Un'aula di Tribunale
Un'aula di Tribunale
Cronaca

Operazione "Quinto Piano", revocata un'altra misura cautelare

Lucrezia Ribera era stata interdetta dal servizio per 3 mesi. Ritenute idonee le argomentazioni dell'avvocato Michele Salvemini

Su richiesta della locale Procura della Repubblica, il 17 luglio scorso il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani ha sottoposto Lucrezia Ribera alla misura cautelare dell'interdizione dal pubblico servizio per 3 mesi.

Fu questo il secondo capitolo delle indagini della Guardia di Finanza della locale Tenenza sui "furbetti del cartellino" all'interno dell'ospedale monsignor Antonio Bello di Molfetta. All'interrogatorio di garanzia del 23 luglio scorso, però, l'indagata si è regolarmente sottoposta all'interrogatorio e la difesa, rappresentata dall'avvocato Michele Salvemini, ha presentato una memoria di oltre 100 pagine.

Il legale, nelle proprie memorie, ha confutato ogni punto dell'impianto accusatorio ed ha domandato la revoca della misura cautelare per assenza di gravi indizi di colpevolezza e delle esigenze cautelari. In particolare la difesa ha evidenziato come «alcuni allontanamenti dal luogo di lavoro, lungi dall'essere determinati da motivi personali, erano avvenuti in esecuzione dei compiti d'ufficio».

Sul punto il giudice ha riservato la decisione e ieri, sciolta la riserva, ha revocato la misura cautelare della dipendente dell'Azienda Sanitaria Locale, ritenendo le argomentazioni difensive idonee a scalfire la prospettazione accusatoria.
  • Ospedale
  • Guardia di Finanza Molfetta
  • Michele Salvemini
  • Lucrezia Ribera
Altri contenuti a tema
Scoperto "atelier" del falso a Molfetta: all'interno abiti griffati, ma tarocchi Scoperto "atelier" del falso a Molfetta: all'interno abiti griffati, ma tarocchi Da Adidas a Nike sino a Diesel e Levi's, ma gli abiti erano falsi. Denunciate due persone dalle Fiamme Gialle
L'ospedale di Molfetta ancora operativo. Rassicurazioni dall'amministrazione L'ospedale di Molfetta ancora operativo. Rassicurazioni dall'amministrazione A settembre novità sull'ospedale del nord barese
Scandalo ospedale di Molfetta, revocati gli arresti domiciliari anche a Filomena Squeo Scandalo ospedale di Molfetta, revocati gli arresti domiciliari anche a Filomena Squeo Lo ha deciso il gip del Tribunale Trani, accogliendo l'istanza dell'avvocato Maurizio Masellis
1 Accusato di due rapine commesse a Molfetta: 33enne assolto perché «incapace di intendere» Accusato di due rapine commesse a Molfetta: 33enne assolto perché «incapace di intendere» Cosimo Mirko Bernardi era stato scovato dai Carabinieri in un albergo di Rimini. Determinante il risultato della perizia psichiatrica
2 In libertà altri due arrestati nell'operazione "Quinto Piano" all'ospedale di Molfetta In libertà altri due arrestati nell'operazione "Quinto Piano" all'ospedale di Molfetta Si tratta di Vincenza Farinola e Luigi la Forgia. Accolte le richieste dell'avvocato Felice Petruzzella
2 Scandalo ospedale di Molfetta, in settimana gli arrestati ancora davanti al Riesame Scandalo ospedale di Molfetta, in settimana gli arrestati ancora davanti al Riesame Già diverse le revoche per altrettanti agli arresti domiciliari. Le altre posizioni, invece, dovrebbero essere discusse tra lunedì e giovedì
Il Riesame revoca i domiciliari, in libertà alcuni arrestati nello scandalo dell'ospedale di Molfetta Il Riesame revoca i domiciliari, in libertà alcuni arrestati nello scandalo dell'ospedale di Molfetta Tornano in libertà Demetrio Losciale, Raffaele Croce e Salvatore Boccanegra. Accolto il ricorso delle difese degli avvocati Andrea Calò e Michele Calaprice
Cgil, Cisl e Uil uniti in difesa dell’Ospedale di Molfetta: «Non è una battaglia di campanile» Cgil, Cisl e Uil uniti in difesa dell’Ospedale di Molfetta: «Non è una battaglia di campanile» Propongono convocazione di consiglio comunale straordinario, incontro con il presidente della commissione regionale e stanziamento dei fondi per il Nord Barese
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.