Cerimonia proclamazione Tommaso Minervini sindaco
Cerimonia proclamazione Tommaso Minervini sindaco
Politica

Maggioranza sempre più in bilico: dall'azzeramento di Giunta il rilancio?

Aria di crisi: il Pd attende. Ma la spaccatura sarebbe in "Noi"

L'auspicio sarebbe quello di un "Minervini-bis", ovvero una nuova squadra di governo cittadino attorno al sindaco Tommaso Minervini per consentirgli di concludere il mandato con scadenza 2022.
Eppure, quel 2022, sembra al momento piuttosto lontano.
Perchè forte sarebbe la spaccatura all'interno non solo della maggioranza ma delle stesse parti che la compongono.

Non è notizia attuale l'esistenza di una spaccatura.
Le ragioni sarebbero diverse.
Si parte in estate: il PD non sostiene la candidatura a consigliere regionale di Saverio Tammacco, il coordinatore di "Noi - Nuove officine delle idee", il gruppo che riunisce i consiglieri comunali eletti nelle liste civiche a sostegno dell'allora candidato sindaco Minervini, vero e proprio "deus ex machina" di questa amministrazione.
Il Partito Democratico, a sostegno di Michele Emiliano, dice che no, non è proprio possibile sostenere un candidato di Raffaele Fitto. Di fatto, l'antagonista per eccellenza.
Tommaso Minervini, da sindaco, assieme a quasi tutta la giunta e al gruppo "Noi - Nuove officine delle idee", rompe gli indugi: sì, con Tammacco. Ed è un sì comunicato pubblicamente in diverse circostanze.
Nel frattempo altre notizie, tra cui la creazione di diversi gruppi nell'Aula Carnicella che disegnano una maggioranza più frastagliata rispetto a ciò che si possa pensare.

Arriva l'autunno: la Procura di Trani notifica avvisi di garanzia a proposito di alcune procedure d'appalto. I destinatari, tra gli altri, Tommaso Minervini e Mariano Caputo, assessore ai lavori pubblici. Quest'ultimo si dimette, Minervini no.

Ed è qui che la temperatura si surriscalda.
Perchè, al netto della richiesta formale di dimissioni arrivate dalle forze di opposizione (quasi scontata), il Pd tuona: con una nota viene chiesta la verifica politico-amministrativa.
E un ultimatum: entro fine novembre. Che vorrebbe dire? A leggere tra le righe la nota stampa che, qualora non si dovesse arrivare alla quadra, il Partito Democratico potrebbe seriamente valutare di abbandonare la maggioranza. E non sarebbero nemmeno abbandoni qualunque: il Pd, infatti, vanta la presidenza del Consiglio comunale, un consigliere comunale che è anche consigliere della città metropolitana e un assessore.

Ma le questioni non sarebbero solo queste: alcuni assessori in carica sarebbero pronti a rimettere le deleghe nelle mani del sindaco volontariamente mentre altri esponenti pretenderebbero più spazi e ruoli decisionali.
Al centro il sindaco che, non a caso, ancora non avrebbe nominato il nuovo assessore alle opere pubbliche.

Cosa accadrà?
  • comune di Molfetta
Altri contenuti a tema
1 Stop a occupazioni e spazio al commercio: i 18 immobili nel centro storico in locazione dal Comune Stop a occupazioni e spazio al commercio: i 18 immobili nel centro storico in locazione dal Comune Le domande presentabili entro il 3 marzo 2021
Iniziati i lavori alle case popolari all'estrema periferia di Molfetta Iniziati i lavori alle case popolari all'estrema periferia di Molfetta A dicembre dal sindaco la richiesta di immediato intervento all'Arca Puglia
2 Comune di Molfetta al lavoro per le opere pubbliche 2021/2023 Comune di Molfetta al lavoro per le opere pubbliche 2021/2023 In fase di predisposizione anche l'elenco per le opere pubbliche da realizzare nel 2021
Molfetta avrà una nuova Giunta Comunale: l'ufficialità nelle prossime ore Molfetta avrà una nuova Giunta Comunale: l'ufficialità nelle prossime ore La decisione a conclusione della verifica politico - amministrativa
Bando fitti, entro il 31 gennaio dal Comune di Molfetta le graduatorie Bando fitti, entro il 31 gennaio dal Comune di Molfetta le graduatorie 1501 richieste pervenute. Partita la fase istruttoria
Online sul sito del Comune di Molfetta il questionario di valutazione dei servizi Online sul sito del Comune di Molfetta il questionario di valutazione dei servizi Ogni cittadino potrà esprimere in forma anonima il proprio giudizio sui settori dell'amministrazione
Mauro de Gennaro dirigente ad interim del settore servizi finanziari del Comune di Molfetta Mauro de Gennaro dirigente ad interim del settore servizi finanziari del Comune di Molfetta Sostituisce la dottoressa di Mauro, in pensione, nelle more del procedimento di nomina del nuovo direttore generale
Buoni alimentari a 1200 famiglie dal Comune di Molfetta Buoni alimentari a 1200 famiglie dal Comune di Molfetta Oltre 3200 domande arrivate all'Ente. La distribuzione dalla prossima settimana
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.