L'intervento della Metronotte s.r.l.
L'intervento della Metronotte s.r.l.
Cronaca

Pausa pranzo, ladro in un negozio di Terlizzi. Arrestato un 45enne di Molfetta

L'uomo aveva forzato la porta d'ingresso. Ma all'uscita trova i Carabinieri che lo arrestano per furto aggravato

I Carabinieri della Tenenza di Terlizzi hanno arrestato, nella flagranza di reato, un 45enne di Molfetta, per furto aggravato ai danni di un'attività commerciale.

L'uomo, approfittando del fatto che il proprietario si fosse allontanato per andare a pranzare, dopo aver forzato la porta d'ingresso è entrato nel negozio, senza fare i conti con i Carabinieri e la vigilanza privata i quali, su allarme sono subito arrivati sul posto.

Nel primo pomeriggio, infatti, ricevuta la segnalazione di un allarme intrusione, proveniente da un negozio ubicato su via dei Garofani, la Metronotte s.r.l., che ha in carico la sorveglianza sul citato esercizio commerciale, ha segnalato prontamente il fatto ai Carabinieri del luogo. Dopo pochi minuti sono quindi arrivati sul posto, sia una pattuglia dell'Arma che un'autoradio dell'istituto di vigilanza privata.

I militari, notata la porta d'ingresso aperta, sono quindi entrati per un'ispezione dei locali, congiuntamente alla guardia particolare giurata. Nello stesso frangente, un uomo, che si trovava all'interno del negozio, accortosi della presenza dei militari, ha cercato di allontanarsi ma è stato fermato ed arrestato.

Dai successivi accertamenti, è emerso che lo stesso, originario di Molfetta e con numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio, mediante l'utilizzo di alcuni arnesi da scasso, poco prima, aveva forzato, la porta d'ingresso dell'attività commerciale, introducendosi al suo interno ed asportando l'incasso della mattinata, pari ad oltre 200 euro.

Grazie alle immagini riprese dalle telecamere è stato anche possibile ricostruire tutte le fasi dell'evento. I Carabinieri hanno quindi acquisito la denuncia dal titolare del negozio, al quale, è stata poi restituita l'intera somma recuperata. Gli arnesi da scasso, invece, sono stati sequestrati.

L'artefice del furto è stato sottoposto, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani, agli arresti domiciliari presso la propria casa, in attesa di giudizio.
  • Furti Molfetta
  • Arresti Molfetta
  • Arresti Carabinieri
Altri contenuti a tema
Tentano il furto nella farmacia dell’ospedale, ma i ladri fuggono a mani vuote Tentano il furto nella farmacia dell’ospedale, ma i ladri fuggono a mani vuote L'intervento dell'istituto G4 ha messo in fuga i malviventi. E non è la prima volta a Molfetta: indagano i Carabinieri
Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Il giovane è stato trovato in possesso di 23 dosi di hashish e 590 euro. Arrestato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari
Estorsioni, sì ai domiciliari per un 18enne. Restano in carcere gli altri 3 arrestati Estorsioni, sì ai domiciliari per un 18enne. Restano in carcere gli altri 3 arrestati Il Tribunale di Trani ha disposto la sostituzione della misura cautelare. Rigettate le altre richieste
Estorsioni, si costituisce l'ultimo componente della banda. È un 26enne Estorsioni, si costituisce l'ultimo componente della banda. È un 26enne Si tratta di Domenico Minervini, molfettese già noto alle forze dell'ordine. Si è presentato a Trani con il suo avvocato
Furti in appartamento, attenti ai pezzettini di plastica sotto le porte Furti in appartamento, attenti ai pezzettini di plastica sotto le porte Quattro i georgiani fermati dai Carabinieri: due bloccati a Bari, gli altri due a Potenza. Era chiamata la "banda della compieta"
Presi i rapinatori con l'ombrello. Arrestati, sono sospettati di altri colpi Presi i rapinatori con l'ombrello. Arrestati, sono sospettati di altri colpi Fermati dalla Polizia di Stato a Casamassima. Sono gli stessi delle rapine all'MD e alla Farmacia Pesca?
Smantellata la banda degli estorsori, tre in carcere. Un quarto è ricercato Smantellata la banda degli estorsori, tre in carcere. Un quarto è ricercato Non solo pistolettate, fecero esplodere un ordigno. Intercettate le telefonate WhatsApp, si cerca un 26enne. Il plauso dell'Antiracket
Raid punitivo da San Giorgio a Molfetta. Dopo gli arresti, si cerca il movente Raid punitivo da San Giorgio a Molfetta. Dopo gli arresti, si cerca il movente Fra le ipotesi dei Carabinieri, quella di un regolamento di conti. Si sospetta una lite, mentre si cerca un terzo uomo
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.