L'acqua putrida a Torre Calderina
L'acqua putrida a Torre Calderina
Cronaca

Schiuma e acqua putrida a Torre Calderina: la denuncia della Gepa

Depuratori ko o scarichi abusivi? Non solo schiuma, anche una sostanza densa e maleodorante

Schiume e melma putrescente. Siamo nell'oasi naturalistica di Torre Calderina, l'area protetta da vincoli paesaggistici che si trova fra Molfetta e Bisceglie, dove le Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale di Molfetta hanno acceso i riflettori su alcuni scarichi sospetti.

In questi giorni il dramma ambientale è tornato di attualità, dopo che nell'oasi avifaunistica una serie di cascatelle si sono riempite di una schiuma maleodorante, circondata da una melma di colore scuro. Ė veleno. Si tratta - secondo il personale dell'associazione ambientalista diretto dal presidente Giuseppe Battista, che ha effettuato un servizio di perlustrazione ambientale - dell'ennesimo rigagnolo di schiume e melma putrescente, che scorre per diversi metri a cielo aperto.
Carico il lettore video...
Ma chi inquina? «È un problema che va avanti da anni - afferma proprio Battista - senza mai arrivare a niente». Nel 2006, e più recentemente nel 2017, anche il WWF e la Lega per l'Abolizione della Caccia si sono interessate al problema (oltre alla melma c'era anche la schiuma dall'odore nauseabondo che imperversava in tutta l'area, nda) informando la Procura della Repubblica di Trani. Adesso la Gepa giura di arrivare sino a Roma: «Scriveremo al Ministero dell'Ambiente», promette Battista.

Gli scarichi - è il sospetto - potrebbero derivare da un malfunzionamento del depuratore di Ruvo-Terlizzi che nell'oasi naturalistica di Torre Calderina ha il suo sbocco terminale. Ma quel canale potrebbe anche raccogliere i reflui provenienti da alcuni frantoi della zona, scaricati abusivamente.
  • torre calderina
  • Associazione Gepa
Altri contenuti a tema
Ok al progetto esecutivo di riqualificazione di Torre Calderina. Botta e risposta Comune - proprietari Ok al progetto esecutivo di riqualificazione di Torre Calderina. Botta e risposta Comune - proprietari Quasi certo l'esproprio di alcuni terreni: progetto da oltre 1 milione di Euro
Sciame d'api al cimitero: intervengono la Gepa e l'apicoltore Sciame d'api al cimitero: intervengono la Gepa e l'apicoltore Le api si sono dapprima poggiate su una parete e su una statua e poi sono andate via
Coronavirus, a Molfetta parte la raccolta alimentare di Gepa e Gadit Coronavirus, a Molfetta parte la raccolta alimentare di Gepa e Gadit I cittadini che vorranno donare potranno recarsi presso la sede di via San Domenico n. 36
La schiuma a Torre Calderina crea allarme a Molfetta La schiuma a Torre Calderina crea allarme a Molfetta Ma il fenomeno potrebbe dipendere dalla presenza di sostanze cosiddette tensioattive
Spazi per tutti, pista ciclabile e natura: come sarà Torre Calderina in futuro? Spazi per tutti, pista ciclabile e natura: come sarà Torre Calderina in futuro? I dettagli del progetto dal costo superiore a 1 milione di Euro
Riqualificazione costa a Ponente di Molfetta: espropri in arrivo? Riqualificazione costa a Ponente di Molfetta: espropri in arrivo? Nel frattempo su Torre Calderina interventi conservativi grazie a fondi della Regione Puglia
Macabro ritrovamento a Molfetta: canarino morto gettato fra i rifiuti Macabro ritrovamento a Molfetta: canarino morto gettato fra i rifiuti Abbandonato in via capitano Azzarita come se fosse un semplice rifiuto da buttare via
Cammini storici in Puglia e in Grecia, c'è anche Molfetta con Torre Calderina Cammini storici in Puglia e in Grecia, c'è anche Molfetta con Torre Calderina La notizia ufficializzata dall'Assessore regionale all'Industria turistica e Culturale, Loredana Capone
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.