Vincenzo Manzi, e gli altri cinque tra imprenditori e dipendenti delle aziende coinvolte: Francesco Sancilio, Mauro Giancaspro, Michele Palmiotti, Maurizio Bonafede, Vito De Robertis).

Stando all'indagine della Guardia di Finanza, coordinata dai pm di Trani, i funzionari pubblici si sarebbero fatti pagare tangenti, denaro, regali ed altre utilità, per favorire gli imprenditori "amici" nell'ottenimento di appalti pubblici e incarichi, dimostrando «una capacità di piegare e condizionare ogni evenienza - scrive la gip - trasformandola in occasione di guadagno e di interesse illecito condiviso».
  • Mariano Caputo
  • Arresti Molfetta
  • Tommaso Minervini
  • Orazio Lisena
  • Anna Sara Castriotta
  • Mauro Giancaspro
  • Vito De Robertis
  • Maurizio Bonafede
  • Michele Palmiotti
  • Francesco Sancilio
  • Riccardo Di Santo
  • Vincenzo Manzi
  • Andrea Ladogana
  • Valerio Di Gregorio
  • Domenico Tancredi
  • Paolo Conforti
  • Francesco Ieva
  • Pasquale Ieva
Altri contenuti a tema
La calda estate della politica a Molfetta e quei 20 giorni che potrebbero evitare le dimissioni del sindaco La calda estate della politica a Molfetta e quei 20 giorni che potrebbero evitare le dimissioni del sindaco Minervini non sarebbe intenzionato a lasciare. In caso contrario la procedura gli consentirebbe comunque di tornare a guidare la città
Assenteismo all'ospedale di Molfetta: a processo 30 furbetti del cartellino Assenteismo all'ospedale di Molfetta: a processo 30 furbetti del cartellino I dipendenti dell'Asl timbravano il cartellino, ma in realtà erano assenti durante l'orario di lavoro. Oggi la prima udienza
Uccisione del sindacalista Adil Belakhdim, il sindaco Minervini: «Non si può morire così» Uccisione del sindacalista Adil Belakhdim, il sindaco Minervini: «Non si può morire così» Il 37enne lascia due figli e la moglie Lucia, originaria di Molfetta
In auto per la città con 50 grammi di hashish: in manette un 22enne In auto per la città con 50 grammi di hashish: in manette un 22enne L'arresto eseguito dai Carabinieri. Nei guai un incensurato del posto: confinato ai domiciliari, è tornato in libertà
Il Gip ha deciso: Caputo, Castriotta e Lisena restano in carcere Il Gip ha deciso: Caputo, Castriotta e Lisena restano in carcere Respinte le richieste dei legali, resta in cella anche Tancredi. L'ex assessore non ha risposto al giudice Volpe
Appalti e tangenti: l'ex consigliere Castriotta nega le accuse Appalti e tangenti: l'ex consigliere Castriotta nega le accuse I suoi legali, Laforgia e Petruzzella, hanno chiesto l'attenuazione della misura. Scena muta di Lisena davanti al Gip
Appalti e tangenti: l'ex assessore Caputo non risponde al Gip Appalti e tangenti: l'ex assessore Caputo non risponde al Gip Il politico molfettese, in carcere a Trani, si è avvalso della facoltà di non rispondere
Tangenti, tutto è partito da un commento su MolfettaViva Tangenti, tutto è partito da un commento su MolfettaViva La pubblicazione di un articolo su piazza Moro e un post su Facebook hanno incuriosito le Fiamme Gialle
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.