Confronto Legambiente e Lup
Confronto Legambiente e Lup

Struttura ricettiva in località Torre San Giacomo? I dubbi di Legambiente

Nota dell'associazione, firmata anche da Movimento Civico “Liberatorio Politico” e  L.U.P. – Laboratorio di Urbanistica Partecipata di Molfetta

Circolo Legambiente di Molfetta "Giovanna Grillo", Movimento Civico "Liberatorio Politico" e L.U.P. – Laboratorio di Urbanistica Partecipata di Molfetta firmano congiuntamente una nota. Al centro i dubbi e le perplessità sulla possibile realizzazione di una struttura ricettiva che potrebbe vedere la luce in Località Torre San Giacomo, sulla costa a ponente di Molfetta.

«Il circolo Legambiente di Molfetta "Giovanna Grillo", il L.U.P. – Laboratorio di Urbanistica Partecipata ed il Liberatorio Politico hanno appreso dall'albo pretorio del parere positivo degli uffici all'iscrizione dell'azienda agricola "Torre san Giacomo" nell'elenco regionale operatori agrituristici ed hanno inviato le loro osservazioni al progetto presentato per realizzare nell'area agricola di sua proprietà una struttura ricettiva», è l'introduzione del comunicato stampa.

Secondo quanto scritto da Legambiente, Liberatorio Politico e L.U.P. «Il progetto presentato non chiarisce come verranno recuperate le strutture già presenti nell'azienda per la loro trasformazione in agriturismo né quale distanza avranno da Torre san Giacomo che si trova nelle immediate vicinanze. La relazione è stata redatta da un perito agrario che non ha competenze urbanistiche, necessarie, essendo quell'area soggetta a tutela per il Piano Paesaggistico Regionale (PPTR). Non ci sono tracce di alcuna relazione paesaggistica né del parere della commissione locale paesaggio. Inoltre, su quell'area insistono ben due progetti di recupero dell'area costiera, candidati a bando da questa amministrazione, di cui uno già finanziato dalla Regione Puglia per più di 1.000.000€.».

«Per tutte queste motivazioni noi chiediamo l'immediata sospensione della determina e l'accesso agli atti per verificare che il progetto non alteri irreversibilmente il paesaggio e pregiudichi l'opera di recupero che si sta faticosamente cercando di attuare su quell'area in sinergia con il comune di Bisceglie e Legambiente Puglia», è la conclusione di Legambiente, Liberatorio Politico e L.U.P.
  • Liberatorio Politico Molfetta
  • Legambiente Molfetta
Altri contenuti a tema
Legambiente e le inondazioni nella zona industriale di Molfetta: «Aggressione al territorio» Legambiente e le inondazioni nella zona industriale di Molfetta: «Aggressione al territorio» La nota del presidente Marco Di Stefano
«Mentre la città sembra insicura, il sindaco paga due guardie armate per la Muraglia» «Mentre la città sembra insicura, il sindaco paga due guardie armate per la Muraglia» Matteo d'Ingeo chiede la revoca di determina e ordinanza: «Mi sento un cittadino di serie C, perché non abito nel borgo antico»
Dal Liberatorio dieci proposte per contrastare la delinquenza a Molfetta Dal Liberatorio dieci proposte per contrastare la delinquenza a Molfetta Il movimento civico di d'Ingeo in una nota: «Dal Palazzo di città il silenzio»
Il Liberatorio Politico ricorda Gianni Carnicella Il Liberatorio Politico ricorda Gianni Carnicella Conferenza sabato 6 luglio nell'Aula del Consiglio Comunale
Il Liberatorio Politico contro «la "paranza" dei lanciatori di uova» Il Liberatorio Politico contro «la "paranza" dei lanciatori di uova» Il movimento di d'Ingeo torna sull'episodio del lancio delle uova contro una volante della Polizia Locale
Legambiente e i dubbi sugli espropri nel Piano per gli Insediamenti Produttivi di Molfetta Legambiente e i dubbi sugli espropri nel Piano per gli Insediamenti Produttivi di Molfetta L'associazione: «Così si cancella la cultura contadina di Molfetta»
«Ancora incendi di auto. E domani a chi toccherà?» «Ancora incendi di auto. E domani a chi toccherà?» Secondo il Liberatorio dall'inizio dell’anno i numeri ci dicono che ci sono state già 15 auto danneggiate dai roghi notturni
Rischio idraulico alla zona industriale di Molfetta, Legambiente: «L’attuale progetto non risolve il rischio inondazioni» Rischio idraulico alla zona industriale di Molfetta, Legambiente: «L’attuale progetto non risolve il rischio inondazioni» L'associazione: «Si alla rinaturalizzazione delle lame»
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.