I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Operazione contro il clan Strisciuglio. Le indagini condotte dai Carabinieri di Molfetta

Eseguite tre ordinanze di custodia cautelare

Tre persone, ritenute vicine al clan Strisciuglio, sono state arrestate dai Carabinieri a Palo del Colle, perché ritenute responsabili di tentato omicidio, estorsione e detenzione di armi da guerra: il 38enne Claudio Bufano, di Bitonto, il 25enne Marcantonio Lucatuorto e il 41enne Nicola Milillo, entrambi di Palo del Colle.

Questa mattina, infatti, personale del Comando Provinciale di Bari e della Compagnia di Molfetta, supportato dal VI Elinucleo e dal Nucleo Cinofili di Modugno, ha dato esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare (una delle quali in carcere e le restanti in regime domiciliare), emesse dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale barese Marco Galesi, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

Destinatari dei provvedimenti il 38enne Claudio Bufano, di Bitonto, il 25enne Marcantonio Lucatuorto e il 41enne Nicola Milillo, entrambi di Palo del Colle, tutti ritenuti responsabili, a vario titolo, in concorso, di tentato omicidio, estorsione, lesioni personali aggravate, violenza privata, violenza o minaccia per costringere taluno a commettere un reato, detenzione di armi da guerra, con l'aggravante del metodo mafioso.

Il provvedimento scaturisce dalle indagini svolte dalla Compagnia di Molfetta, diretta dal capitano Vito Ingrosso, avviate nel maggio di quest'anno e coordinate dal pubblico ministero della Direzione Distrettuale Antimafia Lidia Giorgio attraverso articolate attività tecniche e dinamiche, che hanno svelato l'esistenza, a Palo del Colle, di un gruppo criminale armato - collegato al clan Strisciuglio - dedito alla gestione delle più fiorenti piazze di spaccio, nell'area d'influenza.

L'attività investigativa ha documentato come gli indagati, allo scopo di esercitare il controllo malavitoso del territorio, non abbiano esitato a rendersi autori di numerose azioni violente, nei confronti dei pusher del luogo, in un'occasione tentando di cagionarne la morte, per costringerli a rifornirsi da loro di cocaina e marijuana - approvvigionate nella città di Bari - tra l'altro, stabilendo anche le varie modalità di smercio della droga (prezzo, luogo e quantità giornaliere).

L'inchiesta ha inoltre documentato come la compagine abbia imposto il pagamento del pizzo ad un imprenditore edile della zona, minacciandolo di morte con l'uso delle armi. Durante l'indagine sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto altri 3 soggetti (il 41enne Piero Margheriti, il 31enne Carlo Antonelli, già ai domiciliari, e il 41enne Giacomo Geronimo, già in carcere), sequestrando 1 kalashnikov, 1 fucile a canne mozze e cospicui quantitativi di droga.

La prosecuzione dell'attività investigativa, tuttora in corso, è diretta a raccogliere gli ulteriori elementi probatori, in ordine ai delitti attinenti agli stupefacenti.
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Difende un clochard, anziano pestato. A Molfetta è caccia alla baby gang Difende un clochard, anziano pestato. A Molfetta è caccia alla baby gang Violenza e ferocia nella stazione ferroviaria. L'uomo è stato soccorso dal 118, indagano i Carabinieri
Deteneva in casa oltre 30 dosi di marijuana. Arrestato Deteneva in casa oltre 30 dosi di marijuana. Arrestato Il 27enne Michele de Bari preso dai Carabinieri. Nel 2009 fu arrestato dopo uno scippo che causò la morte di una 90enne
L'inseguimento parte a Giovinazzo e finisce a Molfetta. Arrestato L'inseguimento parte a Giovinazzo e finisce a Molfetta. Arrestato In manette un giovinazzese. Il tallonamento tra una gazzella del Radiomobile e la Lancia Delta dell'uomo
C'è la banda made in Molfetta dietro gli ordigni a d'Ingeo? C'è la banda made in Molfetta dietro gli ordigni a d'Ingeo? Secondo i Carabinieri potrebbero essere stati loro ad aver agito contro l'attivista del Liberatorio
Furto e ricettazione di auto: smantellata banda made in Molfetta Furto e ricettazione di auto: smantellata banda made in Molfetta In manette un 32enne ed un 21enne. Contestati anche incendi di auto oltre ad atti vandalici e dinamitardi
Ladro in casa tenta la fuga dal balcone, arrestato un 50enne Ladro in casa tenta la fuga dal balcone, arrestato un 50enne L'uomo, pregiudicato del quartiere San Paolo di Bari, è stato fermato dai Carabinieri. Si cerca il complice
4 Aggressione in discoteca. Una delle vittime: «Sono stati i buttafuori» Aggressione in discoteca. Una delle vittime: «Sono stati i buttafuori» Due molfettesi sono ricoverati al Policlinico. Uno dei gestori: «Condanniamo ogni forma di violenza, non ci appartiene»
Allarme bombe carta. Ma erano soltanto petardi Allarme bombe carta. Ma erano soltanto petardi Due gli episodi segnalati: in via Marconi e a cala Sant'Andrea
© 2001-2018 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.