I pappagalli recuperati dai Carabinieri
I pappagalli recuperati dai Carabinieri
Cronaca

Presi i ladri acrobati di pappagalli: denunciati due 33enni dai Carabinieri

Recuperati 47 esemplari: 7 erano già morti. I ladri li avevano rubati da una torre faro dello stadio Poli

Farebbero fortuna come trapezisti del circo. Ma evidentemente gli va bene così. A rubare pappagalli, i ladri acrobati in grado di arrampicarsi dappertutto, trovano compensi più lauti. Ieri sera, però, ad attenderli c'erano i Carabinieri che li hanno fermati, identificati e denunciati a piede libero.

I 47 volatili - 15 con pochissimi giorni di vita e 7, purtroppo, già morti - sono stati recuperati dai militari e affidati alle sapienti mani dei volontari del WWF Puglia, accorsi sul posto. I due furfanti, invece, due 33enni pluripregiudicati di Bari, sono stati deferiti in stato di libertà presso la Procura della Repubblica di Trani: per loro le accuse sono di detenzione di animali di specie protetta, maltrattamento di animali e invasione di edifici pubblici.

I fatti sono di ieri sera, alle ore 22.00. I due ladri acrobati - malviventi per i quali il fattore altezza non costituisce un fattore deterrente - si erano arrampicati a mani nude su una torre faro dello stadio Poli, proprio di fronte alla Compagnia di via Vittime di Nassirya. I Carabinieri della locale Stazione, giunti sul posto, dopo una breve perlustrazione dell'area, li hanno individuati - giovani esperti e piuttosto scaltri - condotti in caserma e denunciati.«I due balordi - ha detto Pasquale Salvemini - si erano arrampicati su una torre faro dello stadio Poli per rubare dai nidi i piccoli di pappagallo. Pensavano di farla franca nuovamente, ma quando sono scesi hanno trovato ad attenderli i Carabinieri a cui, a nome del WWF Puglia, rivolgo il mio forte plauso per aver condotto un'operazione importante per sgominare una coppia di ladri di pappagalli attiva sul nostro territorio e non solo».

Per Salvemini, purtroppo, si tratta di «un fenomeno in forte espansione che deve essere fermato», denunciato il 12 maggio scorso sulle pagine di MolfettaViva.it. «Questi furti - dice ancora - danneggiano l'aspetto naturale perché colpiscono i riproduttori in fase di cova, lasciando i piccoli morire da soli. Una volta catturati - spiega ancora - i piccoli vengono alimentati allo stecco per poi, dopo 4 mesi, essere venduti ad 80 euro cadauno».

Per questi volatili il centro del mercato nero è il grande parcheggio dello stadio San Nicola di Bari. Ma non solo: in alcuni casi il business si sposta anche presso negozianti di animali compiacenti senza alcuno scrupolo. «È importante denunciare», conclude Salvemini.
  • Furti Molfetta
  • Carabinieri Molfetta
  • Furti pappagalli Molfetta
Altri contenuti a tema
Coronavirus, 2 contagiati nella Compagnia dei Carabinieri di Molfetta Coronavirus, 2 contagiati nella Compagnia dei Carabinieri di Molfetta Un militare è in isolamento domiciliare, un altro in ospedale: controlli rigidi, ma senza chiudere la caserma di via vittime di Nassiriya
Carabinieri: istituito il Gruppo Trani, cambia la geografia della Compagnia Carabinieri: istituito il Gruppo Trani, cambia la geografia della Compagnia Al Comando di via vittime di Nassiriya sono state ricondotte le Stazioni di Corato e Ruvo di Puglia
Ladri d'auto intercettati, scatta l'inseguimento: furto sventato Ladri d'auto intercettati, scatta l'inseguimento: furto sventato È successo lungo la strada provinciale per Bitonto. Recuperata l'auto rubata, una Opel Astra
Pezzi di ricambio da un'auto rubata a Molfetta. In manette un 31enne Pezzi di ricambio da un'auto rubata a Molfetta. In manette un 31enne I fatti risalgono al 2019. L'uomo, titolare di una autodemolizione a Cerignola, è finito agli arresti domiciliari
Ai domiciliari i due molfettesi accusati del tentato furto al Twenty Two Ai domiciliari i due molfettesi accusati del tentato furto al Twenty Two Oggi si è svolto il processo per direttissima: i due sono accusati di tentato furto aggravato, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale
3 Il Ros di Bari, la Faida del Gargano, Molfetta. Il luogotenente Malerba si racconta Il Ros di Bari, la Faida del Gargano, Molfetta. Il luogotenente Malerba si racconta È andato in pensione dopo 8 anni al comando della locale Stazione: «Ho dato il mio piccolo contributo per una società migliore»
Di notte in caffetteria, cliente chiama il 112. Due in arresto Di notte in caffetteria, cliente chiama il 112. Due in arresto Un 18enne ed un 20enne sono stati sorpresi dai Carabinieri a forzare la porta del Twenty Two
Forzano l'ingresso e devastano la sede dell'Anmil: danni ingenti Forzano l'ingresso e devastano la sede dell'Anmil: danni ingenti Presa di mira l'associazione di via Marconi: sull'episodio indagano i Carabinieri
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.