I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Rubano un'auto e si danno alla fuga sulla 16 bis, arrestati dai Carabinieri

Due cerignolani di 30 e 26 anni sono stati bloccati su una piazzola di sosta. Si cerca il terzo complice

Hanno rubato un'auto e si sono dati alla fuga, ma la vettura è stata intercettata dai Carabinieri a cui si era subito rivolta la proprietaria. Un 30enne ed un 26enne, entrambi di Cerignola e con precedenti specifici, sono stati arrestati dopo un inseguimento con l'accusa di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Quotidiano e incessante è infatti il lavoro della Sezione Radiomobile della Compagnia di Molfetta rispetto al contrasto del fenomeno dei furti d'auto, a Molfetta e nei territori limitrofi. Il fenomeno è da sempre all'attenzione dell'Arma, anche per la crescente spregiudicatezza dei malviventi, che sempre più spesso ingaggiano con i militari inseguimenti, non esitando a speronamenti assolutamente pericolosi non solo per i militari operanti, ma soprattutto per ignari autisti e passanti.

Tuttavia la professionalità dei militari della Sezione Radiomobile, supportati dapprima dall'operatore della centrale operativa del 112 e poi da quelli della Stazione locale, ha portato la mattina del 18 maggio scorso all'arresto di due uomini cerignolani, entrambi pregiudicati, colti in flagranza di reato del furto di una Renault Kadjar. Una pattuglia dell'Arma è riuscita ad intercettare l'auto rubata, seguita da un'altra, una Citroen C3, utilizzata dai banditi per commettere furti a Molfetta.

Il conducente dell'auto, nonostante l'alt intimatogli più volte dai militari ed allo scopo di seminarli, ha accelerato effettuando manovre pericolose per l'incolumità sua e degli utenti della strada. Ne è nato un inseguimento che è terminato su una piazzola di sosta della strada statale 16 bis, verso Foggia, ove impossibilitato a proseguire la corsa, uno dei malviventi a bordo dell'auto rubata, dopo averla abbandonata, ha tentato di salire sul mezzo condotto dai due complici per fuggire.

Il repentino sopraggiungere dei militari, infatti, ha consentito di bloccare l'auto dei due complici, mentre il terzo soggetto è riuscito a scappare a piedi facendo perdere le proprie tracce. Identificati, i due cerignolani con precedenti specifici, di 30 e 26 anni, sono stati condotti in caserma e dichiarati in stato di arresto per i reati di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale, e dopo condotti nella casa circondariale di Trani a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

L'auto rubata, una Renault Kadjar, è stata restituita all'avente diritto, quella utilizzata dai malviventi, una Citroen C3, è stata sottoposta a sequestro e sarà adesso ispezionata, mentre proseguono incessanti le indagini dei militari per individuare il terzo complice, riuscito a fuggire a piedi facendo perdere le proprie tracce.
  • Arresti Molfetta
  • Furti auto Molfetta
  • Arresti Carabinieri
Altri contenuti a tema
Frode nelle mense scolastiche in Friuli: coinvolto un 53enne di Molfetta Frode nelle mense scolastiche in Friuli: coinvolto un 53enne di Molfetta Nel mirino dei Carabinieri del Nas una società di catering. L'indagine per frode è partita nel 2020
A Molfetta la droga si acquista su WhatsApp A Molfetta la droga si acquista su WhatsApp I servizi di messaggistica sotto osservazione da parte dei Carabinieri. Già 5 arresti
Al mercato con un panetto di hashish "marchiato" Escobar Al mercato con un panetto di hashish "marchiato" Escobar Arrestato dai Carabinieri un 58enne del posto: la droga era nascosta in un secchio. Rinvenuti anche 2.800 euro
Assenteismo all'ospedale di Molfetta: a processo 30 furbetti del cartellino Assenteismo all'ospedale di Molfetta: a processo 30 furbetti del cartellino I dipendenti dell'Asl timbravano il cartellino, ma in realtà erano assenti durante l'orario di lavoro. Oggi la prima udienza
In auto per la città con 50 grammi di hashish: in manette un 22enne In auto per la città con 50 grammi di hashish: in manette un 22enne L'arresto eseguito dai Carabinieri. Nei guai un incensurato del posto: confinato ai domiciliari, è tornato in libertà
Tangenti, tutto è partito da un commento su MolfettaViva Tangenti, tutto è partito da un commento su MolfettaViva La pubblicazione di un articolo su piazza Moro e un post su Facebook hanno incuriosito le Fiamme Gialle
Tangenti al Comune di Molfetta: al via gli interrogatori di garanzia Tangenti al Comune di Molfetta: al via gli interrogatori di garanzia Il primo a comparire davanti alla gip che ha firmato l'ordinanza, Volpe, sarà l'ex assessore Caputo
Seguito, poi scatta il blitz: aveva 1,3 chili di marijuana. Arrestato Seguito, poi scatta il blitz: aveva 1,3 chili di marijuana. Arrestato I Carabinieri hanno fermato un 59enne: sequestrati anche 2mila euro in contanti, miscele esplosive e cartucce
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.