L'intervento dei Carabinieri
L'intervento dei Carabinieri
Cronaca

Paura in Cattedrale, 52enne si cosparge di benzina e minaccia di darsi fuoco

Dietro il folle gesto motivi economici. Salvato dal sindaco Minervini, sul posto i Carabinieri

Si è cosparso tutto il corpo di benzina, ma è stato salvato dall'intervento dei Carabinieri e del sindaco Tommaso Minervini. Momenti di tensione, questa mattina, a Molfetta, dove un uomo, un 52enne del posto, dopo le ore 11.30, ha inscenato la sua protesta, ma è stato fatto desistere dal portare avanti il folle gesto.

Il fatto è avvenuto in pieno centro, all'interno della Cattedrale di Santa Maria Assunta. L'uomo, dopo essersi incatenato nella cappella del Santissimo Sacramento, ha iniziato a svuotare la benzina contenuta in una bottiglia sui suoi vestiti. L'ingresso all'interno della chiesa è stato subito blindato e sul posto, scattato l'allarme, sono arrivati immediatamente i Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Molfetta diretti dal capitano Francesco Iodice.

Il 52enne, intanto, è rimasto all'interno della cappella ed ha continuato a versarsi addosso liquido infiammabile, mentre sul posto, assieme al personale dell'Asl di Bari, è giunto anche Tommaso Minervini, il quale ha evitato il peggio. È iniziata una lunga trattativa fra il sindaco e l'uomo, durata oltre un'ora, ma il molfettese, in passato già aiutato dalla Diocesi, non aveva alcuna intenzione di recedere dal suo folle proposito di trasformarsi in una torcia umana.

Al termine di una lunga mediazione il sindaco, dando fondo alla sua professionalità nel ruolo di educatore, ed a cui l'uomo ha raccontato che era disperato per le difficoltà economiche, è riuscito a convincerlo a liberare l'area: il 52enne è stato bloccato e calmato, le sue condizioni non sono preoccupanti.
  • Cronaca
Altri contenuti a tema
Positivo meno dell'1% dei tamponi processati nelle ultime ore Positivo meno dell'1% dei tamponi processati nelle ultime ore Sale il numero dei ricoverati negli ospedali pugliesi
Vasto incendio in via Fondo Favale. Fiamme e fumo a Ponente Vasto incendio in via Fondo Favale. Fiamme e fumo a Ponente Sul posto i Vigili del Fuoco per domare le fiamme ed evacuare gli animali allevati nella stalle
Disagi sulla SS16 all'altezza dello svincolo di Molfetta zona industriale Disagi sulla SS16 all'altezza dello svincolo di Molfetta zona industriale Rallentamenti per lavori sia in direzione Bari che in direzione Foggia
Bombe nei cantieri, il mondo delle associazioni: «Mai minimizzare i fatti criminosi» Bombe nei cantieri, il mondo delle associazioni: «Mai minimizzare i fatti criminosi» La nota a firma di ANPI, ARCI, Azione Cattolica Cittadina di Molfetta, Presidio Libera
Due bombe in un cantiere sul lungomare. Un'altra a lama Martina Due bombe in un cantiere sul lungomare. Un'altra a lama Martina Tre forti esplosioni a distanza di pochi minuti, sul posto Carabinieri e Vigili del Fuoco. Ingenti i danni
Individuato piromane a Molfetta. Aveva appiccato un incendio a luglio Individuato piromane a Molfetta. Aveva appiccato un incendio a luglio Si tratta di un 74enne di Andria immortalato dalle telecamere di videosorveglianza
Piazza Paradiso e vie adiacenti: cuore della città o ghetto? La nota congiunta di diverse realtà di quartiere Piazza Paradiso e vie adiacenti: cuore della città o ghetto? La nota congiunta di diverse realtà di quartiere Riflessioni a firma del Presidio Libera, della Parrocchia Immacolata, di Auser Molfetta e Teatrermitage/SPAZIOleARTI
99 Musica, balli e assembramenti: chiusa una disco tra Giovinazzo e Molfetta Musica, balli e assembramenti: chiusa una disco tra Giovinazzo e Molfetta I Carabinieri hanno trovato centinaia di giovani assembrati e senza mascherina: stop di 5 giorni
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.