I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Rubano olive, ma un agricoltore li vede e chiama il 112: arrestati

Furto sventato, nel giorno dell'Immacolata, catturati tre ladri di 20, 24 e 48 anni. Recuperata la refurtiva: 5 quintali

3 arresti e 5 quintali di olive recuperate. È il bilancio di un intervento dei Carabinieri, attivati dalla segnalazione al 112 di un cittadino, durante un'operazione per contrastare il fenomeno sempre attuale dei furti di olive. Non si tratta di una cosa nuova, ma è un fatto fisiologico che coincide con la campagna olearia.

Nel particolare periodo caratterizzato dall'emergenza da Covid-19, oltre agli incessanti servizi sui centri abitati, finalizzati al controllo del rispetto delle misure di contenimento della diffusione della pandemia, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari continuano senza alcuna sosta a sorvegliare pure le campagne della provincia di Bari e di Barletta, Andria e Trani, al fine di prevenire e reprimere gli odiosi furti di olive e di attrezzi ai danni degli agricoltori, denunciati da Coldiretti.

Così, dopo l'arresto dei giorni scorsi di 3 persone, colte nella flagranza di furto di 15 quintali di olive nelle campagne di Trinitapoli, e le denunce a piede libero di 8 persone complessive, sorprese nelle scorse settimane, in momenti diversi, a rubare i raccolti nelle campagne di Cassano delle Murge, di Palo del Colle, di Bitonto e di Sannicandro di Bari, nel barese, sono entrati in azione anche i Carabinieri della Compagnia di Molfetta, alle direttive del capitano Francesco Iodice.Nel giorno dell'Immacolata, infatti, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, diretti dal sottotenente Domenico Mastromauro, hanno arrestato 3 persone, di 20, 24 e 48 anni, due di Molfetta e una di Corato, sorprese all'interno di un terreno lungo la strada vicinale Marcinase. In pieno giorno, una squadra di ladri ha pensato di poter agire indisturbata nel rubare quintali di olive ai danni di ignari agricoltori molfettesi. Ma stavolta non è andata così!

Un agricoltore della zona, insospettitosi dalla loro presenza, ha contattato il 112. ​«Preziosa - rimarcano dalla Compagnia - è stata la collaborazione offerta». I Carabinieri, con l'ausilio di auto civetta, sono immediatamente giunti presso il fondo, nella zona industriale di Molfetta, lungo la provinciale per Corato, ove hanno sorpreso i tre uomini, con altrettante pertiche, che battevano i rami per far cadere le olive su due teli disposti ad hoc sotto gli alberi, e li hanno bloccati.

Sui teli sono stati rinvenute le olive, e poco distante, celate dietro altri alberi di ulivo, anche una bagnarola, un secchio e due sacchi per la raccolta. I Carabinieri hanno recuperato i 5 quintali di olive, restituendole al legittimo proprietario. Il finale? Tre arresti con destinazione il "gabbio", la casa circondariale di Bari.
  • Furti Molfetta
  • Arresti Molfetta
  • Arresti Carabinieri
Altri contenuti a tema
Allarme in porto, altri due furti sulle imbarcazioni da pesca Allarme in porto, altri due furti sulle imbarcazioni da pesca Nel mirino dei ladri due motopescherecci: sparite numerose attrezzature. Indagano i Carabinieri
Ladri in trasferta a Trani: padre e figlio arrestati dalla Polizia Ladri in trasferta a Trani: padre e figlio arrestati dalla Polizia I due, di 50 e 18 anni, sono stati fermati dopo una serie di furti nei negozi: riconosciuti grazie alla videosorveglianza
Ai domiciliari, aveva 19 dosi di hashish in casa. Ed è di nuovo in arresto Ai domiciliari, aveva 19 dosi di hashish in casa. Ed è di nuovo in arresto Nei guai un 23enne di Molfetta. Controllo mirato dei Carabinieri e la scoperta su un mobile della cucina
Anche Giotti lascia il carcere: concessi gli arresti domiciliari Anche Giotti lascia il carcere: concessi gli arresti domiciliari La decisione è del gip Galesi dopo l'istanza dei legali Masellis e Mongelli. L'uomo ha lasciato il penitenziario di Lecce
Operazione "Ghostbusters": 13 condanne, cadono le accuse più gravi Operazione "Ghostbusters": 13 condanne, cadono le accuse più gravi Sentenza del gup di Trani. Pene lievi per Francesco Grosso e suo nipote Peter De Bari: 1 anno e 6 mesi
Armato di coltello, rapina un supermercato: individuato in 24 ore Armato di coltello, rapina un supermercato: individuato in 24 ore Fermato un 32enne: i Carabinieri sono piombati a casa dove hanno trovato gli indumenti indossati durante il colpo
Spaccio di droga. Risalgono a lui tramite gli acquirenti: preso un 28enne Spaccio di droga. Risalgono a lui tramite gli acquirenti: preso un 28enne I Carabinieri hanno fermato alcuni cittadini e proprio grazie a loro sono riusciti ad individuare il fornitore
Rapina da 11mila euro alla sala slot Win Time. Tre arresti Rapina da 11mila euro alla sala slot Win Time. Tre arresti La Guardia di Finanza ha fermato il 32enne Gianfranco Del Rosso e due suoi complici. Il colpo effettuato il 12 luglio scorso
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.